Serie D

Arzignano Valchiampo scivola al “Gabbiano”; va al Campodarsego il big match

Scritto da Federico Formisano

CAMPODARSEGO-ARZIGNANO VALCHIAMPO 4-1 (pt 3-0)

CAMPODARSEGO: Pirana, Sanavia, Ndoj (40′ st Dario), Trento, Colman Castro ,Marcolini, Caporali, Radrezza (37′ st Leonarduzzi), Aliù (43′ st Beccaro), Pietribiasi (26′ st Kabine), Michelotto (46′ st Nalesso). A disposizione:Brino, Barison, Menale, Bugin. Allenatore: G. Fonti.

ARZIGNANO VALCHIAMPO: Dani, Toso, Scandilori (1′ st Vanzan), Maldonado, Bordi, Salvadori (7′ st Bigolin), Raimondi (31′ st Nobile), Forte, Odogwu, Ilari (20′ st Valenti), Casagrande (1′ st Hoxha). A disposizione: Colesso,Fracaro, Romio. Allenatore: V. Italiano.

Arbitro: Pascarella di Nocera Inferiore (Lamannis-Lazzaroni).

Reti: 5′ pt rigore Pietribiasi, 38′ pt Caporali, 39′ pt Michelotto; 17′ st Pietribiasi, 21′ st Raimondi.

Note: ammoniti Colman castro, Pietribiasi, Ndoj, Scandilori e Vanzan. Calci d’angolo 1-3. Recupero 1′ e 4′.

Gara condizionata da un contestato rigore in avvio, poi i padroni di casa dilagano approfittando di alcuni errori in fase difensiva dei giallocelesti. Di Raimondi la rete della bandiera*

S. ANDREA (PD)* – Scivolone esterno dell’Arzignano Valchiampo, che cade  al “Gabbiano” di S. Andrea per 4-1 nel big match contro il Campodarsego. Una partita fortemente condizionata da un contestatissimo rigore concesso ai padovani in avvio di gara, e da un momento di black out dei giallocelesti prima della fine del primo tempo che hanno spianato la strada al successo
dei padroni di casa: per quello che si era visto in campo è apparso incredibile vedere l’Arzignano sotto per 3-0 all’intervallo (gol di Pietribiasi, Caporali e Michelotto), dopo le tantissime occasioni create.
Rimane il rammarico perché la prestazione anche stavolta c’è stata, contro un avversario di valore assoluto i ragazzi di Italiano se la sono giocata ad armi pari. Nella ripresa c’è stato spazio ad una disattenzione difensiva che ha portato il Campodarsego a segnare il quarto gol, e alla rete della bandiera gialloceleste messa a segno da Raimondi. Adesso spazio a qualche giorno di riposo per le festività pasquali, poi si ritorna in campo per preparare la partita casalinga di domenica prossima col Tamai.


Sull'Autore

Federico Formisano