Serie B

Il Vicenza perde malamente a Reggio Calabria sbagliando anche un rigore

Scritto da Federico Formisano

Reggina- Vicenza 3-0

REGGINA (4-2-3-1): Nicolas; Lakicevic, Stavropoulos, Dalle Mura, Di Chiara (Liotti dal 75′); Bianchi (Crimi dal 75′), Crisetig; Bellomo (Foloruscho dal 55′), Edera, Situm (Menez dal 75′); Montalto (Denis dal 55′). A disposizione: Plizzari, Cionek, Delprato, Liotti, Loiacono, Crimi, Micovschi, Rivas, Menez, Okwonkwo. Allenatore: Baroni

LR VICENZA (4-3-3): Grandi; Bruscagin, Padella, Valentini, Beruatto (Barlocco dal 74′) ; Agazzi, Rigoni (Pontisso dal 63′), Da Riva (Mancini dal 55′); Vandeputte, Gori (Longo dal 63′), Nalini (Giacomelli dal 46′). A disposizione: Zecchin, Perina, Zonta, Cinelli,  Pasini, Ierardi, Cappelletti, Barlocco. Allenatore: Di Carlo

Arbitro: Matteo Marchetti della sez. di Ostia Lido

Ammoniti: Valentini (V) Lakicevic (R)

Autorete di Valentini al 3′ Edera al 6′ Denis al 56′

Vicenza con la Reggina

Note: Giornata soleggiata e ventosa, terreno in buone condizioni.

Di Carlo come ci ha abituato schiera la squadra con alcune sorprese: in difesa gioca Valentini a fianco di Padella con Beruatto esterno a sinistra e Pasini, Cappelletti e Ierardi in panchina. a centrocampo confermate le impressioni della vigilia mentre davanti giocano Vandeputte e Nalini accanto a Gori con Giacomelli in panchina con Longo e Mancini.

Nella Reggina confermato il giovane Dalle Mura preferito all’esperto Cionek mnetre giocano i due ex Bianchi e Bellomo con Situm con Rivas, Denis e Menez pronti a subentrare.

Dopo 3′ la Reggina va clamorosamente in vantaggio: su Calcio d’angolo sfiora Da Riva e Valentini colpisce di petto e la mette nella porta del sorpreso Grandi

Ma non è finita qui: Valentini è in ritardo ed Edera raddoppia!!!

Il Vicenza non ha praticamente toccato palla e siamo già sotto di due gol. Ma al 8′ il Vicenza si fa vedere con Nalini che si libera con eleganza e conclude, para Nicolas.  Al 24′ Gori si libera bene e calcia alto sulla traversa.

Al 39′ finta di Vandeputte e tiro di Beruatto che finisce a lato.  Al 40′ ammonizione di Valentini per fallo di Montalto che andava verso la porta. La punizione di Bellomo è facilmente parata da Grandi.

Finisce un primo tempo iniziato come un incubo con due gol in 6′: il Vicenza ha cercato di reagire ma l’attacco appare impalpabile: con Gori autore di un tiro alto e Nalini e Vandeputte troppo lontani dal vivo del gioco. Di Carlo apporterà subito qualche cambio ?

E Di Carlo provvede subito con Giacomelli che entra al posto di Nalini.  Il Vicenza sembra più determinato ma Nicolas non viene impegnato: sulla destra  agisce Vandeputte con Giacomelli a sinistra.

Al 55′ Di Carlo si gioca la carta Mancini che prende il posto di Da Riva. I biancorossi si schierano con il 4-4-2 con Mancini e Gori di punta. Ma non c’è nemmeno il tempo di valutare il nuovo schieramento che subiamo il terzo gol: pasticcia Rigoni, poi Padella tira addosso a Bianchi e Denis entrato in campo da un minuto non ha difficoltà a battere Grandi.

Di Carlo non è evidentemente soddisfatto e toglie Gori e Rigoni inserendo Longo e Pontisso. Al 72′ si affaccia il Vicenza con Vandeputte dopo un corner di Giacomelli.  Ma la palla esce a lato.

Al 73′ colossale occasione per il Vicenza: Beruatto tira e Lakicevic colpisce di mano; l’arbitro concede il rigore e Giacomelli va sul dischetto, ma Nicolas si dimostra reattivo e para la conclusione del capitano. Si resta sul 3-0

Il Vicenza prova almeno a realizzare il gol della bandiera ma Padella e Valentini non riescono a chiudere e comunque l’azione viene fermato per un fuorigioco.

Al 88′ Giacomelli prova a sorprendere Nicolas fuori dai pali ma la palla va alta.

Finisce con una pesante punizione per il Vicenza quasi mai in partita e condizionato dalle assenze in attacco. Le due sconfitte consecutive non cambiano la situazione perchè ci sono sempre 7 punti di vantaggio sulla zona play-out ma sfumano con questi due risultati tutte le possibilità di agganciare la zona play-off.  La Reggina invece questo sogno lo può coltivare con 2 sconfitte nelle ultime 15 gare.

Sull'Autore

Federico Formisano