Serie B

Vicenza ancora sconfitto: Di Carlo non lo salva più nessuno !

Scritto da Federico Formisano

Spal- Vicenza 3-2 (primo tempo 1-1)

Spal (4-2-3-1): Thiam; Dickmann (dal 79’ Zuculini), Vicari, Capradossi, Tripaldelli; Esposito, Viviani (dal 68’ Da Riva); Seck (dal 72’ D’Orazio), Mancosu, Crociata; Colombo (dal 79’ Melchiorri). A disposizione: Seculin, Spaltro, Coccolo, Heidenreich, Celia, Zuculini, Mora, Ellertsson, Piscopo, Melchiorri. Allenatore: Pep Clotet.

L.R. Vicenza (4-3-1-2): Grandi; Di Pardo, Pasini, Cappelletti, Calderoni; Zonta (dal 74’ Crecco), Pontisso (dal 19’ Padella (dal 74’ Longo)), Ranocchia; Proia; Mancini (dal 57’ Meggiorini), Giacomelli (dal 57’ Dalmonte). A disposizione: Pizzignacco, Confente, Brosco, Ierardi, Sandon, Crecco, Rigoni, Longo. Allenatore: Domenico Di Carlo.

Arbitro: sig. Antonio Di Martino di Teramo, assistenti Daniele Marchi di Bologna e Michele Lombardi di Brescia, quarto uomo Alessandro Di Graci di Como. VAR: Giacomo Camplone di Pescara e Luca Mondin di Treviso.

Marcatori: 30’ Seck (S), 37’ Zonta (LRV), 53’ Viviani (S), 61’ Colombo (S), 90’+3’ Proia (LRV)

Ammoniti: Mancini (LRV), Crociata (S) Tripaldelli (S)
Note: terreno in buone condizioni

Di Carlo ancora una volta stupisce tutti gli osservatori: schiera la difesa con Di Pardo e Calderoni sugli esterni e Pasini e Cappelletti centrali, a centrocampo giocano Zonta, Pontisso e Ranocchia con Proia a galleggiare fra centrocampo e attacco e di punta (ecco la sorpresa più grande) dentro Mancini e Giacomelli con Dalmonte e Meggiorini che partono dalla panchina. Nella Spal confermate le sensazioni della vigilia con una sola punta Colombo e con i palleggiatori Seck, Mancosu e Crociata ad agire negli spazi stretti.  Da Riva parte dalla panchina.

Al 5′ Mancosu serve Crociata (che quest’anno ha già castigato il Vicenza nella gara di Coppa con l’Empoli):  conclusione deviata in corner dalla difesa biancorossa Al 7′ Punizione potente di Giacomelli dalla distanza, Thiam respinge con i pugni. Al 9′ Ci prova Colombo con una conclusione dal limite, Grandi si distende e respinge. Al 18′ su angolo calciato da Giacomelli ribattuto dalla difesa, Di Pardo  prova la conclusione da lontano, palla a lato

Dopo 20′ Di Carlo è obbligato già al primo cambio, si fa Pontisso e il mister fa entrare Padella giocando con la difesa a 5 con Di Pardo e Calderoni che alzano il baricentro e con Proia che forma il centrocampo a tre con Zonta e Ranocchia.

Foto da spalferrara.it

Al 28′  Crociata tira da fuori ma il pallone esce a lato. Al 30′ passa la Spal con una elaborata azione che dimostra l’abilità dei solisti che liberano Tripaldelli al cross: Seck tocca e porta in vantaggio i ferraresi.

Ma dopo 7′ pareggia il Vicenza: Calderoni che spinge molto sulla fascia effettua un tiro cross su cui si avventano Zonta e Capradossi con lo spallino che tocca per ultimo spiazzando il portiere.

Il tempo si chiude con una punizione di Viviani che finisce  sull’esterno della rete

Proprio Viviani dopo aver fatto le prove trasforma però al 8′ della ripresa con una punizione magistrale.  Di Carlo prova con i cambi a rovesciare una gara che per l’ennesima volta sembra segnata: Meggiorini e Dalmonte prendono il posto degli attaccanti Mancini e Giacomelli ma la squadra non fa tempo a riorganizzarsi che Colombo parte da solo  e senza praticamente trovare opposizione segna il terzo gol.  La squadra sembra incapace di reagire e non crea situazioni pericolose lasciando ampi spazi al contropiede avversario.

E a questo punto della gara che si intuisce che fra Di Carlo e la squadra si è creata una frattura. Dispiace dirlo ma la sostituzione di Padella appare difficile da giustificare (se il mister voleva tornare con la difesa a 4 poteva togliere Cappelletti o Pasini e non l’ex ascolano che era subentrato al posto di Pontisso) Quello che sconcerta è la reazione di un giocatore esperto come Padella che non si vedeva da anni a Vicenza: il giocatore sembra colto dalla tarantola e si lascia andare a un evidente contestazione dell’allenatore.

Intanto la gara prosegue: il Vicenza si riassesta con Longo e Meggiorini di punta e Dalmonte esterno. Il centrocampo viene ridisegnato con Crecco, Ranocchia e Proia. Ma il risultato non cambia e anzi è la Spal a sfiorare con il neo entrato D’Orazio il quarto gol.

 

da www.spalferrara.it

Solo quando mancano gli ultimi istanti alla fine della gara il Vicenza accorcia: Corner di Ranocchia e colpo di testa vincente di Proia che accorcia le distanze.  Il Vicenza perde anche a Ferrara, quinta sconfitta in cinque gare (nono insuccesso considerando amichevoli e gara di Coppa) . In campionato ha segnato 4 gol ma ne ha subiti 11. E delle 4 reti segnate una è un autorete, una è un rigore. Proia con due gol di testa è l’unico biancorosso ad aver segnato su azione. I dati complessivi sono inquietanti e anche i più tenaci difensori di Di Carlo (fra cui il sottoscritto) dubitano che possa essere l’uomo di Cassino a cambiare una situazione molto complicata. Società, se ci sei, batti un colpo

Federico Formisano

I risultati

Frosinone – Brescia 2-2  Bertagnoli (B)  Zampano, Canotto (F) Moreo (B) (giocata ieri)
Alessandria – Ascoli 1-3  Dionisi, Botteghin, Collocollo (As) Palombi (A)
Benevento Cittadella 4-1  Acampora (B) Okonwko (C) tripletta di Lapadula (B)
Cosenza – Como 2-0 Gori e Millico (Cos)
Crotone – Lecce 0-3 Di Mariano (2) Strefezza (L)
Pisa – Monza 2-1  Sibilli, Lucca  (P) Dany Mota (M)
Pordenone – Reggina  1-1 Magnino (P)  Galaninov (R)
Spal – LrVicenza 3-2   Seck (S) Capradossi (Aut)  Viviani e Colombo (S) Proia (V)

Domani (20.30)

Cremonese – Perugia
Ternana- Parma

Classifica: Pisa 15, Ascoli 12, Brescia 11, Benevento 1o,  Cittadella , Cremonese, FrosinoneReggina 9,  Lecce 8,  Spal,  Cosenza 7, Parma,  Monza  6,   Perugia 5 , Crotone  3, Como 2, Pordenone, Ternana 1  Vicenza,  Alessandria  0

Sull'Autore

Federico Formisano