Prima Categoria

Un volenteroso Poleo non frena il redivivo Real San Zeno

Scritto da Redazione1

REAL SAN ZENO – POLEO ASTE 3-0

Marcatori: 21′ Pellizzari (REAL), 72′ Rigodanzo (REAL), 74′ Pellizzari (REAL)

Ammoniti Vicentin, Sinaj, Signorin, Groppo (R) Sartori, Petrera, Grotto, Amankwaah (P)

Real San Zeno:  Refosco, Pellizzari( Faccin dal 82′) , Vicentin, Busioc, Mantovani, Groppo; Marzotto (Donadello dal 79′), Signorin (Dal Toe’ dal 66′)  Sinaj (Harrison Nwanyanwu dal 68′),  Cazzavillan (Magnabosco dal 86), Rigodanzo; allenatore De Forni

Poleo Aste: Bernardi, Sartori, Trentin (Chioccarello dal 85′) Amnkwaak,  Grotto (Pendin dal 46′), Zenere;  Petrera, Veronese (Rocchetti dal 68′) Viero (Martini dal 66′)  Fabris, Marcolin ( Ture dal 85′) Allenatore Acciaio

È la vittoria che certifica la candidatura del Real San Zeno Arzignano al lotto delle pretendenti al titolo quella che si è consumata oggi al Dal Molin. Vittima sacrificale il pur volonteroso Poleo Aste di mister Acciaio, che ha però messo in campo tutto quel che aveva (diverse c’è da dire le assenze) nei primi 20’ della ripresa senza riuscire ad impensierire seriamente l’ottimo Refosco. San Zeno che chiude come aveva iniziato, padrone del campo, rischiando anche di chiudere in goleada.
La cronaca.
Real San Zeno che rimpolpa il suo reparto offensivo con il nuovo acquisto Harrison, inizialmente solo in panchina, e che in settimana ha perso, sembra putroppo a lungo, una delle bandiere della squadra, Belluzzi, per un infortunio al ginocchio. Anche Zoccante è out per una distorsione.
Poleo che deve fare a meno dello squalificato Rossi e che manda Martini inizialmente in panchina, schierandosi con un 4-3-1-2.
Pronti via e il San Zeno fa capire che oggi si gioca per un solo risultato: Cazzavillan è ispirato e fa il bello e il cattivo tempo, Pellizzari e Rigodanzo spingono molto sull’esterno. Al 21’ è proprio capitan Pellizzari a sbloccare in tap-in su respinta corta di Bernardi.

Refosco è pressoché inoperoso, merito della maiuscola prestazione del trio difensivo Busuioc, Mantovani, Vicentin, una garanzia.
Va vicino al gol ancora Pellizzari, che con un cross radente non trova il compagno giusto per il raddoppio.
Nella ripresa il Poleo mette le tende nella metà campo biancorossa, cercando di far la voce grossa dall’alto del terzo gradino in classifica, inserisce Martini davanti, ma il predominio è alquanto sterile.
Quando poi all’ora di gioco, De Forni fa esordire Harrison e puntella la mediana con Dal toè, il baricentro del San Zeno torna ad alzarsi e ricominciano i grattacapi per i ragazzi di Acciaio.

Harrison con mister De Forni

Al 72’ proprio Harrison, imbeccato splendidamente da Marzotto, pesca sul secondo palo Rigodanzo, che al volo di destro buca il portiere: 2-0.
Passano due giri di lancette e Pellizzari cala il tris con un pallonetto di testa che si insacca nel sette alla destra del portiere.
Nel finale il Real rischia di dilagare con Harrison, Faccin e Dal Toè, ma il tabellino recita 3-0 dopo il recupero.
Onesta la prestazione del Poleo, ma oggi c’era davvero troppo Real per loro: Vittoria che la squadra di casa  dedica al giocatore GianMarco Belluzzi infortunato gravemente la scorsa settimana

Sull'Autore

Redazione1