EVIDENZA

News del pomeriggio, con altre notizie di mercato…

Scritto da Federico Formisano

A

Arzignano: Ha avuto poche chance di far vedere tutto il suo repertorio finora, a causa di una serie incredibile di guai fisici che lo hanno tenuto lontano dal campo per parecchie settimane, e proprio ora che era tornato al top, pronto ad essere una delle armi in più per il finale di stagione, un guaio muscolare lo terrà di nuovo ai box. Dany Maury però non ne vuole sapere di mollare, e farà di tutto per cercare di recuperare in tempo per le ultime partite del campionato. Proprio con l’esterno francese abbiamo voluto fare il punto della situazione in casa FC Arzignano Valchiampo dopo il successo col Montebelluna, in previsione della gara infrasettimanale di mercoledì col Cjarlins Muzane.

Dany Maury, che valutazioni ti senti di fare della partita con il Montebelluna?  “Sono contento della partita di domenica perché era importante vincere per continuare ad avvicinarsi al secondo posto. Sono però triste per il mio infortunio, anzi sono molto triste perché in Italia mi sono fatto più male che in tutta la mia carriera: mi dispiace molto perché non sono ancora riuscito a far vedere il mio lavoro”.

A livello personale come dicevi sei stato vittima di un infortunio muscolare. Ti chiedo come stai, come valuti la tua prestazione e la tua stagione finora. “Non sono contento della mia partita, perché non ho segnato e non ho realizzato un passaggio decisivo. Ma ora più importante per me è curarmi. Dobbiamo giocare mercoledì, con la stessa determinazione che abbiamo adesso. L’obiettivo di ogni giocatore della squadra è di guardarsi allo specchio alla fine del campionato dicendo che si è dato tutto. Non avere nessun rimpianto. Finire bene il campionato è il modo migliore per rendere orgogliosi i nostri tifosi e tutte le persone che lavorano al club”.

Mercoledì si torna in trasferta a Carlino. Che partita ti aspetti? Con che spirito bisogna prepararla? “La prossima partita sarà molto difficile, perché si gioca ogni tre giorni, e per il recupero e la preparazione delle partite non è facile. L’affaticamento mentale aumenta, perché mentalmente si deve sempre essere concentrati, la stanchezza mentale si accumula, ma si deve gestire”.

Secondo te, qual è il segreto di questo Arzignano che ha fatto un girone di ritorno da sballo? “Sapete perché vinciamo le partite? Perché siamo felici di stare insieme. Ci piace passare del tempo insieme, abbiamo un gruppo eccezionale. Ogni persona nel gruppo ha il suo ruolo. Abbiamo la gioia di vivere, sappiamo che siamo fortunati di poter vivere nel mondo del calcio. Ecco perché stiamo cercando di farlo vedere sul campo. Perché la cosa più importante nella vita è la salute e quando ce l’hai, devi esserne orgoglioso, è l’orgoglio che ci rende forti”.

 

B

Berton Bolzano: torna al Berton Bolzano il portiere Loris Cogo, classe 1980, dopo l’esperienza al Telemar e in precedenza al Tezze sul Brenta.  Cogo prende il posto di Cattani che ha lasciato e si alternerà con Andrea Barci alla guardia della porta della formazione bolzanina

Cogo

F

Fuori Gioco  va In onda stasera un nuovo appuntamento con FUORI GIOCO, il programma sul calcio dilettantistico in onda il lunedì, alle 17.30, su Tva Vicenza

In questa nuova puntata Franco Bertuzzo e Federica Benacchio ospitano in studio Patrik Pitton Vicepresidente Vicario Figc e Lnd Veneto, al quale abbiamo posto le domande che le varie società calcistiche ci hanno inviato in questi ultimi tempi. Si vogliono delineare così i punti principali dell’attività federale per meglio comprendere l’impegno assunto nei confronti del nostro amato calcio dilettantistico. Il commento tecnico è affidato, come di consueto a Federico Formisano, responsabile del sito www.calciovicentino.it.

Non perdetela!

 

S

San Vito Cà Trenta Mister Christian D’Agostino rimane al San Vito Cà Trenta dove affronterà la sua quarta stagione alla guida della squadra. Tra società e allenatore c’è piena convergenza sui programmi e sulla conferma dei giocatori come da richiesta

 

Serie D: mercoledì alle 16.00 la serie D ritorna in campo, queste le designazioni arbitrali e il programma.

Adriese – Ac Trento 1921 S.R.L. Lucio Felice Angelillo Nola
Calcio Caldiero Terme – Union Feltre Gerardo Simone Caruso Viterbo
Calcio Montebelluna – A.C. Mestre Valerio Vogliacco Bari
Campodarsego – Ambrosiana Andrea Zanotti Rimini
Cartigliano – Este Paul Leonard Mihalache Terni
Chions – Delta Calcio Porto Tolle Ferdinando Emanuel Toro Catania
Cjarlins Muzane – Arzignano Valchiampo Valerio Pezzopane L’aquila
Luparense F.C. – Union San Giorgio Sedico Davide Matina Palermo
Manzanese – Union Clodiense Chioggia Luca De Angeli Milano
Virtus Bolzano – Belluno Ssdarl Marco Di Loreto Terni

 

U

Union Olmo Creazzo: Mister Ivan Rizzotto lascia la conduzione della prima squadra ( “è una sua scelta – dicono in società – in quanto aveva bisogno di una pausa” ) ma resta in società con altri incarichi ( anche se non guiderà nessuna squadra come allenatore). Il direttore sportivo Mattia Facchin sta portando avanti la trattativa con un mister e potrebbe dare comunicazione del nome del nuovo allenatore già questa settimana.

V

Valdagno: c’è un ipotesi Remonato per la guida del Valdagno.  Tra Vladimiro Remonato, ex allenatore di Pedemontana, Azzurra Sandrigo, Cartigliano e il presidente Roberto Coda  ci sarebbe stata un incontro in cui si sarebbero verificati molti punti di incontro. A breve dovrebbe giungere la conferma dell’accordo fra le parti.

Sull'Autore

Federico Formisano