“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del mercoledì: Ruzza apre nuovi scenari e Spadafora approva decreti….

Scritto da Federico Formisano

Oggi sono due le notizie da prima pagina in questa rubrica che vuole essere soprattutto una finestra aperta e uno stimolo alla discussione: l’intervento del Presidente Ruzza, ieri sera  a Sport in casa e l’approvazione dei decreti sullo sport presentati dal ministro Spadafora.

Questi gli articoli pubblicati ieri:

https://www.calciovicentino.it/2020/11/24/ledicola-del-martedi-una-settimana-al-calciomercato/ Non ne parlano in molti ma fra una settimana apre il calciomercato dei dilettanti. Durerà per tutto il mese di dicembre. E poi dal primo gennaio partirà il mercato dei pro. Le notizie del Corona virus soverchiano tutto, ma noi non vogliamo toglierci il gusto di parlare di calcio. E vogliamo farlo senza sottovalutare nulla. Finora abbiamo raccontato le vicende umane di due allenatori (uno rivelato, l’altro tenuto celato per motivi di privacy) Un terzo allenatore ci ha raccontato di essere da poco uscito dall’Ospedale dopo aver trascorso alcuni giorni a contatto con una realtà inimmaginabile per chi vive al di fuori di quelle stanze. Parleremo anche della sua storia, quando vorrà raccontarcela.

https://www.calciovicentino.it/2020/11/24/news-pomeridiane-union-feltre-un-mese-senza-calcio-recuperati-beruatto-e-giacomelli/ Per la seconda edizione delle nostre news ecco le notizie dal fronte Vicenza con altri due giocatori che potranno rientrare nei ranghi. E’ guarito dal Covid anche Pontisso che però è fermo per l’infortunio al ginocchio. E a proposito di infortuni è stato operato oggi il centrocampista dell’Arzignano Bertani. Intanto spieghiamo perché l’Union Feltre è rimasto fermo per un mese. Le altre news…

https://www.calciovicentino.it/2020/11/23/le-interviste-di-calciovicentino-10-fabio-bagnara-ds-del-trissino/ le interviste di calcio vicentino: tocca a Fabio Bagnara del Trissino toccare i temi di maggior attualità del momento.

https://www.calciovicentino.it/2020/11/23/le-interviste-11-fabio-munaretto-toniolo-lancia-un-messaggio-per-i-giovani/  le interviste di calcio vicentino: tocca a Fabio Munaretto del Toniolo toccare i temi di maggior attualità del momento.

A

Almanacco: Stiamo regalando ai nostri appassionati lettori delle anteprime di come potrebbe essere l’Almanacco del calcio vicentino 2020-21.  Dopo avere pubblicato la bozza in miniatura delle pagine del  Vicenza, dell’Arzignano, del Cartigliano, del Bassano,  del Camisano, del Montecchio,  dello Schio, della Calidonense; ecco come potrebbe essere la pagina della Chiampo:  per ogni giocatore la carriera con le presenze e le reti nell’ultima annata; e poi i dati sullo staff, sulla società, ecc.

 

B

 

Bollettino Covid: Attualmente positivi: 798.386 Deceduti: 51.306  (+853) Dimessi/Guariti: 605.330 (+20.837) Ricoverati: 38.627 (+120) di cui in Terapia Intensiva: 3.816 (+6) Tamponi: 20.726.180 (+188.659) Totale casi: 1.455.027 (+23.232 )

Segnali contradditori: l’aumento di casi in presenza di un numero di tamponi elevato è contenuto, ed in effetti il rapporto fra positivi e  tamponi è di 12,3  ma aumentano i deceduti (853 che è il numero più alto da molti mesi a questa parte).  Aumentano di soli 120 i ricoveri e di 6 le terapie intensive.  C’è un incremento seppur lieve anche negli attualmente positivi perché sono diminuiti rispetto ad ieri i guariti.

Nell’Ulss 8, fra Vicenza e i 58 Comuni dell’Azienda Berica, ieri 206 nuovi casi su 3.654 tamponi. Sono circa 6 casi su 100 test. Sembrerebbe una prima frenata dopo la valanga di positivi dei giorni scorsi anche se occorre aspettare qualche altro giorno per capire se questi primi numeri in decelerazione siano effetto delle misure del lockdown sia pure strisciante in atto da alcune settimane o si tratti solo di una tregua momentanea ed effimera. Facendo un raffronto con i bollettini dei giorni scorsi, lunedì 23 i positivi – in un report riassuntivo delle ultime 72 ore – erano 1.150 su 8.654 tamponi, cioè una media giornaliera di 350 contagi su 2.800 test, circa 13 su 100….

Non si ferma la tragica contabilità dei morti. Ieri in tutta la provincia, fra ospedali e case di riposo, 28 vittime Covid, il dato più alto di questa furiosa seconda ondata. Altre 28 persone uccise dal virus letale che, anche nella giornata più nera della pandemia, si somma quasi sempre a patologie pregresse, a malattie croniche, e abbatte difese immunitarie ormai fragili.Nel giorno più lungo di questi mesi di lutti, Vicenza è stata pure la provincia che nel Veneto ha pianto il maggior numero di vittime. (Dal Giornale di Vicenza)

E

Eccellenza: dal Corriere Adriatico: Si attende nel brevissi­mo termine il parere definitivo della Commissione medica della Figc, presieduta dal pro­fessore Paolo Zeppilli, in meri­to alla bozza di protocollo sani­tario predisposta dalla Lega nazionale dilettanti in vista della ripresa dei campionati di­lettantistici nazionali, fissata per il 6 dicembre. Dall’eventuale parere afferma­tivo passa gran parte del futu­ro dei dilettanti. In particolare della Serie D e delle categorie regionali come l’Eccellenza, col legata a stretto giro con la quarta serie nazionale. Il pro­tocollo risulterebbe fondamentale e determinante per ri­solvere le problematiche attua­li legate all’annosa questione dei molteplici rinvii accumula­ti. Con uno screening settimanale di ogni squadra si potreb­bero stabilire parametri ogget­tivi tassativi per delineare le si­tuazioni in cui il rinvio diventa inevitabile, evitando così di af­fidarsi alla pura discrezionali­tà del caso. Per i professionisti, ad esempio, sono sufficienti tredici calciatori (di cui alme­no un portiere) non positivi tra i tesserati per scendere in cam­po. Per i dilettanti questa nor­ma potrebbe essere ricalcata in presenza del via libera ai tamponi rapidi e, magari, adat­tata e modellata al contesto non professionistico. Si tratta dell’unico viatico per evitare un numero spropositato di re­cuperi che renderebbe impos­sibile la programmazione dell’annata, oltre naturalmen­te a comprometterne la regola­rità per il mancato rispetto del naturale andamento del calen­dario.

Empoli- Brescia: il  match valido per il quarto turno di Coppa Italia, al momento rimane in dubbio: la compagine lombarda non è ancora partita – il club è in attesa dei tamponi dopo la positività di 4 componenti del gruppo squadra – e al momento non sono stati richiesti spostamenti sull’orario previsto per il calcio di inizio, fissato alle ore 14.30. I programmi in casa Empoli non cambiano, la squadra dopo il pranzo raggiungerà lo stadio per farsi trovare pronta all’orario stabilito.  Manca il tempo tecnico per lo spostamento, viste le tre ore di viaggio che separano Brescia dalla città toscana. Per il momento il club guidato da Massimo Cellino non si sbilancia e non rilascia comunicati ufficiali: il rinvio è impossibile, mentre uno spostamento d’orario sembra alquanto improbabile, almeno per il momento. Ore decisive per capire se si scenderà in campo al Castellani, ma c’è il rischio del 3-0 a tavolino in favore dei padroni di casa.

F

Fuori Gioco:  lunedì sera è andata in onda su Tva Vicenza la trasmissione Fuorigioco: Franco Bertuzzo e Federica Benacchio hanno ospitato  il direttore sportivo della Luparense, Alberto Briaschi, ex giocatore del Vicenza, presente anche Federico Formisano nel consueto ruolo di opinionista.

Ecco il link della puntata su You tube: https://youtu.be/3-mezvb7Agg

L

 

Liste dei giocatori: Con l’aggiornamento delle schede dei giocatori, grazie alla collaborazione di Lamberto Marchesini,  siamo passati alle formazioni di Seconda Categoria. A questo link potete trovare le schede aggiornate del Maddalene  https://www.calciovicentino.it/list/maddalene/

 

O

Osservatori: da non perdere !!!!! Scoutit, realtà operante nello scouting calcistico organizza un webinar di due giorni dove verranno affrontate tematiche inerenti all’osservazione calcistica. Una panoramica del dietro le quinte con l’intervento di scout professionisti e altre figure importanti come psicologi dello sport, dirigenti di settore giovanile, osservatori nel calcio femminile, match analyst, agenti sportivi. Un appuntamento per stimolare la tua curiosità e aumentare le tue competenze sul come vengono selezionati i calciatori dal settore giovanile alla prima squadra e su come si può iniziare a svolgere l’attività di osservatore calcistico.

Puoi acquistare il tuo biglietto ad un prezzo superscontato usando il codice sconto SCCVO  Clicca qui https://www.scoutit.co/corsi-per-osservatore-calcistico/total-scouting/ per assicurati il tuo posto

 

P

Panchine: E’ arrivata l’ufficialità: Vincenzo Vivarini, è il nuovo allenatore dell’Entella al posto dell’esonerato Bruno Tedino. Per il 54enne tecnico abruzzese, lo scorso anno subentrato a Cornacchini alla guida del Bari con cui ha perso la finalissima play off con la Reggiana per la promozione in B, si tratta della quinta esperienza nel torneo cadetto. Debutto a Pescara nel 2007 con Gigi De Rosa, quindi Latina, Empoli e Ascoli. In bocca al lupo ! L’Ascoli Calcio ha comunicato ufficialmente la conferma in panchina di Valerio Bertotto per tutto il prosieguo della stagione. “In riferimento alle notizie uscite sui vari organi di stampa, peraltro diffamatorie e non conformi alla realtà dei fatti, per cui l’Ascoli Calcio avrebbe ricevuto molteplici rifiuti da alcuni tecnici, la stessa Società tende a precisare quanto segue: Valerio Bertotto è e sarà saldamente alla guida tecnica della Prima Squadra per il prosieguo della stagione per la serietà, dedizione e professionalità che sempre sono state finora da lui confermate

 

Presenze e reti: Queste le presenze e le reti fatte dai giocatori del  Valbrenta; Zanotto 5, Ceccon 5 (1), Dalla Costa 5, Rimoldi 5, Malacarne 5 (1), Tomasi 5, Bertollo 5 (1),  Mocellin 5, Dalla Bona D. 4, Frangu 4, Dal Toso 4,  De Martin 3, Ponik 3, Bianchin 3,  Russo 3,  Dalla Bona  L. 3.  Cappelletto 2, Scotton 1,

Finora  abbiamo pubblicato Arcugnano, Arzignano,  Azzurra Sandrigo, Bassano, Berton Bolzano, Camisano,  Due Monti, Dueville, Grantorto,  Grisignano,  Le Torri, Malo, Monteviale, Novoledo, Pedemontana, Rivereel, Sarcedo, Schio, Trissino, Valbrenta

R

Ruzza: Lo ha detto molto chiaramente ieri sera il presidente Ruzza durante la trasmissione sport in casa: il crinale sarà il prossimo Dpcm del dopo 3 dicembre: in base alla evoluzione della situazione epidemiologica e dei conseguenti interventi legislativi, si potranno aprire due scenari diversi: tentare di completare il campionato con tutte le gare in programma andando fino al 30 giugno e anche oltre, giocando turni infrasettimanali soprattutto nel periodo primaverile ed invernale oppure fermarsi al solo girone d’andata (peraltro ipotesi già ufficializzata ad inizio mese con tanto di comunicato ufficiale del CRV).

Ruzza Giuseppe

Ruzza ha illustrato le due ipotesi: se si inizia ad allenarsi a dicembre, si va in campo già a gennaio, si gioca fino a fine giugno e anche oltre e si gioca durante la settimana nel periodo primaverile estivo.  Se al 3 dicembre non si può iniziare si fa solo il girone d’andata e i play-off.

“Con la seconda ipotesi (ovvero solo girone d’andata) – ha detto il presidente Regionale –   l’attività sarà monca e quindi dobbiamo diminuire le retrocessioni, ovviamente si dovrà tenere conto delle retrocessioni dalla serie D. Non è possibile tornare agli organici a 16 squadre dal 2021/22 ma dall’anno successivo “.

Sul Comunicato odierno la Federazione pubblicherà una proposta di consultazione delle società sulle ipotesi in discussione

S

Spadafora: Approvati in Consiglio dei Ministri cinque decreti di riforma dello sport: le tutele per i lavoratori sportivi, il professionismo femminile, l’accesso degli atleti paralimpici nei gruppi sportivi militari e nei corpi civili dello Stato, l’abolizione del vincolo sportivo per i più giovani sostituito da un premio di formazione sono solo alcune delle norme che più mi rendono felice. Come abbiamo già scritto sulla riforma della tutela dei lavoratori sportivi esprimiamo più di qualche dubbio. Dubbi che potete rivedere in questo articolo:  https://www.calciovicentino.it/2020/11/12/ledicola-del-giovedi-perche-non-ci-piace-la-proposta-sui-dilettanti-iscritti-allinps/

Al passaggio al professionismo femminile dedicheremo un opportuno ragionamento coinvolgendo anche i dirigenti delle società vicentine.

Sull’abolizione del vincolo sportivo invece, nutriamo qualche perplessità ma non la totale contrarietà di altri. In passato l’introduzione del vincolo a 25 anni sollevò altrettante rimostranze e perplessità ma il mondo del calcio seppe andare oltre. Il vicepresidente Vicario Patrik Pitton in una dichiarazione al Giornale di Vicenza è stato esplicito nel dichiarare la sua totale contrarietà: Siamo in piena emergenza Covid da febbraio i danari a disposizione dei club in tantissimi casi sono ridotti al lumicino senza gare, incassi e spesso anche sponsor, era l’occasione per rilanciare in grande stile i vivai come riserva per proseguire a fare sport – e questo vale per ogni disciplina e invece rischia di passare una normativa destinata ad affossare irrimediabilmente l’attività di base e l’intero settore giovanile e scolastico. Noi eravamo pronti a proporre un abbassamento dell’età di svincolo, dai 25 ai 23 anni per assicurare comunque progettualità e futuro alle società, ma toglierlo del tutto vuol dire morire. E dire che nei mesi scorsi ce lo siamo detto in tutti i modi che bisognava ripartire dai giovani per ottimizzare i costi. E al contrario succede una cosa del genere, francamente non ho parole. Spero con tutto il cuore in un ripensamento in extremis, ma la vedo difficilissima..

Pitton

C’è però anche il rovescio della medaglia che riguarda l’atteggiamento ostinato di qualche società che trattiene giocatori che potrebbero avere altre opportunità in altri ambienti: se la previsione di un premio di preparazione viene normata in maniera intelligente, non avremo più quei deteriori atteggiamenti di cartellino attaccato al chiodo a cui abbiamo assistito in passato.  Ovviamente siamo disponibili ad aprire anche su questo una discussione.

 

V

Vicenza:  Con il recupero (ancora da accertare per i tempi) di Beruatto e di Giacomelli aumentano le soluzioni a disposizione di mister Di Carlo.  In difesa ad esempio Barlocco potrebbe adattarsi a giocare da centrale con Beruatto in fascia sinistra, e quindi rinviare ad altra occasione  l’utilizzo dal primo minuto di Fantoni, oppure Di Carlo potrebbe decidere di utilizzare sugli esterni due mancini con Barlocco ( a destra)  e Beruatto ( sulla corsia a lui più congeniale) liberando così Zonta dall’incombenza di coprire la corsia esterna per giocare a centrocampo assieme a Cinelli o Da Riva.  Giacomelli se starà bene potrà essere una valida opzione alternativa sugli esterni dove il mister biancorosso può disporre di Vandeputte, Nalini e Dalmonte. In ogni caso la gara di Empoli si presenta in salita: oltre alle numerose assenze (la coppia centrale Padella – Cappelletti, l’asse di centrocampo Rigoni – Pontisso, ecc.) preoccupa la preparazione della squadra che la scorsa settimana ha svolto solo allenamenti individuali e che questa settimana potrà allenarsi a scartamento ridotto. Ma già a Cremona il Vicenza si presentava rimaneggiata eppure ha ottenuto i tre punti. Siamo fiduciosi.

 

Recapiti del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano