EVIDENZA

Prima del meritato riposo si sparano le ultime cartucce.. e va in archivio anche la 21 ma!

Scritto da Federico Formisano

Domenica prossima i campionati si fermano per la programmata sosta ed il caso vuole che (almeno nei campionati vicentini) non ci siano gare da recuperare.

Serie C

Il Bassano torna da Bergamo (nella gara con l’Albinoleffe) con un pari importante che consente di proseguire nella striscia positiva. Il Padova da la sensazione di essere irrangiugibile ma i giallorossi di Colella cercano una posizione buona nei play-off.  Il Vicenza riposa e completa così le gare di sosta del campionato per cui adesso giocherà fino a fine stagione senza interruzioni. La situazione in fondo alla classifica sperando di evitare altre penalizzazioni sembra ancora fluida, ma molto dipenderà dalla gara di Fano di sabato prossimo.

Serie D

Arzignano in affanno pareggia in casa (2-2) con la bestia nera Legnago e vede il Campodarsego in fuga con 51 punti davanti alla Virtus (bloccata dall’Adriese sul pari) a quota 48 e all’Arzignano attardato a quota 45. Attenzione anche all’Este che sta correndo e che oggi ne ha rifilati 5 all’Abano.

Eccellenza

Senza i dannati minuti finali poteva essere la giornata perfetta per le formazioni vicentine, comunque tutte imbattute. Il Montecchio voleva battere la capolista e per quattro volte è andato in vantaggio con le doppiette di Primucci e Calgaro, ma quattro volte il tenace Villafranca ha rimontato con Porceddu, Elia, Caridi e Martins. Sa di beffa sopratutto l’ultimo pareggio arrivato al 90′ ma troverete tutti i dettagli della gara più bella dell’anno nel servizio del nostro inviato Andrea Benedetti Vallenari.  Così il Villafranca resta avanti di 4 punti al Cartigliano che ha vinto in casa del San Martino  con un gol ad inizio gara di capitan Miotti difeso poi con unghie e denti dai ragazzi di Ferronato.  Il Cartigliano ha superato in classifica il Caldiero che ha pareggiato con il Valdagno Vicenza 1-1 . E qui c’è l’altro grande rimpianto della domenica con il pareggio conquistato dai termali nei minuti finali. Vittadello ha dato entusiasmo alla sua truppa cogliendo due punti preziosi con Pozzonovo e Caldiero e vincendo domenica scorsa sulla Marosticense ma se oggi la sua squadra fosse riuscita a gestire la vittoria stasera la classifica avrebbe un altro significato. Il Valdagno ha realizzato il secondo gol con Tadic ma l’arbitro ha annullato per fuorigioco e lo stesso giocatore ha sprecato l’occasione per portare la sua squadra sul 2-1 Altra squadra vicentina protagonista è la Marosticense che vince lo scontro salvezza con il Bardolino e si rilancia in classifica grazie alle reti di Petronievic e del giovane difensore Rossi.

Promozione

Nel girone A il Garda vince il match clou con il San Giovanni Lupatoto e acquisisce 5 punti di vantaggio che fanno pensare ad una fuga importante anche se nove gare sono tante per suonare già le campane a festa. l’Aurora Cavalponica rimane terza pareggiando 2-2 a Castelbaldo.  Si risolleva bene la Seraticense che ha vinto 3-0 con il Badia Polesine  (gol di Borotto, Spessato e Angel), mentre il Longare non va più in là del pareggio casalingo con l’Albaronco.

La gioia della Seraticense dopo il secondo gol di Spessato (altra foto di Debora Giorio in copertina) 

Nel girone B il Valbrenta accenna la fuga dopo la vittoria per 2-0 sullo Schio con le reti di Pinton e Rimoldi. Adesso i punti di vantaggio sono 6 e addirittura 12 sul Rosà che ha battuto la Juventina Laghi. La Calidonense aggancia il quinto posto grazie alla vittoria sul Cornedo (di questa partita ci parlerà Marco Marra). Il Camisano cerca una rimonta complicata vincendo in casa del Nove, mentre perde ancora il Sarcedo con la Godigese. Brusca frenata nella volata play-off del Rivereel battuto in casa dal Campigo.

Prima Categoria

Nel girone B il Nogara vince con l’Isola Rizza rimettendo in discussione il campionato anche se il Cologna ed il Valdalpone non riescono a reinserirsi nella lotta per il primo posto con  il Cologna fermato dal Cerea e il Valdalpone battuto in casa dal rilanciato Pro Sambo. Ancora una sconfitta per il Lonigo con il Casaleone.

Nel girone C il Tezze porta a 6 il vantaggio di punti sul Chiampo battendolo 3-1. La squadra di Nicolè viene scavalcata dal Marola che ha battuto 2-0 il Silva e dal Monteviale che ha battuto con lo stesso risultato il Monteviale. Gli arzignanesi hanno un vantaggio di 4 punti sul Marola che continua nella sua serie positiva e di 5 sulla squadra di Lazzaron. Dopo le prime quattro arrivano Montebello e Pedemontana che hanno vinto con Alte e Grisignano. Solo un pari invece per il Le Torri con il Poleo e finisce 0-0 anche fra Montecchio Precalcino e Sovizzo c he si limitano a muovere la classifica. La secca sconfitta del Fara a Gambellara frena l’operazione salvezza del Costa Barausse e rilancia le ambizioni del Gambellara.

Nel girone F si fa consistente il vantaggio del San Giorgio in Bosco che vince 3-2 a Riese mentre l’Azzurra Sandrigo non va oltre lo 0-0 nella derby con il Berton Si avvicinano a sandricensi il Cassola che batte 4-0 l’Union Ezzelina e la Fontanivese che ha battuto il Torreselle. Torna alla vittoria anche il Carmenta mentre risolve poco il pareggio per 0-0 fra Pianezze e Mottinello

 


Sull'Autore

Federico Formisano