Promozione

Longare coglie tre legni, il Malo tre punti….

Scritto da Federico Formisano

LONGARE – MALO 1-2

Longare: Guadagnin, Ghiotto(27’st Beggiato), Turrini(33’st Tonini), Faccio(36’pt Kokollari), Ruzza, Finazzi, Rampazzo, Riello(1’st Balsemin), Carmucci(12’st Bernardelle), Pegoraro, Pozza. A disposizione: Albijanic, Braga, Baldeh, Iurilli.  All. Riello

una formazione del Longare

Malo: Antoniazzi, Zaccaria, Ballardin, Vaccari, Moore, Ruviero(29’st Clementi), Piazza(20’st Savio), Dal Zotto, Tecchio(35’st Pogietta), Bergo(25’st Petronijevic), Cecchin. A disposizione: Funcis, Brandi, Affolati, Cazzola, Comparin. All. Piccoli

Malo (Foto di Antonio Martinello)

Arbitro: Alberto Gironi di Verona   Assistenti: Bergamin di Castelfranco e Zambon di Vicenza
Reti: 19’pt Bergo (M), 24’st Savio (M), 44’st Bernardelle (L)
Ammonizioni: 44’pt Turrini (L), 18’st Piazza (M), 40’st Pegoraro (L), 43’st Kokollari (L), 43’st Vaccari (M)
Nella quinta giornata di campionato i padroni di casa del Longare sono battuti immeritamente per 2-1 dal Malo. Il Longare inizia bene la partita rendendosi pericoloso al 5’ con uno scambio tra Riello e Rampazzo, che porta quest’ultimo al tiro, deviato da un difensore. Sul corner seguente Riello colpisce di testa, ma la palla finisce sulla traversa. Per i primi dieci minuti gli ospiti badano solo a difendersi. Poi escono dal guscio e al 13’ Dal Zotto crossa in area per Tecchio, ma sul suo tiro il portiere locale è attento e para. Al 19’ però, è proprio su un suo errore che nasce il vantaggio degli ospiti. Ricevuto un retropassaggio da un compagno di squadra, ritarda troppo il rilancio facendosi portar via palla da Bergo, che a porta vuota infila indisturbato. Al 28’ grande occasione per il raddoppio, ma Zaccaria calcia fuori da ottima posizione un cross di Tecchio. Al 35’ Guadagnin è bravo a deviare in calcio d’angolo un insidioso colpo di testa di Ballardin. Nel finale del primo tempo il Longare si rende pericoloso in due occasioni. Al 40’ Rampazzo entra in area e serve Ruzza, il tiro di quest’ultimo viene deviato in angolo da un difensore. Al 41’ un colpo di testa di Riello lambisce il palo alla sinistra del portiere ospite. Finisce il primo tempo con il risultato di 0-1, ma il match è stato sostanzialmente equilibrato.
Ad inizio ripresa si parte subito a spron battuto e già al 1’ gli ospiti potrebbero segnare, ma Bergo entrato in area indugia troppo e viene recuperato da un difensore che lo costringe a tirare fuori dallo specchio della porta. Sul rovesciamento di fronte, Pegoraro calcia da fuori area e la palla finisce di poco a lato. I padroni di casa premono alla ricerca del pareggio e al 7’ un colpo di testa di Pozza si spegne a fil di palo. Al 10’ Pegoraro fa partire un gran tiro da fuori area, ma la palla si stampa sulla traversa. Al 15’ il Longare colpisce il terzo legno della sfortunata giornata con Rampazzo, che appena dentro l’area tira un missile che si infrange sul palo. Al 24’ il Malo raddoppia con un’azione di contropiede orchestrata da Savio, che lanciato a rete supera Guadagnin e insacca. Il Longare reagisce e crea due grosse occasioni con Bernardelle, ma non vengono sfruttate a dovere. Al 44’, finalmente proprio Bernardelle accorcia le distanze con un tiro su mischia. Rimangono ancora 5 minuti di recupero assegnati dall’arbitro Gironi, la cui direzione è stata molto lacunosa, ma non succede più niente e la partita termina con la vittoria degli ospiti. A nostro avviso per quanto si è visto in campo il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto.
Corrado Battilana

Sull'Autore

Federico Formisano