“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del mercoledì: pensiamo ad un nuovo calendario e cambiamo gli orari di inizio delle gare

Scritto da Federico Formisano

Due questioni poste dai nostri lettori nelle ultime ore:  è possibile  pensare già al calendario del prossimo anno stravolgendo per evitare sorprese,  si inizia già ad agosto e si gioca nei mesi autunnali. Poi ci si ferma nei mesi più freddi (dicembre, gennaio, in parte febbraio) e si riprende quando il clima migliora per il rush finale fino a giugno.  Non possiamo escludere purtroppo che l’anno prossimo ci sia una terza ondata di covid, magari meno violenta e limitata da una vaccinazione di massa, ma come si è verificato quest’anno se ci sarà ( e noi ci auguriamo di no) non potrà che coincidere con il periodo invernale. La seconda questione: ma perché alcune gare della serie B vengono fatte giocare alle 21.00 in questo periodo. Le ultime due gare casalinghe del Vicenza con Frosinone e Venezia si sono disputate in un Menti ghiacciaio, con il campo sdrucciolevole come una pista da Hockey e con riserve e tecnici a rischio raffreddore. Visto che il pubblico non c’è che senso ha iniziare così tardi: i diritti delle televisioni li possiamo comprendere ma non fino al punto di condizionare i campionati.

Le notizie pubblicate ieri

https://www.calciovicentino.it/2021/02/02/ledicola-del-martedi-un-bilancio-del-mercato-di-gennaio/   Il giorno dopo la conclusione del mercato dei prof vediamo chi si è rinforzato di più.  Le dimissioni del presidente del Grantorto e del direttore sportivo del Sona, le opinioni delle società di seconda categoria. Il mercato di D sempre molto attivo

https://www.calciovicentino.it/2021/02/02/news-pomeridiane-buone-notizie-sul-fronte-covid-magalini-si-difende/  I dati sul Covid appaiono finalmente in calo.  Magalini in conferenza stampa difende le sue scelte.  L’intervista a Pizzato.

https://www.calciovicentino.it/2021/02/01/la-chiusura-del-calciomercato-delusione-vicenza/  alle 20.00 di ieri sera si è chiuso il calciomercato: gli ultimi movimenti. Il Vicenza prende Lanzafame.

A

Almanacco:  Ancora due pagine per la seconda categoria, questa volta per quelle dedicate al Mottinello (girone G) Nel nostro Almanacco, edizione 2020/21, potete trovare i dati sullo staff, sulla società; inoltre per ogni giocatore riportiamo la carriera con le presenze e le reti nell’ultima annata;  Ovviamente sarà cura aggiornare le foto di giocatori e squadra non appena riprenderanno i campionati o non appena verranno fornite dalla società.

Finora abbiamo pubblicato la bozza in miniatura delle pagine del  Vicenza (Serie B) , del Vicenza calcio Femminile (Serie B), dell’Arzignano e del Cartigliano (Serie D), del Bassano, del Camisano, del Montecchio,  dello Schio (Eccellenza), della Calidonense, del Chiampo, della Marosticense, dell’Eurocalcio, del Monteviale, del La Rocca, del Longare, del Rivereel,  del Sarcedo,  del Trissino, della Virtus Cornedo (Promozione) ,  del Brendola, del Montecchio San Pietro,  del Sovizzo,  dell’Alto Astico Cogollo, dell’Arcugnano,  dell’Azzurra Sandrigo, del Berton Bolzano, del Due Monti, del Dueville,  del Grisignano,  del Le Torri, del Malo, del Summania, del Valdagno, del Carmenta, della Virtus Romano (Prima categoria) e dell’Altavilla,  delle Alte,  del Castelgomberto, dell’Union Olmo Creazzo, del Breganze, del Grumolo, del Lampo, del Maddalene,  del Novoledo, del Pedezzi, del Quinto,  del Telemar, dell’Azzurra Maglio, del Colceresa,  del Molina, del Santomio,  del Silva, dell’Arsenal, del Nove, del Longa, del Mottinello, del San Pietro Rosà, della Spes Poiana e della Nova Gens (Seconda Categoria), dell’Altair , del Barbarano, del 7 Mulini e del Fellette(terza categoria)

Arzignano:  il tecnico Bianchini può contare su tutta la rosa per la trasferta in casa della temibile Manzanese grazie al recupero di Casini. C’è la curiosità di vedere se entrerà in formazione dal primo minuto l’attaccante Monni arrivato da una decina di giorni. La probabile formazione: Enzo, Pasqualino, Cuccato, Bigolin, Rossi; Casini, Sammarco, Forte; Valenti, Calì, Maury (Monni).

Monni parte dalla panchina

B

Bollettino Covid:   Attualmente positivi: 437.765 Deceduti: 89.344(+499) Dimessi/Guariti: 2.043.499(+18.976) Ricoverati: 22.531 (+19)  di cui in Terapia Intensiva: 2.214 (-38) Tamponi: 33.053.574 (+244.429) Totale casi: 2.570.608 (+9.660) Vaccini somministrati fino alle 17 di oggi in Italia: 2.083.364 Di cui prime dosi: 1.350.601 Di cui seconde dosi: 732.763 Variazione dosi totali rispetto alle 17 di ieri: +91.663 Media settimanale delle somministrazioni giornaliere: 84.649 La percentuale dei tamponi positivi scende   al 3,9 una delle più basse da mesi a questa parta:  aumentato di poco i ricoverati ma calano le terapie intensive. Con il doppio dei tamponi i casi aumentano di poco.  Il Veneto ha 621  casi. Nessuna regione italiana supera i mille casi.

Con un altro boom di 39 mila tamponi esaminati ieri (record nazionale di giornata: l’Emilia, seconda, era a 28 mila) il Veneto ha scoperto altri 873 contagi. È il dato più alto degli ultimi sei giorni, ma questo non ha impedito che, con 2.680 nuovi negativizzati al virus – ora in tutto sono oltre 273 mila – il conto degli “attuali positivi” sia sceso a 30.800, un valore che non si vedeva più dalla fine di ottobre.In parallelo, ieri è continuato anche il calo dei ricoveri. Ieri sera i malati Covid in cura nei reparti medici erano 1.884 (-27 nelle ultime 24 ore), dei quali 1.358 attualmente positivi. Questo anche grazie ad altre 36 dimissioni di pazienti ormai in via di guarigione. Nelle terapie intensive, dove secondo la tabella del Ministero ci sono stati comunque altri 15 ricoveri nell’ultima giornata, i casi gravi legati al Covid sono scesi a 213, dei quali 178 ancora positivi al SarsCov2, con un calo giornaliero di 19 casi

C

 

Campodarsego:  Il Campodarsego potrebbe rinforzarsi prendendo l’attaccante Alessio Zecchinato che è stato svincolato dalla Virtus Verona.

 

Cartigliano:  E’ scontro diretto con l’Union San Giorgio Sedico, per un Cartigliano reduce dalla sconfitta di Trento ma anche dal successo casalingo con il Feltre.  Ferronato potrebbe attuare un parziale turn over, ma il neo arrivato Affolati dovrebbe partire dalla panchina, mentre in campo dal primo minuto dovrebbe andare Max Giusti.  La probabile formazione: Bogdanic, Pregnolato, Gobbetti, Marchesan, Murataj, Buson,  Ronzani, Appiah, Di Gennaro, Mattioli, Giusti.

E’ arrivato il momento di Giusti?

 

E

Eccellenza: la decisione su come proseguire la stagione ad iniziare dal campionato di Eccellenza sarà presa venerdì 5 in Consiglio di Lega. Lo ha annunciato il presidente Sibilia in un intervista. Ma intanto i comitati stanno votando e si ripete la stessa situazione già verificata anche nel Veneto con le società spaccate sulla decisione di ripartire. In Lombardia il 50% delle società si sono dette non favorevoli a ripartire con gli attuali protocolli. In Emilia Romagna la maggior parte delle società ha manifestato la contrarietà in merito alla ripresa dei campionati.

P

Pontalti:  Stefano Pontalti mister del Campodoro ed ex del Grumolo ci scrive stamattina: Vorrei se possibile fare una considerazione personale, su tutto ciò che leggo e si dice in questo momento a proposito del mondo del calcio dilettantistico Veneto. Traggo spunto dalle molteplici dichiarazioni che il sito puntualmente pubblica. In questo momento si dibatte sulla eventuale ripartenza ecc ecc. (Lo stesso questionario della federazione desta a mio avviso qualche perplessità).  Leggo di persone che nello stesso tempo auspicano protocolli meno rigidi, più permissività per chi è stato asintomatico, costi per tamponi e visite mediche suppletive per idoneità da rifare ex novo a carico della federazione, costi per le iscrizioni future più o meno in saldo per non parlare di chi dovrebbe stare a casa per sempre, solo perché rispetta il dolore per i morti o ha seri dubbi su come ripartire in assoluta sicurezza.
La mia idea è che se noi addetti ai lavori, riusciamo ad impedire anche un solo contagio in più o anche solo un lutto in meno dobbiamo fare di tutto perché ciò avvenga senza scorciatoie varie, ( tra l’altro di cattivo esempio per i più giovani) almeno per quanto riguarda gli sport di squadra e per quello che possiamo fare ognuno di noi per le proprie possibilità.
In tutto questo quello che mi lascia ancora più perplesso è che nessuno alla fine dica che quello che manca veramente è il gioco in quanto tale per la gioia e divertimento di tutti, senza distinzione di età, a prescindere dal denaro e le classifiche varie. Credo che alla fine ci siano persone che ci stanno mandando dei messaggi chiari anche intorno a noi e sono dichiarazioni importanti come ad es. del Dott Cionfoli e del dott. Danzi o ancora più esplicite ed autorevoli e mi riferisco alla dichiarazione del Capo dello Stato di ieri: “ Sotto il profilo sanitario, i prossimi mesi saranno quelli in cui si può sconfiggere il virus oppure rischiare di esserne travolti”.

Pontalti Stefano

 

Primavera: Un’altra vittoria per la Primavera biancorossa che raggiunge in vetta a 14 punti il ChievoVerona. Buona gara dei biancorossi che hanno tenuto sempre in mano il pallino del gioco: al 13′ Cester prova a servire Talarico che calcia però oltre la traversa. Al 22′ Issa serve Mancini libero in area, la cui conclusione però finisce di poco a lato. Al 36′, dopo una serie di rimpalli nell’area biancorossa, la palla giunge a Scafetta ma Gerardi è attento e blocca la conclusione.

Il secondo tempo salgono in cattedra i biancorossi e già al 57′ Mancini va vicino al vantaggio: lancio di Sandon per l’attaccante biancorosso che controlla, si coordina e fa partire di sinistro un tiro che trova un’ottima risposta dell’estremo difensore avversario. Sul calcio d’angolo seguente ci prova di testa Busatto ma è ancora attento Galeazzi. 4 minuti più tardi arriva la rete: Tronchin, dal limite dell’area, trova un filtrante che smarca Mancini al centro dell’area di rigore e il numero 9 non sbaglia e trafigge Galeazzi.
Al 65′ arriva il raddoppio biancorosso, cross dalla destra di Firulesko, Galezzi in uscita si scontra con un compagno di squadra e devia il pallone verso la propria porta.
Ci prova la Reggiana al 72′ ad accorciare le distanze con una conclusione di Scafetta a lato. Al 75′ risponde Sandon da fuori ma la palla è di poco alta.
Al 89′ i biancorossi chiudono definitivamente la gara con Issa che serve Talarico che con una grandissima conclusione da fuori trova l’incrocio alla sinistra del portiere. Sabato i nostri ragazzi affronteranno il Cittadella per allungare la striscia positiva.

LR Vicenza: Gerardi, Firulesko (dal 39’ Barea), Sandon, Talarico, Rocco, Fantoni, Ouro Agouda,  Tronchin (dal 25’ Giacobbo), Mancini (dal 39’ Manfredonia),

Arbitro: Sig. Andreano Samuele della sez. di Prato

 

S

Serie D:  Oggi alle 14.30 si gioca il turno infrasettimanale del Campionato di serie D: ecco programma e designazioni arbitrali

Adriese – Calcio Montebelluna Gilberto Gregoris Pescara
Ambrosiana – Este Riccardo Gagliardini Macerata
Calcio Caldiero Terme – Luparense Paul Leonard Mihalache Terni
Campodarsego – Union Clodiense Chioggia Giuseppe Romaniello Napoli
Cartigliano – Union San Giorgio Sedico Manuel Gambuzzi Reggio Emilia
Chions – Union Feltre Matteo Dini Citta’ Di Castello
Cjarlins Muzane – Ac Trento Erminio Cerbasi Arezzo
Manzanese – Arzignano Valchiampo Srl Enrico Gemelli Messina
Virtus Bolzano – Mestre David Guida Torre Annunziata

Delta Porto Tolle – Belluno Rinviata

Sono dodici le partite di oggi rinviate causa Covid (tre nel girone D, tre nel girone I, due nel girone F e una nei raggruppamenti C, E,G,H)

V

Vicenza:   Il mercato spazza via l’attenzione dal campionato. Ma oggi è mercoledì e tra tre giorni il Vicenza è atteso dalla trasferta di Lignano dove si ritrova i ramarri del Pordenone che non avranno più Diaw ma sono pur sempre una squadra tosta. Il tour de force di febbraio vi vedrà impegnati martedì 9 in casa con il Monza, sabato 13 a Salerno, il 20 febbraio in casa con la Spal e il 27 a Pisa. Dopo aver chiuso la fase delle polemiche adesso bisogna fare quadrato, perché le prossime partite sono tutte con formazioni che ci precedono in classifica e con tre delle più accreditate compagini per il salto in A.  Dobbiamo dire che finora il Vicenza non ha ciccato con le grandi pareggiando con Empoli, Monza, Chievo, Salernitana, Lecce. Di Carlo ha il tempo materiale per valutare la situazione infortunati e sopratutto per cercare di capire se i nuovi arrivati possano essere utilizzati immediatamente. Per Magalini, Lanzafame non sarà pronto prime di due settimane.  E quindi quasi certamente con il Pordenone e con il Monza non ci sarà. Speriamo che smentisca tutti coloro i quali lo considerano un rinforzo di risulta…. Sempre Magalini difende la scelta di Valentini che però Di Carlo non ha fatto giocare nelle ultime due partite pur portandolo in panchina. Agazzi invece in campo l0 abbiamo visto..

Recapiti     del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano