EVIDENZA

Le news del pomeriggio: tra novità e ricordi

Scritto da Federico Formisano

A

Arzignano: In previsione del recupero della Settima giornata di andata del Campionato di Serie D, il tecnico dell’FC Arzignano Valchiampo, Giuseppe Bianchini, ha parlato di come la squadra arriva alla partita casalinga di sabato pomeriggio alle 14.30 al Dal Molin contro la Virtus Bolzano.

Il primo pensiero va ovviamente al primo approccio avuto con la squadra e ai primi giorni di lavoro col gruppo: “Le prime sensazioni avute dal lavoro sul campo sono buone; la squadra l’ho trovata chiaramente un po’ scossa dal cambio di allenatore. Ma ho trovato un gruppo molto voglioso di far bene, con tanti ragazzi che si sono subito messi a disposizione”.

Il primo avversario che l’Arzignano targato Bianchini si troverà di fronte sarà la Virtus Bolzano, squadra dai valori tecnici indiscutibili: “Bolzano è una squadra estremamente organizzata, che lavora insieme con lo stesso allenatore da diversi anni, hanno intensità e qualità di palleggio con giocatori molto importanti. Hanno giovani forti e credo facciano del ritmo e dell’organizzazione le proprie armi migliori. Si tratta davvero di un avversario tosto”.

Infine il tecnico gialloceleste non ha dubbi su che tipo di partita dovrà fare la sua squadra: “L’Arzignano deve fare una gara di personalità, andando là per provare a fare una partita tosta, lottando su ogni pallone, provando a portare a casa punti. L’importante è trovare al più presto lo spirito di squadra. Tatticamente ci sto ancora pensando se proporre da subito dei cambiamenti: devo studiare bene le qualità di tutti i giocatori, e solo in extremis deciderò chi andrà in campo e con che modulo”.

B

Berton Bolzano:  ci sono novità nell’assetto dirigenziale del Berton Bolzano.  Simone Zanella che era arrivato a Bolzano dalla Calidonense con l’incarico di occuparsi del settore giovanile e che in estate era stato chiamato a rivestire il ruolo di direttore sportivo dopo l’addio di Fabio Ebene, torna al ruolo di responsabile del vivaio che la società vuole riorganizzare e implementare.   Nel ruolo di direttore sportivo con l’incarico di seguire la prima squadra arriva invece Antonio Barci, che si era dimesso un mese fa dall’analogo ruolo nel Bp 93 . Tra l’altro Antonio ritrova in società il figlio Andrea, portiere della squadra.

Antonio Barci

 

Bollettino Covid: altri 36.176 positivi Attualmente positivi: 761.671 Deceduti: 47.870  (+653) Dimessi/Guariti: 498.987 (+17.020) Ricoverati: 36.686 (+658) di cui in Terapia Intensiva: 3.712 (+42) Tamponi: 19.724.927 (+247.493) Totale casi: 1.308.528 (+36.176)

Ancora un incremento dei casi che si aggira sulle 2000 unità ma sono aumentati anche i tamponi processati.   Rimane sotto le 100 unità l’incremento delle rianimazioni. Il numero dei morti rimane molto elevato.

C

Contributi a fondo perduto per le società sportive: Sul proprio sito Internet, il Dipartimento per lo Sport ha pubblicato un avviso pubblico contenente i criteri e le modalità di accesso ai contributi a fondo perduto destinati ad Associazioni e Società sportive dilettantistiche. per un contributo forfettario.

La presentazione delle istanze avverrà esclusivamente attraverso l’utilizzo della piattaforma web realizzata dal Dipartimento per lo Sport e raggiungibile al sito www.sport.governo.it.

La finestra utile per la presentazione delle istanze di accesso al fondo è aperta a partire dalle ore 16:00 del 18 novembre 2020 e terminerà alle ore 16:00 del giorno 24 novembre 2020.

D

De Petri:  L’attuale responsabile del settore giovanile del Novoledo (e in passato anche al San Lazzaro, al Poleo, ecc.)  Roberto De Petri è stato un ottimo giocatore ed ha militato anche in A con il Vicenza e il Cagliari. Ma in conclusione di carriera fu tesserato anche dal Giulianova che ha voluto ricordare quell’annata con un post su Facebook: Quanti calciatori hanno calcato l’erba del Fadini? Tanti, tantissimi. E tanti tra questi giocatori sono certamente stati dimenticati, ed è anche normale che sia così. Oggi vogliamo ricordare Roberto De Petri, brillante difensore che prima di venire a Giulianova ha giocato in Serie A per diverse stagioni.

Roberto De Petri nasce ad Udine il 17 febbraio del 1947. Terzino sinistro “fluidificante”, come veniva definito in quegli anni il difensore più portato al gioco offensivo, viene presto notato per la sua grande forza fisica e per la tenacia nella marcatura, oltre che per un piede sinistro molto raffinato per i difensori dell’epoca. Inizia a giocare con il Lanerossi Vicenza, con la cui maglia esordisce in Serie A il 9 Gennaio 1967, a meno di vent’anni. Farà ritorno al Vicenza, per poi vestire le casacche di Reggina, Padova e Conegliano. Al termine di una notevole carriera, che lo ha visto disputare anche due partite con la maglia della Nazionale B, Roberto De Petri ha giocato nella stagione 1978-79 con la maglia del Giulianova, nel girone C del campionato di Serie C2. Quel Giulianova, guidato in panchina da Angelo Pereni, concluse il campionato all’ottavo posto. De Petri, da sempre utilizzato come difensore di fascia, nella stagione giocata a Giulianova giostrò invece come difensore centrale. Approfittando della sua prestanza fisica e dell’abilità nel gioco aereo, De Petri andò a segno per due volte nelle 15 partite disputate in quella stagione. La stagione disputata con la maglia giallorossa è stata l’ultima in carriera per De Petri, che decise di ritirarsi – anche a causa di numerosi problemi fisici – ad appena 32 anni.

F

 

Fuori Gioco:  Lunedì alle ore 17.30 su Tva Vicenza torna la trasmissione Fuorigioco: Franco Bertuzzo e Federica Benacchio ospiteranno il direttore sportivo della Luparense, Alberto Briaschi, ex giocatore del Vicenza. Sarà presente anche Federico Formisano nel consueto ruolo di opinionista.

Briaschi con il presidente Zarattini

R

 

Rinvii: L Avellino ha chiesto alla Lega Pro il rinvio a data da destinarsi della gara Potenza – Avellino, prevista per lunedì 23 novembre alle ore 21,00. Il Piacenza informa che a seguito del ciclo di tamponi eseguiti ieri, sono emerse ulteriori sei basse positività nel gruppo squadra e una tra i collaboratori non sportivi, che saranno oggetto di nuove valutazioni nella giornata odierna.

 

U

Union Clodiense: Una brutta notizia dall’allenamento di ieri, il nostro portiere Cristian Amatori (lo scorso anno era all’Arzignano ndr)  ha riportato una frattura alla mano destra, che lo costringerà a tenere il gesso per 30 giorni prima di cominciare il percorso di riabilitazione. A Cristian, che ha giocato tutte e otto partite di campionato fin qui disputato, il nostro più grande augurio di pronta ripresa!

Amatori con la maglia dell Arzignano

Sull'Autore

Federico Formisano