Serie B

Vicenza sesto pareggio in casa su otto gare; con il Frosinone uno 0-0 scritto

Scritto da Federico Formisano

Lr Vicenza- Frosinone 0-0

LR Vicenza (4-3-1-2): Grandi; Cappelletti, Pasini, Padella, Barlocco; Da Riva, Rigoni, Cinelli; Giacomelli  (Zonta dal 78′); Meggiorini (Jallow dal 70′), Gori ( Marotta dal 78′). A disposizione: Perina, Zecchin, Beruatto, Bizzotto, Fantoni, Pontisso, Scoppa, Mancini. Allenatore: Di Carlo

Frosinone (3-5-2): Iacobucci; Brighenti, Ariaudo, Szyminski; Zampano, Boloca (65 Maiello), Carraro, Kastanos, Beghetto; Novakovich, Parzyszek (Millico dal 55′). A dispozione: Bardi Marcianò, Salvi, Curado, Gori, Rohden, D’Elia, Tribuzzi, Tabanelli, Vitale. Allenatore: Nesta

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido. Assistenti: Baccini di Conegliano e Annaloro di Collegno; IV Uomo Ros di Pordenone

Ammoniti:  Rigoni (LRV), Zampano (F)

Mai come questa volta Di Carlo non ha avuto difficoltà a scegliere l’undici da mandare in campo: le scelte erano quasi obbligate sopratutto sulla formula di gioco con un 4-3-1-2 senza alternative. Alla fine nel ballottaggio delle punte il mister sceglie Gori e manda Jallow e Marotta in panchina. Fra Beruatto e Barlocco prescelto il secondo.  Nel Frosinone gioca in porta Iacobucci, la difesa è a 3 con Brighenti sulla destra. Conferma in avanti per la coppia Novakovich- Parzyszek con Millico in panchina.

Il campo è ghiacciato ed i giocatori stentano a trovare gli equilibri.

Al 23′ per la prima volta si affaccia il Vicenza con punizione di Meggiorini dai 25 metri, sfera che viene deviata dalla barriera. Al 30′ un’altra insidiosa punizione questa volta di Giacomelli che viene ribattuta da Ariaudo da pochi passi dalla linea di porta Al 34′ Cross dalla destra di Da Riva, Meggiorini carica la conclusione ma la sfera si spegne oltre la traversa

Un primo tempo impalpabile con pochissime emozioni e la sensazione di due squadre in difficoltà ad esprimere gioco su un campo veramente infido. Il Frosinone appare ancora convalescente dalle conseguenze del Covid con molti giocatori fuori condizione.

Al  49′ Cross di Meggiorini e colpo di testa di Cinelli, Iacobucci fa sua la sfera Al 49′ Beghetto prova la conclusione potente dalla distanza, palla a lato

Al 55′ Nesta prova a giocare la carta Millico il giovane attaccante arrivato dal Torino ma il giocatore non riuscirà ad incidere nella gara.  Al 56′ ci prova Meggiorini dalla lunghissima distanza, palla a lato Al 59′ Ancora una punizione insidiosa sul primo palo di Giacomelli e ancora una chiusura da pochi passi dalla linea di porta da parte della difesa del Frosinone. Al  61′ la migliore occasione per il Vicenza: Gori intercetta la ribattuta del portiere e prova a girarsi per la conclusione ma Iacobucci riesce a respingere Al 64′  Gori serve all’indietro Da Riva che dal limite calcia di potenza, sfera che si spegne a fil di palo Al 66′ ci prova Giacomelli, palla di poco a lato Al 72′ la difesa del Frosinone respinge con la palla che arriva a Da Riva al limite dell’area ma la palla esce a lato.   Al 84′ Cross di Zonta, bravo in uscita bassa Iacobucci ad anticipare Marotta Al 89′ Cross di Jallow, colpo di testa di Da Riva che si spegne a lato Al 91′ tira Millico e Pasini respinge di testa

La gara finisce con il risultato più scontato lo 0-0: il Vicenza ha gestito palla più a lungo e ha creato qualche opportunità ma non ricordiamo parate significative di Iacobucci, mentre Grandi è stato uno spettatore non pagante. Il Frosinone non è sembrato una formazione in grado di cambiare passo e di aggiungersi alle top del campionato, ma sarà da rivedere in altre occasioni.

Il Vicenza muove la classifica pur denotando i consueti problemi in zona gol che diventano più evidenti quando deve fare la partita: in trasferta usando l’arma del contropiede e andando a segno con difensori e centrocampisti, la magagna rimane celata. Ma quando si fa la gara in casa la lacuna è più marcata ed evidente.

Sull'Autore

Federico Formisano