“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del giovedì: Nell’attesa…

Scritto da Federico Formisano

L’attesa è per l’evoluzione del quadro, per capire che cosa succederà veramente dopo il 3 dicembre: siamo fiduciosi che questa data che ha assunto un valore simbolico ma che è legata sopratutto a fattori esterni ancora imponderabili, possa cambiare veramente il quadro della situazione ? Per il presidente regionale Ruzza è così, ma a noi sembra ancora un modo di spostare responsabilità e decisioni. Se il Governo o Zaia dicono che siamo ancora in piena pandemia, illudersi che si possa riprendere a breve è impensabile.

Laddove si continua a giocare le gare saltano come tappi di champagne: ieri è toccato alla gara di Coppa fra Empoli e Brescia, ma il calcio femminile di B non sta meglio e nel girone C di serie D non si giocherà nemmeno uno dei due recuperi in programma.  E come il Vicenza andrà in campo ad Empoli ve lo spieghiamo sotto

Il presidente regionale lo scorso anno di fronte all’ipotesi di concludere il campionato anche in giugno e in luglio ( e mancavano solo 8 gare) disse che di doveva pensare ai ragazzi che lavorano e che giocare durante la settimana è complicato.  Adesso dice che se il DPCM libera gli allenamenti si potrà finire la stagione giocando anche in giugno e magari anche dopo e utilizzando i turni infrasettimali.  Allontanate da noi l’amaro calice della decisione: sono altri a doversi prendere le responsabilità, un bel Dpcm o una bella ordinanza del Governatore e noi, intanto, dormiamo fra due guanciali…  O meglio ribadiamo la decisione già assunta a suo tempo: chiudiamo alla fine del girone d’andata.

E così ci tocca aspettare ancora una volta. Anche per capire che cosa succederà l’anno prossimo, visto che il meccanismo di promozioni e retrocessioni è lasciato nell’indeterminatezza più totale. In una situazione in cui nessuno sa ancora che cosa gli regalerà il futuro calcistico ci si mette anche un Ministro a produrre decreti che riformano tutta la materia e che le società ritengono siano nuovi attacchi alla loro stabilità e alla tenuta finanziaria sopratutto per quanto attiene alla normativa sull’inquadramento dei dilettanti e sullo svincolo. Caro Spadafora proprio adesso dovevi metterti a fare il riformatore?

L’attesa è anche per il calciomercato che inizia fra 4 giorni.  Si muoverà qualcosa?  E interesserà a qualcuno ?

Per fortuna ci resta l’incrollabile fiducia nel sistema calcio: abbiamo retto alla prima ondata, sopravviveremo anche alla seconda e se Dio vuole anche alla voglia riformatrice di qualche politico.

Federico Formisano

Questi gli articoli pubblicati ieri:

https://www.calciovicentino.it/2020/11/25/ledicola-del-mercoledi-ruzza-apre-nuovi-scenari-e-spadafora-approva-decreti/ Oggi sono due le notizie da prima pagina in questa rubrica: l’intervento del Presidente Ruzza, ieri sera a Sport in casa e l’approvazione dei decreti sullo sport presentati dal ministro Spadafora. Un altro spunto viene dal Corriere Adriatico che pensa ad una ripresa con un nuovo protocollo almeno per l’Eccellenza. Inoltre le consuete rubriche (Almanacco: Chiampo; liste giocatori: Maddalene; presenze Valbrenta), il bollettino sul Covid, le panchine cambiate in B. Ecc..

https://www.calciovicentino.it/2020/11/25/news-pomeridiane-ancora-rinvii-per-il-vincolo-tutti-arrabbiati/ Per la seconda edizione delle nostre news abbiamo dovuto rilevare la notizia choccante ed improvvisa della morte di Maradona, ripresa da tutti i quotidini e i telegiornali del mondo. E che impazza sulle pagine facebook. Sul vincolo si apre la discussione con la replica decisa della Lega Dilettanti

A

Almanacco: Stiamo regalando ai nostri appassionati lettori delle anteprime di come potrebbe essere l’Almanacco del calcio vicentino 2020-21.  Dopo avere pubblicato la bozza in miniatura delle pagine del  Vicenza, dell’Arzignano, del Cartigliano, del Bassano,  del Camisano, del Montecchio,  dello Schio, della Calidonense, del Chiampo,  ecco come potrebbe essere la pagina della Marosticense:  per ogni giocatore la carriera con le presenze e le reti nell’ultima annata; e poi i dati sullo staff, sulla società, ecc.   E prima della stesura definitiva provvederemo ad aggiornare le foto.

 

B

 Bollettino Covid: Attualmente positivi: 7981.697 Deceduti: 52.028 (+782 Dimessi/Guariti: 637.149  (+31.819) Ricoverati: 38.161 (-466) di cui in Terapia Intensiva: 3.848 (+32) Tamponi: 20.956.187 (+230.007) Totale casi: 1.480.874 (+25.853 ) L’incidenza dei tamponi positivi scende all’11 % (era al 16% ieri) scendono anche i ricoveri, mentre aumentanto le terapie intensive. Un numero molto elevato di dimissioni e guarigioni ed un incremento dei casi abbastanza contenuto: sono questi i segnali del giorno che danno un quadro in sostanziale tenuta.

Una breve tregua martedì, primi spiragli, ma ieri la curva ha registrato un ulteriore sobbalzo. Del resto si sapeva che la discesa sarebbe stata lenta e che anche una volta raggiunto il picco, i colpi di coda del virus non saranno pochi. In un giorno 630 nuovi casi. La recrudescenza riguarda l’Ulss 8. Meno l’Ulss 7. Dove la pandemia rallenta. I contagi sono tornati, come detto, a colpire nell’Ulss Berica, anzi, in particolare nell’area ovest, nel triangolo tra Montecchio Maggiore, Arzignano, e -Valdagno. In un giorno 375 positivi su 4.815 tamponi, quasi 8 su 100. (Dal Giornale di Vicenza)

Brescia: Brescia Calcio comunica che,  a seguito dei tamponi effettuati (come da Protocollo) nella giornata di martedì 24 novembre e nella mattinata odierna, alcuni elementi del Gruppo Squadra sono risultati positivi. Pertanto, data la situazione, il Club ha deciso di rinunciare alla trasferta di Coppa Italia al fine di evitare lo svilupparsi di un focolaio all’interno del Gruppo Squadra che potrebbe compromettere la continuazione del Campionato di Serie B. Questa mattina sono ripresi gli allenamenti in forma individuale per i tesserati risultati negativi al tampone.

E’ scontato a questo punto il 3-0 a tavolino per l’Empoli. Ora però sorge il dubbio che il Brescia possa scendere in campo sabato contro il Frosinone. Le rondinelle possono usufruire dell’unico bonus a disposizione per chiedere il rinvio della gara.

L

 

Liste dei giocatori: Con l’aggiornamento delle schede dei giocatori, grazie alla collaborazione di Lamberto Marchesini,  siamo passati alle formazioni di Seconda Categoria. A questo link potete trovare le schede aggiornate del Montecchio Precalcino   https://www.calciovicentino.it/list/montecchio-precalcino/

P

 Presenze e reti: Queste le presenze e le reti fatte dai giocatori del  Monteviale Casolin 4, Erba M 4 (2), Belloni 4, Marzari 4 (2), Pizzolato 4, Zanovello 4, Porcellato 4, Dalla Valle N. 3, Zangara 3 (1), Foletto 3, Sebastiani 3, Comparin 3,  Perucca 2, Zanchi 2, Shkembi 2, Zichele 2,  Arcaro 2, Fait 2, Dalla Valle E.

Finora  abbiamo pubblicato Arcugnano, Arzignano,  Azzurra Sandrigo, Bassano, Berton Bolzano, Camisano,  Due Monti, Dueville, Grantorto,  Grisignano,  Le Torri, Malo, Monteviale, Novoledo, Pedemontana, Rivereel, Sarcedo, Schio, Trissino, Valbrenta

S

Sibilia: Il presidente della Lega Dilettanti ha risposto alle domande della redazione di Notiziariocalcio.com

Quanto tempo ci vorrà per il nuovo protocollo?
«Stiamo aspettando l’ok da parte della FIGC. Dovrebbe essere una questione di giorni. Dopodiché come LND procederemo rapidamente alla sua adozione. Nel frattempo stiamo valutando diverse soluzioni per farci trovare pronti non appena arriverà il via libera».

L’emergenza sanitaria che vive il nostro Paese non solo sta mettendo in difficoltà i club di calcio italiani ma, parliamo ovviamente dei Dilettanti, sembra aver fiaccato anche l’entusiasmo degli appassionati. Molti tifosi in questo 2020 in pratica non hanno mai potuto seguire la loro squadra del cuore allo stadio ed addirittura ci sono club che contano meno di dieci partite disputate in un anno solare. Si sta dilapidando il patrimonio passionale di questo calcio. Come pensa si possa recuperare? Basterà tornare in campo?
«Sono stato tra i primi a lanciare l’allarme sul rischio di disaffezione. Anche per questo come LND abbiamo incentivato la diffusione delle dirette streaming, prodotte direttamente dai club, proprio per favorire il contatto con il territorio e con i propri appassionati. Comprendo bene le difficoltà del momento ma nonostante tutto rimango ottimista: credo che quando si tornerà in campo con regolarità, il ritorno della passione e l’attaccamento del pubblico, potrà essere una conseguenza naturale, ma come istituzione sportiva abbiamo l’obbligo di accompagnare il fenomeno con progetti mirati».

Uno dei temi caldi in questo periodo di forzato stop al calcio giocato riguarda il famigerato vincolo sportivo che il cui abbattimento è stato annunciato stamane dal ministro Spadafora. La Lega Nazionale Dilettanti continuerà a lottare per evitare che ciò accada?
«Assolutamente si, poiché è in ballo l’esistenza stessa del calcio dilettantistico. Se passano queste norme chi investirà più sulla formazione dei giovani? Il vincolo di tesseramento, con le tutele già presenti, costituisce un elemento essenziale di sussistenza per ogni singola società dilettantistica, pertanto va mantenuto nella sua attuale regolamentazione».

 

V

Vicenza:  Come se  non bastassero le assenze di Ierardi e Pontisso, per infortunio, di Padella, Cappelletti, Bizzotto, Bruscagin e Rigoni in isolamento fiduciario, ieri ha svolto allenamento differenziato anche Nalini che lamenta un affaticamento muscolare al polpaccio. Anche lui è in dubbio per sabato. Di Carlo ieri ha provato varie soluzioni ma ha insistito sulla difesa con Zonta a destra, Pasini e Fantoni centrali e Barlocco a sinistra e ha utilizzato la coppia di centrocampista formata da Cinelli e Da Riva. Sugli esterni assente Nalini, ha utilizzato oltre a Vandeputte e Dalmonte anche Guerra. In attacco certamente titolare Meggiorini che ha realizzato un gol nella partitella finale se la giocano Marotta e Gori per il secondo posto con il primo favorito.

Nalini assente ad Empoli?

In occasione della giornata contro le violenze sulle donne giocatori e mister hanno registrato questo messaggio:   https://youtu.be/xuvH1hyPeSI

Non avere paura, non sei sola: diciamo insieme MAI PIU’ alla violenza sulle donne. MAI PIU’ è il servizio di emergenza di OTB Foundation attivo h24 nel territorio vicentino e dedicato alle donne in difficoltà. Un servizio di ascolto che garantisce riservatezza e offre gratuitamente anche assistenza legale e psicologica alle donne che vogliono conoscere i propri diritti o che hanno bisogno di tutela e protezione, con la collaborazione di Casa Sichem e Woman For Freedom. Chiama il numero 0424 525065, non sei sola;

Vincolo: sulla questione del vincolo torneremo nelle nostre interviste; intanto ecco alcuni pareri raccolti da Anna Fabrello per il Giornale di Vicenza

Ennio Dalla Fina, ds Dello Schio: “Uno degli effetti potrebbe essere che noi società saremo costrette ad aumentare le quote, andando a ledere quindi le famiglie Poi dal mio punto di vista una società che si prodiga a investire sul proprio settore giovanile per favorire la crescita dei giovani del territorio si chiederà: ma chi me lo fa fare? Ogni anno bisognerebbe creare delle nuove squadre, non ci sarebbe la possibilità di progettare”

Dalla Fina Ennio

Cristian Giacometti, ds del Bassano  “Magari si potrebbe ridurre il vincolo, che io credo però debba rimanere almeno di tre anni ltrimenti la conseguenza potrebbe essere che nessuno investe più sui settori giovanili, già si fa pochino».

Alessandro Bonato, presidente del Malo: “Credo che questa sia una condizione capestro per le società. È già qualche anno che se ne parla e la nostra posizione è sempre la stessa: non vediamo chi ne può trarre beneficio se non l’attività sportiva professionistica. Lo sport, e quindi il calcio, è prima di tutto una scuola di vita e credo che le società debbano anche tutelare i propri ragazzi, proteggendoli da eventuali “avvoltoi”. Più di qualche volta è capitato che i giocatori tornano indietro, oppure prendono strade che non sono quelle che ci si sarebbe aspettati. I ragazzi vanno seguiti negli anni e capiti, anche dal punto di vista comportamentale, familiare. Questa proposta di legge va contro non solo l’aspetto economico delle società, ma anche il ruolo sociale del fare calcio».

il presidente Bonato

Fabio Nicolè, responsabile settore giovanile dell’ Arzignano: “Credo che il  rischio di depauperare i vivai sia effettivo. Dall’altro canto credo però che chi sarà lungimirante troverà il modo per affrontare in maniera positiva questa situazione. Ovvero sarà ancora più fondamentale il lavoro dei club che credono nel proprio ruolo sociale: dovrà lavorare bene con le famiglie e i ragazzi per consolidare il rapporto. Il calcio, come auspico da anni, diventerà una società di servizi e vincerà chi vende meglio il proprio servizio. Ciò porterebbe sì ad un aumento magari delle quote, ma quasi in tutti gli altri sport le cifre sono quasi doppie. In ultima istanza credo che un altro aspetto positivo sia che non si creeranno più quelle situazioni in cui i cartellini di alcuni ragazzi venivano appesi al muro, piuttosto che cederli ad altre società».

Recapiti del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano