Promozione

En plein in trasferta della Marosticense, battuto anche un buon Monteviale

Scritto da Antonio Martinello

MONTEVIALE – MAROSTICENSE 0 – 2

MONTEVIALE: Aspergh, Carrassi (dal 75’ Porcellato), Frizzo, Casolin, Milanello, Perucca, Marazia, Erba, Marzari (dal 65’ Belloni), Fortunato (dal 27’ Talli), Zanovello (dal 46 Carmucci). Allenatore: Denis Lazzaron

Monteviale

MAROSTICENSE: Bortignon, Russo (dal 22’ Palermo), Bernardi, Lunardon, Parise (dal 88’ Cortese), Signori, Lobbia (dal 34’ Torresan), Minato (dal 85’ Manfio), Merlo, Contro, Nonni (dal 87’ Bellossi) Allenatore: Ezio Glerean

Marosticense

Arbitro: Ousseynou Sy di Verona Assistenti: Gaetano Zanaletti & Sara Resistente di Schio.

la terna arbitrale

Reti: Torresan al 61° e Merlo al 74° (MAR)

Ammoniti: Aspergh, Milanello, Perucca (MV) Parise, Minato, Nonni, Palermo (MAR)

Oggi a Isola Vicentina, nuova casa del Monteviale per il periodo invernale, partita di cartello tra il Monteviale e una delle tre capoliste del girone B di Promozione, la Marosticense. Il manto sintetico del campo sportivo è perfetto e permette alle due squadre di giocare la palla con buona padronanza. Il compito per la formazione di mister Lazzaron è di quelli importanti oltre ad essere la capolista, la formazione di Mister Glerean ha fino ad ora nel proprio cammino collezionato sei vittorie su sei gare in trasferta.

Mister Lazzaron schiera i propri uomini con un 4 – 4 – 2 con la novità di Marazia a fare coppia con Marzari nel tandem offensivo, mentre a centrocampo forma un rombo con Fortunato e Zanovello ai lati e Perucca e Erba ai vertici. La difesa a 4 con Carrassi, Milanello, Casolin e Frizzo. La Marosticense risponde con un classico 4 – 3 – 3 con davanti le tre punte Nonni, Merlo e Lobbia.

Il primo tempo le due squadre lo giocano con molta attenzione a non scoprirsi, pertanto il gioco non decolla, sotto l’aspetto delle occasioni da rete, ma si può apprezzare la bontà dei meccanismi e delle sovrapposizioni tra i reparti delle due squadre. Da segnalare la grande parata di Aspergh al 37’ sul tiro ad incrociare di Minato dai 16 metri, ed alcuni tentativi dove le difese hanno sempre avuto il sopravvento sugli attacchi.

grande parta di Aspergh

La ripresa ha compensato sotto l’aspetto del gioco quanto non espresso nel primo tempo. Nei primi minuti è il Monteviale a premere di più nell’acceleratore e riesce a comprimere gli ospiti per alcuni minuti nella propria metà campo, ma proprio per le sue caratteristiche di squadra gli ospiti offrono il meglio nelle ripartenze confermandosi squadra da trasferta. Al 16’ arriva il vantaggio ospite ad opera di Torresan bravo a ribattere a rete dopo una serie di rimpalli tra traversa e portiere.

Torresan festeggia

Il Monteviale non ci sta e cerca di reagire, ma qui gli attacchi dei giallo/rossi devono fare i conti con il portiere Bortignon bravo a mettere in angolo due tentativi di testa degli avanti di casa.

Bortignon in bello stile

 

Non è da meno Aspergh il portiere di casa che riesce a deviare sulla traversa un malizioso calcio di punizione dalla destra, mentre non può nulla al 77’ quando Merlo si presenta sulla sinistra dell’area sempre su un’azione di ripartenza e con un tiro ad incrociare praticamente chiude la partita con il Monteviale.

Aspergh devia devia sulla traversa

gol di Merlo

Al 90’ vedendo i risultati dagli altri campi risulta che la Marosticense ora guida la classifica, approfittando del pareggio tra Sarcedo e La Rocca. Dallo spogliatoio si sentono i ragazzi di Mister Glerean che festeggiano il primato
Con questa vittoria probabilmente la Marosticense domenica prossima festeggerà il pur laconico ma importante titolo di campione d’inverno, dovendo affrontare il Le Torri ancora purtroppo fermo a all’ultimo posto in classifica.

parata di Aspergh

In casa Monteviale non si fanno drammi per la sconfitta anche alla luce del comportamento della squadra nella gara odierna, dove per un’ora ha tenuto testa alla capolista, giocando alla pari ribattendo colpo su colpo. Ora il pensiero si dovrà concentrare sullo scontro diretto di domenica prossima a Trissino per mantenere una distanza di sicurezza dalla zona calda della classifica.

 

Sull'Autore

Antonio Martinello