Seconda Categoria

Seconda Categoria, girone E: il punto dopo tre giornate

Scritto da Federico Formisano

Il punto e le statistiche:

due squadre sono al comando della classifica a punteggio pieno, la Telemar e la Virtus Plateolese.  Apparentemente facile la vittoria dei vicentini della città, anche se poi si andrà a vedere che la squadra di Maggi ha dilagato solo nel secondo tempo. La Virtus Plateolese ha vinto lo scontro diretto per l’alta classifica con il Bp 93 in un gara sicuramente condizionata dagli episodi. Chi ha assistito alla gara spiega che i due calci di rigore che hanno permesso la vittoria dei padovani erano solari (il secondo per un fallo di mano che ha impedito la rete). Ma certo rimanere in campo in otto per tre espulsioni non fa rimanere del tutto sereni e tranquilli nei confronti di chi ha diretto la gara e le proteste del Bp 93 qualche fondamento lo trovano. Alle spalle delle prime due ci sono San Lazzaro e Fides a quota 7 ancora imbattute. Il San Lazzaro vince 3-0 con il Cervarese (squadra che sembra non aver ancora carburato nel nuovo raggruppamento) e la Fides ha pareggiato il derby con il Quinto per 1-1. A quota 6 l’Isola e il Maddalene che hanno entrambe vinto due gare su tre  e sono reduci dai successi su Grumolo in trasferta con un robusto 4- 0  (l’Isola ) e con l’Altair in casa per 2-0 (il Maddalene). L’Spf sarebbe a punteggio pieno se le sue gare finissero nei primi 45’ dopo aver vinto la gara con il Lampo, ha pareggiato con Motta e  Campodorese facendosi rimontare dal doppio vantaggio in entrambe le circostanze. A Quota 0 rimane in questo momento solo il Lampo che ha anche il peggior attacco del girone con appena una rete realizzata in tre gare. La peggior difesa appartiene al Motta (11 gol) mentre il miglior attacco è del Telemar che non a caso ha anche il capocannoniere del girone (Santini con 6 gol). Telemar ha anche la miglior difesa assieme alla Virtus Plateolese (un solo gol subito).

I top della settimana

Alberto Marangoni: sembrava deciso ad attaccare le scarpe al chiodo poi ci ha ripensato: il vizietto del gol è tutt’altro che scomparso e farne tre in una gara è diventata una buona abitudine.

Marangoni e Santini i due cannonieri del Telemar

Stefano Rosario, quattro reti realizzate in quattro giorni nelle due gare con Altair (Coppa) e Cervarese portano il San Lazzaro avanti in Coppa e nelle prime posizioni del campionato

San Lazzaro Fides

Luca Zacchia, il ventenne attaccanti con trascorsi nell’Azzurra Sandrigo, nel Camisano e nel Carmenta, trova un ottima intesa con il compagno di reparto Benacchio. Peccato che il Spf non sappia gestire il risultato e vanifichi i suoi gol ma per un ventenne 4 reti in tre giornate sono comunque un dato importante.

Complimenti fra Benacchio e Zacchia

Le cronache

Grumolo – Isola Castelnovo 0-4: Dopo la sconfitta subita per 3 a 0 contro la Virtus Plateolese la nostra prima squadra si è riscattata in campionato vincendo sul campo del Grumolo per 4 a 0 con le reti di Giordani, Belloro e Castagna(2). Ottima prova dei ragazzi su un campo non facile.  Domenica prossima si giocherà in casa contro il Maddalene! (da Facebook Isola Castelnovo)

Spf – Campodorese2-2  Per questa gara abbiamo pubblicato foto e servizio di Federico Formisano; questo invece quanto pubblicato sul sito della Campodorese:  Terza giornata di campionato da montagne russe per la Campodorese di Alessandro Belloni, che torna dalla trasferta sul campo dell’S.P.F. con un pirotecnico 2-2.
Gara dai due volti quella di oggi pomeriggio, con i padroni di casa avanti di due reti all’intervallo e con la veemente reazione ospite nella ripresa: prima è Davide Zordan ad accorciare le distanze su calcio di rigore, poi è una punizione di Giacomo Pauro a firmare il sospirato 2-2. Nel mezzo almeno tre nitide occasioni per la Campodorese, tutte mancate di un soffio, e un miracolo del portiere ospite Alessandro Zanardi, che nega il 3-1 ai padroni di casa con un riflesso prodigioso. Subito dopo il 2-2 è di nuovo l’S.P.F. ad avere il pallone del match su calcio di rigore, ma la mira è imprecisa e la sfera viene spedita oltre la traversa.
«Bisogna crescere e fare un bagno di umiltà – commenta a caldo mister Belloni – Dobbiamo renderci conto che non siamo più in Terza Categoria e che nulla ci è dovuto. Sarà un campionato tosto e di grande sofferenza e per questo è necessario cambiare passo e spirito. Oggi era una partita da vincere e abbiamo rischiato di perdere: bisogna scendere in campo con il sangue agli occhi ogni domenica». (da Facebook Campodorese)

Telemar – Bassan Team 5-0

Alla Telemar Arena arriva un Bassan Team Motta forte del miglior attacco del girone con 6 reti segnate, scaturite da due 3-3 consecutivi con San Lazzaro e SPF. Il Telemar con 6 punti in due partite parte favorito solo sulla carta. La squadra ospite si presenta in campo con un 4312 molto ben organizzato e ordinato, che da la sensazione di essere pericoloso in ogni azione con un attacco di peso ma allo stesso tempo forte tecnicamente.  I primi 15 minuti sono equilibrati con un occasione per Santini che però non concretizza.
I successivi 30 sono in mano al Motta che mostra un buon gioco e tiene molto bene il campo, sono svariate le occasioni in cui tiene il Telemar nei suoi ultimi 30 metri.  In una ripartenza però al 25esimo arriva l’1-0 del Telemar, palla rubata a centrocampo, contropiede innescato con Junior che crossa per Marangoni che centra il portiere, sulla respinta arriva Santini che su una carambola col difensore avversario che prova a spazzare segna il gol dell’1-0.  Telemar avanti. 6 totali per Santini. Fino al 45esimo non si vede più il Telemar e si vedono due occasioni per il Motta che arriva due volte a tu per tu con Bortoli ma due volte lo grazie calciando fuori. Nel secondo tempo l’atteggiamento mentale del Telemar è diverso e si vede, dopo 8 minuti errore della difesa del Motta, ne approfitta Junior che non sbaglia e trova la prima rete personale in campionato che è meritata viste le prestazioni mostrate nelle prime due uscite. Il Motta abbassa un po’ il ritmo, qualche buona azione con le sue due punte però pochi pericoli per Bortoli che si dimostra coraggioso in un paio di uscite. Da lì in poi si entra nel mondo di Marangoni.
Al 30esimo su punizione da 25 metri non sbaglia, palla sopra la barriera e 3-0 Telemar. 3 gol in 5 partite stagionali su punizione per lui.
5 minuti dopo sempre Marangoni si lancia nello spazio creato da Junior, assist di quest’ultimo e tiro al volo di Marangoni, traversa e rete. 4-0 Telemar. A 2 minuti dalla fine con un Motta che ormai aveva mollato arriva anche il 5-0, sempre Marangoni che dal limite dell’area piazza rasoterra e chiude le marcature. Tripletta e pallone portato a casa, ormai nella bacheca non avrà più posto.
Un plauso va fatto a Piva e Mattiello per la gran prestazione difensiva nonostante gli avversari fossero davvero difficili e avessero uno strapotere fisico. Risultato un po’ bugiardo per cosa si era visto nel primo tempo, il Motta non è una squadra che merita un parziale così pesante, il Telemar è stato cinico, ma il Motta si toglierà delle buone soddisfazioni durante l’anno! Settimana prossima il Telemar dovrà riconfermarsi nella partita più difficile del primo mese, si va a Campodoro per continuare su prestazioni e risultati! (Da Facebook /Telemar)

Virtus Plateolese – Lampo 3-0 vittoria sul  Carmignano Lampo 1945, doppietta di Alberto Ghion e la chiude Imad Babia (Da Facebook /Virtus Plateolese)

Classifica cannonieri

6 reti: Santini (Telemar),

4 reti: Tugnoli (Maddalene), Zacchia (Spf), Sambugaro (Virtus Plateolese).

3 reti: Zordan (Campodorese), Marangoni (Telemar)

2 reti: Urbani (Altair), Marchioro (Bassan Team Motta),   Rigoni (Bp 93),  Pellizzer, Pellizzari (Fides), De Franceschi (Grumolo), Castagnaro, Dall’Amico (Isola Castelnovo), Magrin (Maddalene), Rosario (San Lazzaro) Rozzanigo, (Spf), Ghion (Union CSM),

1 rete: Ambrosini, Gresele, Tommasini, Vattenak Brian, (Bassan Team Motta), Chemello, Rizzi (Bp 93), Dalla Benetta, Quaggiato, Turetta (Campodorese),  Coppo, Guerra, Van Wieren (Cervarese),  Melis,  Valente (Fides), Belloro, Benetti , Giordani (Isola), Piotto (Lampo), Alberti, Cecchinato, Zebele (Quinto),  Corà, Dal Bosco,  Feltre, Formenton, Pizzato, Pozza,  Vivian (San Lazzaro) Biffanti, Franzina, (Spf), Omorogbe (Telemar),  Babia, Battilana (Union CSM), Savio, Shala  (Virtus Plateolese).

Cecchinato del Quinto (foto Marchesin)

Sull'Autore

Federico Formisano