Serie B

Vicenza sono dolori: terza sconfitta in campionato, settima consecutiva. Salta Di Carlo?

Scritto da Federico Formisano

Cosenza – Vicenza 2-1 

Cosenza (3-5-2): Vigorito; Tiritiello, Rigione, Vaisanen; Situm, Carraro, Palmiero (dal 90’+5’ Gerbo), Boultam (dal 65’ Vallocchia), Sy; Caso (dal 72’ Pandolfi), Gori. A disposizione: Saracco, Pirrello, Minelli, Venturi, Corsi, Ebongue, Panico, Millico, Pandolfi, Kristoffersen. Allenatore: Marco Zaffaroni.

LR Vicenza (4-3-3): Pizzignacco; Ierardi, Brosco, Padella, Calderoni; Proia (dal 58’ Pontisso), Taugourdeau (dal 65’ Giacomelli), Crecco (dal 46’ Ranocchia); Dalmonte, Diaw (dal 58’ Meggiorini), Longo (dal 82’ Mancini). A disposizione: Grandi, Bruscagin, Di Pardo, Cappelletti, Pasini, Zonta, Rigoni.

Arbitro: sig. Alessandro Prontera di Bologna, assistenti Fabio Schirru di Nichelino e Pasquale Capaldo di Napoli, quarto uomo Daniele Virgilio di Trapani. VAR: Antonio Di Martino di Teramo e Emanuele Prenna di Molfetta.Marcatori: 8’ Gori (C) 61′ Caso (C)  93′ Meggiorini (V) su rigore

Ammoniti: Tiritiello (C) Padella, Dalmonte, Calderoni  (V)

Note: Terreno in buone condizioni, giornata mite

Di Carlo non si smentisce e mischia le carte con Ierardi sulla destra (fuori sia Di Pardo che Bruscagin), Brosco e Padella (e non Cappelletti centrali), Taugurdeau in campo dall’inizio in un centrocampo tutto nuovo con Proia e Crecco, Dal Monte esterno e Longo ad affiancare Diaw in avanti.  Nel Cosenza confermate le previsioni della vigilia.

Al 2′  punizione dal limite per il Vicenza Taugourdeau, ci prova sfera respinta da Vigorito senza che nessuno dei biancorossi riesca a ribadire.

Al 8′ segna la squadra di casa: Caso si porta in avanti e serve al limite dell’area Gori, che spara una  conclusione vincente sul secondo palo: è il gol dell’ex ma sopratutto ancora una volta lascia perplessi l’intervento di Pizzignacco che forse sarebbe potuto intervenire meglio sul pallone

Lancio di Carraro che cerca l’inserimento di Boultam, la palla è però appena troppo lunga ed è preda di Pizzignacco.

Al 20′ Il Cosenza prova a sfondare sulla fascia destra, prima Gori e poi Situm mettono in area due cross interessanti ma in entrambe le occasioni ci arrivano prima i difensori del Vicenza

Al 32′ Gran lancio di Carraro per Caso che scappa via in velocità, entra in area e, da posizione angolata, calcia di destro, tiro potente ma Pizzignacco copre bene lo specchio e respinge! (Se Gori è un ex Caso avrebbe potuto essere un giocatore del Vicenza, ma la trattativa non si è concretizzata).

Finora solo Cosenza e poco Vicenza

Foto da Cosenza Channel

Al 61′  Gol di Giuseppe Caso! Gori restituisce l’assist al compagno, lancio per Caso che se ne va via in velocità, si presenta di fronte Pizzignacco e lo batte con un destro preciso!

Al 68′ Cross di Calderoni, tiro al volo di Dalmonte che si spegne però a lato

Al 70′ Ci prova Longo dal limite, conclusione centrale

Al 77′ Traversa colpita da Gabriele Gori! Splendido sinistro a giro di Gori che si stampa sulla traversa! Sarebbe stato il gol della domenica per l’attaccante rossoblu!

Al 84′ tiro di Pontisso fuori di poco
Al 89′ il destro di Giacomelli da fermo è smorzato dalla barriera, Ierardi prova a rimettere in mezzo ma la palla è facile preda di Vigorito.
Al 93′ Pandolfi colpisce di mano in area di rigore e l’arbitro concede il rigore che Meggiorini trasforma; ma ormai non c’è più tempo e l’arbitro fischia la fine. Il Vicenza rimane a zero punti in classifica. Ha segnato il primo gol di questo campionato con un rigore al 93′ trasformato da Meggiorini. In 7 gare ha realizzato 4 reti e ne ha subite molte di più. Qualcosa non quadra nell’ambiente e a pagarne le conseguenze potrebbe essere Di Carlo anche se per noi è il meno responsabile.

E la particolare situazione della squadra la si evince anche dal fatto che nessuno (ne tecnico ne giocatori) fanno dichiarazioni a fine gara.

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano