“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola della domenica e le abitudini stravolte

Scritto da Federico Formisano

Oggi nel vicentino non ci sarà nemmeno una partita: fermati tutti i campionati dilettantistici a seguito del Dpcm di una settimana fa, fermate le gare di Serie D di Cartigliano e Arzignano causa Covid,  il Vicenza ha giocato ieri (e pareggiato contro il Pisa) e infine la Serie B di calcio femminile  è ferma perché c’è la Coppa Italia (con il Vicenza già fuori). Sui campi da calcio il deserto !!

Ma purtroppo non è una novità : nelle ultime 37 domeniche (tante ne sono trascorse dal 16 febbraio), solo 6 le abbiamo occupate con gare ufficiali di calcio. Stiamo cambiando le nostre abitudini in maniera sostanziale e dobbiamo mettere in previsione che sarà così ancora per altre 4 domeniche minimo (ma ragioniamo pure nella logica di saltare le prossime 10) .

Con la situazione incipiente e preoccupante che incombe dai bollettini, dobbiamo metterci nell’ordine di idee di accettare che il calcio non appartiene alla prima schiera delle vere necessità ed esprimiamo la nostra personale solidarietà a tutti coloro i quali in questo momento non lavorano: dai ristoratori ai baristi, dagli operatori del turismo, ai gestori di palestre e piscine, a chi di calcio ci vive, ecc.

Molte squadre stanno decidendo di interrompere anche gli allenamenti, in attesa di tempi migliori

Intanto si pensa al dopo: la proposta da noi pubblicata ieri e che oggi vi riproponiamo (con una prima fase d’andata e un ritorno con due poule)  raccoglie consensi e qualcuno ci ha scritto ricorda molto le formule che utilizzano nei mondiali o europei di basket , e  ha senso dal punto di vista sportivo.  Ne possiamo discutere e possiamo porgerla come proposta al Crv che certo in questo momento ha le sue belle gatte da pelare.

Stamattina non abbiamo compiuto il rito di prepararci la borsa, o di abbozzare la formazione, o di compilare la distinta,  o di accertarsi che la macchina fotografica sia carica, di sentire la tensione pre gara. Ci adetteremo con una passeggiata rigorosamente con mascherina, e con qualche evento sportivo alla TV.

La speranza è che tutto questo incubo finisca in fretta.

Federico Formisano

Questi gli articoli pubblicati ieri:

https://www.calciovicentino.it/2020/10/31/torna-ledicola/  Finito il calciomercato torniamo alla nostra edicola con le tante notizie del giorno

https://www.calciovicentino.it/2020/10/31/una-proposta-su-cui-ragionare-i-risultati-della-giornata/   I risultati della serie D; una proposta interessante sul modo migliore per concludere la stagione.

https://www.calciovicentino.it/2020/10/30/pasquale-luiso-un-bomber-che-ancora-oggi-farebbe-la-differenza/ Un redazionale su Pasquale Luiso con i retroscena mai raccontati.

https://www.calciovicentino.it/2020/10/31/e-arrivato-halloween-e-vicenza-e-pisa-si-adeguano-agli-orrori/  Vicenza- Pisa finisce 4-4

https://www.calciovicentino.it/2020/10/31/il-punto-di-luciano-zanini-sul-campionato-di-serie-b/  L’ultima gara del Vicenza, la presentazione della partita con il Pisa e il commento sulla serie B  di Luciano Zanini

A

Aqs Borgo Veneto: A malincuore e dopo un direttivo societario molto sofferto, si è pervenuti alla scelta di sospendere tutti gli allenamenti del settore giovanile fino alla data del 24 novembre. I motivi che hanno costretto a tale decisione, oltre che essere dettati da un forte senso di responsabilità per la salute dei tesserati e dei loro familiari, sono stati spinti dalle indicazioni imposte dalla Figc, che definire restrittive è un eufemismo.  Potete ben capire che per gli istruttori lavorare con queste modalità diventa quasi impossibile, di difficilissima gestione nonché toglie ai ragazzi il divertimento e l ‘essenza stessa del gioco del calcio. Cosa poi ancor più importante l’amministrazione comunale ha inibito l’utilizzo di tutti i locali spogliatoi degli impianti sportivi di Borgo Veneto, pertanto ci vedrebbe costretti a rimandare a casa gli atleti sudati con il rischio di farli ammalare. Certi che comprenderete   che in una situazione simile deve prevalere il buon senso e seppur dispiaciuti per tutti i nostri giovani atleti siamo costretti a sospendere fintantoché le condizioni non saranno più congrue.  Ci impegnamo però fin d’ora a garantire il recupero dell’attività “persa” proseguendola anche fino a fine giugno, quando la situazione sanitaria si sarà finalmente normalizzata, organizzando tornei e amichevoli e qualsiasi attività legata all’amato pallone.

Arzignano:– Che bello tornare in campo! Questo il sentore comune nel gruppo gialloceleste dopo aver ripreso gli allenamenti. Il periodo di stop forzato ormai è alle spalle, anche se son si può certo dire che gli ultimi giorni siano stati come tutti gli altri in casa FC Arzignano Valchiampo.

“È stato un momento davvero particolare –spiega Manuel Antoniazzi– perché era la prima volta che ci trovavamo in una situazione simile. Nonostante ciò non abbiamo mai abbassato la concentrazione perché ci allenavamo come potevamo da casa grazie ad alcune direttive del preparatore atletico”.

Si ritornerà in campo mercoledì pomeriggio a Chioggia: “È una squadra costruita per ambire a posizioni di vertice in classifica con delle importanti individualità. Hanno appena cambiato allenatore e sono reduci da due sconfitte e per questo saranno agguerriti e combattivi”.

Dal canto suo l’Arzignano Valchiampo sa bene che partita dovrà fare se vorrà uscire dal campo con punti in saccoccia: “Dovremo mettercela tutta e dimostrare di più di quello fatto nelle partite precedenti per ottenere una vittoria che sarebbe importantissima per tutto l’ambiente”.

E’ cambiata molto la rosa rispetto al passato, dunque è fisiologico che serva un po’ più di tempo per trovare il giusto amalgama: “All’inizio dell’anno eravamo quasi tutti giocatori nuovi, provenienti da squadre diverse, però allenamento dopo allenamento si sta creando sempre di più la sintonia e ci manca solo la vittoria per sbloccarci”.

Per il centrocampista, tornato alla base dopo qualche mese in prestito alla Recanatese, è stato un inizio di stagione sicuramente incoraggiante: “L’Arzignano è sempre stato per me come una seconda casa e mi sono sempre sentito nel posto giusto. Dobbiamo ancora migliorare su determinati aspetti che ci permetteranno di raggiungere tutti assieme l’obiettivo prefissato”.

 

B

Bollettino Covid : Attualmente positivi: 351.386 Deceduti: 38.618 (+297) Dimessi/Guariti: 289.426 (+5.859) Ricoverati: 19.809 (+1.069) di cui in Terapia Intensiva: 1.843 (+97) Tamponi: 15.784.461 (+215.886) Totale casi: 679.430 (+31.758)

Variazione rispetto alla settimana scorsa: Casi totali: 24989 casi in media al giorno (+10421, +72% rispetto a 7 giorni fa) Decessi: 201 (+96, +91%) Variazione ricoverati in T.I.: +102 al giorno (+42, +70%) Tamponi: 184.620 (+27.751, +18%) Dimessi e guariti: 3616 (+1475, +69%) (Da You trend)  L’incremento rispetto ad una settimana fa è massiccio con il settanta per cento in più di casi, il 91 per cento dei decessi, il 70 per ceentro dei ricoveri in terapia intensiva.

 

F

 

Faresin:  Continuano le iniziative per Faresin: le magliette che sono già state acquistate da molte squadre (oltre a quelle menzionate ricordiamo il Malo, il Montecchio, il Sovizzo, il Thiene) che costano 10 euro (fare riferimento a Davide Figari 393 1075175) e  un panettone per Matteo  Il costo del panettone è di 17€ la spedizione di 5€ è prevista solo per ordini inferiori a 6 panettoni. È possibile andare a ritirare il panettone presso i nostri tre punti di ritiro a Breganze, Cittadella e San Martino di Lupari.

Fuori Gioco:  Lunedì alle 17.30 torna su Tva Vicenza l’ultima puntata di Fuorigioco con Franco Bertuzzo, Federica Benacchio e Federico Formisano. Ospite in studio sarà il giocatore/direttore sportivo della Spes Poiana Corrado Perseghin.

L

 

Liste dei giocatori: Proseguiamo nell’aggiornamento delle schede dei giocatori: a questo link potete trovare le schede aggironate del Trissino https://www.calciovicentino.it/list/trissino/

 

Proposta:  Riproponiamo la proposta su come concludere i campionati. arrivata da un allenatore che abbiamo fatto  nostra e che sembra raccogliere l’interesse della società sportive.

Ripresa: E’ difficile immaginare una ripresa dei campionati al 29 novembre (prima domenica fuori dal DPCM)  Più verosimile credere che si possa ripartire a gennaio con i recuperi e a febbraio con la ripartenza dei campionati (7 febbraio o meglio 14 febbraio)  Fino alla fine di maggio rimangono 15 domeniche (con la sosta pasquale)

Gare giocate: Attualmente si sono giocate 6 partite quindi ne mancano 11 nei gironi a 18 e 9 nei gironi a 16 per  completare il girone d”andata (recuperi a parte)

Seconda fase: Nei gironi con 16 squadre le formazioni vengono divise in due gruppi tenendo salvo il punteggio raccolto fino a quel momento: poule promozione e poule retrocessione con 8 squadre per poule che vengono fatte giocare tra di loro in gare di sola andata.  Sono altre 7 partite che unite a quelle della prima fase, ci porterebbero a 16 gare giuste per arrivare alla fine del mese di Maggio. La stessa cosa si fa con le squadre dei gironi a 18 (con due turni infrasettimanali come già previsti).   A quel punto si formano le classifiche che stabiliscono chi sia la prima classificata.  E quali siano le squadre che retrocedono. E’ un campionato non ridotto al solo girone d’andata e che ci porterebbe a disputare i tre/quarti della stagione come l’anno scorso.

play off play out 

Play-off: E’ molto complicato che si possa pensare a play-off che garantiscano ulteriori promozioni se si vuole tornare dall’anno prossimo ai gironi a 16. Quindi i play-off dovrebbero servire solo per stabilire graduatorie di merito che possono essere comunque predisposte in base alla posizione in graduatoria al termine della poule promozione.

Play-out: Spetterà alle società insieme alla Federazione decidere se attuare i play-out o se decidere che al termine della poule retrocessione le ultime 4 formazioni sono destinate a scendere di categoria. Con una sola promozione per girone e 4 retrocessioni il ritorno ai gironi a 16 dovrebbe essere assicurato.  Ovviamente per la seconda categoria le retrocessioni saranno solo 2 per girone.

S

San Vitale:  L’A.C. San Vitale 95 tramite il proprio presidente, comunica che di comune accordo, staff dirigenziale staff tecnico e giocatori della 1 squadra, hanno deciso la sospensione dell’attività agonistica, seppure in forma individuale, fino al 24 novembre.

Per quanto riguarda il settore giovanile è al vaglio della società la decisione di prosecuzione o stop dell’attività di base. L’obiettivo principale della società è di riuscire a continuare l’attività di base prima di tutto per poter dare una “nuova” speranza ai ragazzi in questo momento di difficoltà..

Serie B:

Ascoli – Pordenone 0-1
Brescia- Entella 2-2
Chievo – Cosenza 2-0
Cittadella – Monza 1-2
Lr Vicenza- Pisa 4-4
Venezia- Empoli 2-0 (sospesa per nebbia al 61’, riprende oggi alle 14.00 per gli ultimi  29 minuti)
Salernitana- Reggiana  potrebbe arrivare il 3-0 a favore della Salernitana, la Reggiana non si è presentata
Reggina- Spal (oggi ore 15.00)
Frosinone- Cremonese (stasera ore 21.00)
Lecce – Pescara (lunedì ore 21.00)

Classifica: Empoli, Chievo, 13, Salernitana 11, Cittadella, Frosinone 10, Venezia, Reggina, Pordenone 7, Spal, Monza, Lecce 6, Brescia, Cosenza 5, Entella, Ascoli, Pisa, Reggiana 4,  Cremonese, Lr Vicenza 3, Pescara 1.

Le squadre sottolineate hanno giocato 6 gare, quelle nerattate 4, le altre 5.

Serie D:  

Oggi in programma due partite

Belluno  – Union Clodiense Chioggia Stefano Striamo Salerno
Delta Calcio Porto Tolle – Calcio Montebelluna

 

V

Vicenza:   Di Carlo: “Quando fai troppi errori, come è successo oggi, qualcosa bisogna migliorare. Valuteremo con i ragazzi alla ripresa per cercare di capire dove lavorare e dove migliorare. Le troppe disattenzioni ci stanno costando caro. Cos’è successo? Abbiamo fatto gol ma non siamo riusciti a vincere, ci sono cose positive come l’aver segnato 4 reti e aspetti negativi come l’aver subito 4 gol con 4 tiri in porta, la realtà è questa. Bisogna affrontarla nel modo giusto, tutti sappiamo che possiamo fare di più e possiamo fare meglio. Non dobbiamo essere troppo negativi, ma allo stesso tempo tutti dobbiamo dare qualcosa in più, dall’allenatore ai giocatori, perché oggi abbiamo buttato via una vittoria che era alla nostra portata. Quarto rigore contro? Non ci possiamo fare nulla, a turno ci capita di fare qualche errore, ma bisogna avere più attenzione e mentalmente bisogna essere più forti, dobbiamo crescere sotto questi aspetti, dobbiamo affrontare gli avversari con maggiore determinazione, la Serie B quest’anno è di livello molto alto e noi dobbiamo essere sul pezzo. Paghiamo le disattenzioni e cerchiamo di lavorarci durante la settimana. N

on siamo riusciti a sfruttare la superiorità? Ci abbiamo provato fino alla fine, siamo stati lenti a far girare palla e negli ultimi 10 minuti dopo il 4-4 abbiamo lavorato più da singoli. Anche questo è un aspetto da correggere, dispiace non aver vinto per i nostri tifosi, per la società e per i giocatori stessi. Il campo dice che bisogna lavorare di più, bisogna essere più determinati e più attenti. Il Presidente Stefano Rosso ha detto che bisogna fare un esame di coscienza? Assolutamente sì, tutti lo dobbiamo fare tutti. Bisogna lavorare meglio, da squadra che deve lottare su ogni pallone. Bisogna fare meglio nelle situazioni di non possesso, l’anno scorso eravamo molto forti in questo, mentre quest’anno non abbiamo ancora trovato l’equilibrio. Dobbiamo cercare di portare a casa partite come questa e dobbiamo cercare di mantenere il risultato. Oggi sul 3-2 la partita doveva finire, noi in questo momento quando andiamo in vantaggio non riusciamo a portare a casa la partita. Sono contento della fase offensiva perché abbiamo creato molte occasioni, anche chi subentra deve essere più incisivo, in questo non abbiamo ancora fatto la differenza.

  

Recapiti del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

 

Sull'Autore

Federico Formisano