Prima Categoria

Continua la marcia della Pedemontana. Frigo manda K.O. il Valdagno

Scritto da Marco Marra

Basta una rete di Alberto Frigo ai bianconeri per sbarazzarsi del Valdagno e mettere in cascina altri tre punti d’oro. Fuori per infortunio Sartori nel primo tempo, varie chance per il raddoppio non concretizzate e poco altro. La Pedemontana mantiene la vetta

PEDEMONTANA – VALDAGNO 1-0  (Primo tempo 1-0)

PEDEMONTANA: Zanconato; Ballardin, Zerbaro, Sartore, Salerno; Vaccari, Crestani (59’ Pizzato); Battaglin (89’ Gobbato), Broccardo, Frigo (76’ Apolloni); Spanevello (76’ Chemello)   All. Remonato

Tutto il team della Pedemontana indossa una maglia-dedica a Matteo Faresin

VALDAGNO: Boaretto; Palumbo, Di Maggio, Prenzan, Forte; Piazza, Edgar Costa (67’ Stefani), Bernar, Sartori (37’ Bicego (87’ Greselin)); Nwanyanhu, Nerboldi

Squadre schierate in campo

MARCATORI: 12’ Frigo (P)

AMMONITI: 72’ Palumbo (V), 83’ Battaglin (P), 86’ Ballardin (P)

Al Comunale di Chiuppano si affrontano Pedemontana e Valdagno nel settimo turno di campionato. Una giornata in cui lo sport passa purtroppo in secondo piano, visto l’imminente dpcm emanato dal premier Giuseppe Conte che, tra le varie restrizioni da applicare alla vita di tutti i giorni, imporrà un nuovo stop alle attività dilettantistiche a partire da domani. Considerando la consistente impennata dei contagi da coronavirus e l’impossibilità di garantire tutela ai calciatori e continuità ai tornei (oggi si segnalano ben 22 gare rinviate), è una scelta tanto triste quanto obbligata. La stagione sportiva verrà dunque interrotta, con l’auspicio che sia solo un arrivederci e non una definitiva sospensione.

Pedemontana col vento in poppa nelle ultime giornate, obiettivo di quest’oggi i tre punti per proseguire il testa a testa con il Le Torri Bertesina ed allontanare l’assalto dell’Arcugnano. Avvio di campionato invece altalenante in quel di Valdagno, culminato da un pesante 0-3 incassato dal Grantorto nell’ultimo turno. Biancazzurri chiamati quest’oggi ad una reazione d’orgoglio.

Clima gradevole e buona presenza di pubblico a Chiuppano. Padroni di casa in tenuta rossa, ospiti in completo nero.

LA CRONACA

Poche novità nell’assetto per la Pedemontana: Remonato conferma il blocco difensivo composto da Salerno, Zerbaro, Sartore e Ballardin, in mediana Vaccari e Crestani, sulle corsie Battaglin e Frigo, trequartista Broccardo alle spalle della punta Spanevello. Schieramento simile per gli ospiti, retroguardia a quattro composta da Palumbo, Di Maggio, Prenzan e Forte, in cabina di regia Edgar Costa e Bernar, sulle laterali Piazza e Sartori, tandem d’attacco Nwanyanwu-Nerboldi.

In avvio di gara il canovaccio della gara non tarda a definirsi: Pedemontana in costante proiezione offensiva specie per merito dell’ottima qualità sulle fasce, Valdagno in attesa del momento più opportuno per colpire in ripartenza sfruttando il baricentro alto degli avversari. Il primo pericolo capita sui piedi di Broccardo: suggerimento di Battaglin e diagonale mancino messo in corner da Boaretto. Due giri di orologio più tardi però la rete arriva, a siglarlo è uno degli uomini chiave per Mister Remonato: Alberto Frigo si libera per vie centrali e fa partire un bolide che bacia la traversa e varca la linea di porta. Prodezza dell’esterno offensivo bianconero, ormai bandiera in quel di Chiuppano e giocatore cardine in questo avvio di stagione.

Il primo tempo è un monologo bianconero, il Valdagno si limita a contenere gli assalti avversari onde evitare guai peggiori, senza riuscire a pungere particolarmente. Al 17’ sugli sviluppi di una punizione Broccardo arpiona in area e calcia col sinistro, devia in corner un difensore. Ci prova anche Spanevello in torsione una manciata di minuti più tardi, sulla respinta di Boaretto mette poi a lato di poco. Poco più tardi gran numero di Battaglin, doppio passo a disorientare il diretto avversario e diagonale mancino smorzato da Boaretto.

Primo affondo ospite alla mezz’ora di gioco: spunto di Piazza sull’out di sinistra e conclusione dal limite di Nerboldi, blocca a terra Zanconato. La buona sorte però non assiste gli ospiti, al 35’ un duro scontro di gioco costa a Capitan Sartori un duro colpo alla spalla che lo costringerà a lasciare il campo in barella, prima della chiamata al 118. Giocatore applaudito da buona parte del pubblico, a lui poniamo i migliori auguri ed una pronta guarigione!

Prima dell’intervallo altre tre occasioni non sfruttate dai padroni di casa: prima il colpo di testa di Spanevello neutralizzato da Boaretto, poi lo splendido sinistro ad effetto del solito Frigo deviato dall’estremo biancazzurro, per concludere il contropiede tre contro due instaurato e concluso da Battaglin che, dopo aver dialogato con Broccardo, coglie in pieno la traversa col mancino dal limite dell’area. Non di certo fortunata la squadra di Remonato in fase realizzativa, lo score poteva esser già ben più tondo all’intervallo.

Nella ripresa i ritmi del match non decollano, seppur la Pedemontana vada vicina ancora al raddoppio con Broccardo che sfrutta l’ottimo break difensivo di Salerno, ma giunto in zona tiro si fa ipnotizzare da Boaretto. Broccardo tenta il riscatto al 74’ con una poderosa azione personale, reattivo però ancora il portiere del Valdagno sul suo destro potente. Pericolosi anche gli ospiti, Nwanyanhu va infatti a sfiorare la traversa con un bolide di destro dal limite dell’area. Il match resta sull’1-0, ma le occasioni non son certo mancate…

Le energie da ambo le parti sembrano oramai scarseggiare, al tramonto del match da segnalare giusto la buona occasione per Chemello che dopo essersi involato in campo aperto spara alto sopra la traversa mancando il raddoppio. Al termine del terzo di recupero l’arbitro fischia la fine e sancisce il terzo successo di fila per la Pedemontana. Gara non di certo memorabile considerando lo score, ma non per questo noiosa o monotona. Bianconeri meritevoli vista la succosa mole offensiva prodotta nell’arco di tutta la partita, al Valdagno è mancato forse quel piglio necessario per mettere alle corde la retroguardia avversaria, nonostante abbia retto e a tratti abbia comunque tentato di imbastire buone trame di gioco.

LA CLASSIFICA E I PROSSIMI IMPEGNI

Pedemontana che, sfruttando il rinvio della gara tra Le Torri e Summania, vola provvisoriamente in vetta solitaria e mantiene il punto di vantaggio sull’Arcugnano (oggi vittorioso contro il Poleo). Valdagno ancora sconfitto e relegato al tredicesimo posto nel Girone C.

Cala dunque il sipario sui campionati dilettantistici, almeno per il momento. Nella migliore delle ipotesi, in caso venissero scongiurate proroghe al dpcm, le attività verranno riprese il prossimo 24 novembre. Nel frattempo stringiamo i denti, non smarriamo il sorriso e attendiamo con trepidazione tempi migliori. Una volta superato quest’incubo, sarà tutto più bello!

Marco Marra

Sull'Autore

Marco Marra