Presentazioni Prima Categoria

Presentazioni (42): Montagnana, si alla prima categoria, ma con attenzione al vivaio

Scritto da Federico Formisano

Si è tenuta lo scorso venerdì 6 agosto la cerimonia di apertura ufficiale della Prima Squadra. Una serata riservata a pochi intimi, in linea con le disposizioni anti Covid tutt’ora vigenti e che rispetta comunque il leit motiv societario: pochi proclami, umiltà, attaccamento ai colori e tanto lavoro. E’ questa la ricetta della società rossonera, confermata anche dalla volontà di accettare il ripescaggio in prima categoria  con la chiara volontà di mantenere inalterato l’impegno verso il vivaio. Come abbiamo scritto nei giorni scorsi il Direttivo del Montagnana ha confermato la volontà di disputare il campionato di Prima Categoria, affrontando la sfida con la giusta umiltà, senza soluzione di continuità con il Progetto Scuola Calcio che necessariamente dovrà alzare ancor più l’impegno per garantire una adeguata preparazione degli atleti alle nuove sfide per la stagione 2021/2022, e non ultima con la necessaria determinazione per raggiungere la conferma della categoria. Tutto questo, senza snaturare i principi che hanno visto crescere e guadagnare la stima e il rispetto dell’Ambiente calcistico Montagnana con il lavoro e l’abnegazione, continuando con la giusta ponderazione delle spese nei diversi settori e garantendo a tutti gli atleti le possibilità che meritano. 

La dirigenza del Montagnana

Per quanto riguarda l’area tecnica della Prima Squadra è stato confermato in toto l’assetto della scorsa stagione: Romeo De Battisti è il Direttore Sportivo, con Francesco Barbieri nel ruolo di Direttore Tecnico e Francesco Ciccio Puliafito come segretario generale. In campo, troveremo ancora mister Mauro Pirocca, mister Dennis Volpato e mister Davide Fontana, rispettivamente come allenatore, viceallenatore e preparatore dei portieri.

Teatro della serata il Villaggio della Gioventù, uno dei luoghi simbolo che scalda il cuore del tifoso rossonero e del cittadino montagnanese. Sono intervenuti, oltre a Romeo, Francesco e mister Mauro, anche il sindaco Loredana Borghesan, il presidente Simone Bergamasco, il vicepresidente Alessandro Uguccioni e Maurizio De Tomi in rappresentanza della FIGC Padova. Presenti anche Alessandro Rubini (consigliere del direttivo societario), Alberto Carpi (Responsabile Attività di Base), Gianmarco Galante (Social Media Manager della società), Antonio Martini e Luigino Crema (custodi degli impianti) e Matteo Vanin (responsabile area magazzino). Gradito ospite anche Sergio Barolo, DS del Sitland Rivereel e grande esperto del calcio dilettantistico locale. Impeccabile l’organizzazione del rinfresco da parte di Osvaldo Favero, come corollario al luogo scelto per la particolarità della serata.

Sindaco Montagnana e il ds De Battisti

E stato il sindaco LOREDANA BORGHESAN a dare il simbolico calcio dinizio per la presentazione del  MONTAGNANA, rossoneri che questanno partiranno dalla prima categoria, dopo il ripescaggio avvenuto
un mese fa, e che la societa ha ampiamente confermato.

“Porterete in giro il nome della ns cittadina ” ha esordito il primo cittadino “con onore e rispetto, che spero  saranno i veri valori di un gruppo societario, che ha dimostrato negli anni di essere serio, compatto e di
esser cresciuto pur conoscendo i giusti limiti, sia economici che umani. 
Lamministrazione ha ancora una volta dimostrato di esservi vicini, e anche in questa tribolata annata ha  comunque investito in strutture nuove, vedi la nuova illuminazione dei campi, e auspicando – ha detto al  termine del suo intervento _  che la crescita del settore giovanile continui con questo entusiasmo.
Ha poi preso la parola il presidente SIMONE BERGAMASCO, che ha ringraziato lamministrazione comunale, il parroco DON LUIGI che ha ospitato la serata nel bellissimo VILLAGGIO della gioventu, e ha poi voluto  fortemente ribadire che la prima categoria e ampiamente meritata , anche se arrivata in ritardo di 3 anni,  in un ben noto e sfortunato spareggio. Ha voluto ringraziare anche lex mister SCHIVO, che sicuramente ha  contribuito a questo traguardo, e nel fare il giro ad uno a uno e nel stringere la mano a tutti i suoi giocatori  ha concluso ricordando la tranquilla situazione economica della societa .

Un ringraziamento finale lo ha poi riservato ai numerosi dirigenti presenti

Il vice presidente ALESSANDRO GUCCIONE ha chiesto serieta e impegno, con il giusto mix di divertimento,  e ribadendo che le vittorie si costruiscono non solo con i fenomini ma in maggior parte con il gruppo,
ringraziando i nuovi arrivati che hanno creduto a questa, da lui definita giustamente, nobile e vecchia  societa.

Il DS ROMEO DE BATTISTI ha ringraziato nella mia persona la presenza di calcio vicentino, ha detto che per  il mister PIROCCA e la prima esperienza vera in un campionato difficile, ha chiesto compattezza e anche lui  ha precisato che vestiranno una maglia gloriosa e proprio per questo non tollerera comportamenti non  consoni al rispetto per avversari e strutture di altre societa.

Il mister MAURO PIROCCA ha ringraziato il DS DE BATTISTI che a suo parere ha allestito una buona squadra,  ha fissato la data di inizio allenamenti per il 21 di Agosto, terminando con un parlero molto alla prima  vittoria.

Prima del ricco buffets finale il saluto del responsabile scuola calcio FRANCESCO BARBIERI, il suo e stato un  riassumere gli sforzi fatti dalla societa nel avere costruito un invidiabile settore giovanile, e ha chiesto ai
giocatori che siano di esempio per i piu piccoli, e si e poi rivolto ai piu vecchi della prima squadra  chiedendo che siano i primi ad accogliere con entusiasmo i giovani che saranno inseririti nella ro

Una squadra giovane ma carica di entusiasmo e voglia di fare, composta al 75% da giocatori nati e cresciuti nel vivaio rossonero. Tra i graditi ritorni troviamo sicuramente Filippo Borin (classe 2000, dal Monselice ex Calcio Padova), Pietro Zulian (1999, dal Longare) e Edoardo Munaro (2002, dal Longare), nati calcisticamente nel settore giovanile rossonero e ora pronti a vestire la maglia del Montagnana in questa avventura in Prima Categoria. Bene anche l’innesto di Elia Pertile (1998, dal Valdagno) che farà leva sulle sue esperienze acquisite al Vicenza e al Calcio Padova. Completano il quadro due giovani leve classe 1999 dal Sitland Rivereel, Nicola De Cao e Thomas Sartori, e l’esperienza del trentatreenne Niasse Alassane. Per il resto, rosa confermata con l’entusiasmo generale e sprizzante che solo una giovane squadra riesce a trasmettere; un team ambizioso e con tanta voglia di divertirsi onorando i colori del Montagnana calcio, i colori di una società pluricentenaria.

Negli ultimi giorni la squadra si è già riunita per qualche sgambata utile a togliere la ruggine di questi ultimi mesi di lontananza forzata dai campi di gioco. Da oggi si inizia a fare sul serio

La rosa: portieri: Federico Portinari (96 ex Nova Gens, quinta stagione con il Montagnana) Georde Zaharia (2003); Difensori: Pietro Borin (2002 dal Monselice), Skender Dupi (96), Ousama El Shaolulat  (98), Edoardo Munaro (2002, dal Monselice, ex Longare), Elia Pertile (98 dal Valdagno) Ibarhim Saidi (89),  Paolo Vettorello (99), centrocampisti: Giordano Bardon (96), Filippo Borin (2000), Nicola De Cao (99 dal Rivereel, ultima stagione con il Sossano), Ashraf El Rhazzali (99), Sasa Ruzanovic (86 ex Nova Gens)  Pietro Zulian (99 dal Longare); attaccanti: Matteo Bianchin (2001), Bryan D’Amico (99), Xhuljo Korreschi (93, ex Nova Gens), GianMarco Padovan (99), Enrico Roman (83 ex Nova Gens), Thomas Sartori (99 dal Rivereel, ultima stagione con il Sossano);

Lo staff: Mauro Pirocca, allenatore Dennis Volpato viceallenatore Davide Fontana,  preparatore dei portieri.

Fontana e Pirocca

Sull'Autore

Federico Formisano