Serie B

La difficile classifica di Vicenza e Pordenone per il campionato di B

Scritto da Federico Formisano

Il campionato di serie B prosegue dopo la sosta di novembre con un calendario fitto di gare e di scontri testa-coda assolutamente da non perdere. La classifica in divenire vede attualmente il Brescia di Inzaghi in testa, seguito da un gruppo di squadre come Lecce, Pisa, Reggina, Frosinone. Dal sesto posto in giù ci sono poi molte formazioni appaiate o distanziate da uno-due punti. Si tratta di un gruppetto cospicuo dove nelle prossime uscite vedremo quali tra queste sapranno farsi largo, aspirando a un posto d’alta classifica, per questo girone d’andata.

Il sostegno della curva (foto di Luciano Zanini) non è bastanto al Vicenza

Tra le squadre che devono cambiare rotta c’è il Vicenza di Brocchi

Complicata invece la situazione per almeno 4-5 squadre; tra queste bisogna fare un discorso a parte per il Pordenone e per il Vicenza. Per la formazione dei biancorossi allenata da Christiano Brocchi, subentrato all’esonerato Di Carlo le cose si fanno infatti sempre più complicate. Solo quattro punti maturati attraverso una vittoria e una sconfitta, mentre il resto delle gare sono state tutte perse. Situazione complicata oltre che per il Vicenza, quella del Pordenone, che ha collezionato tre punti in altrettante gare pareggiate. La situazione è complicata, ma non ancora del tutto allarmante, visto che leggermente più alto ci sono Alessandria e Crotone, mentre Spal e Cosenza, fino a questo momento hanno tenuto un altro passo, alternando vittorie e pareggi con maggior continuità. Quello che preoccupa però sono le prestazioni viste durante questo avvio di stagione da parte del Pordenone e del Vicenza. Tra le prossimo uscite in calendario, la gara contro il Benevento che si giocherà in casa va preparata al meglio delle possibilità, visto anche il valore dell’avversaria. Successivamente ci sarà poi la complicata trasferta di Perugia, poi ancora il Como e il Lecce, sempre fuori dalle mura interne.

Il percorso della capolista Brescia   

Il Brescia di Filippo Inzaghi ha avuto un momento di flessione durante la prima parte del girone d’andata, da cui però sembra essere uscito alla grande con le ultime gare. In testa alla classifica però si è creato un gruppo di squadre che potenzialmente farà un campionato di livello medio-alto, visto il gioco e le rose a disposizione. Concetto che interessa anche il settore delle scommesse sport per questo campionato di serie B. Brescia e Lecce, ad esempio, tentano di ottenere la promozione dopo solo due stagioni in B. Anche Pisa, Reggina, Frosinone e Benevento, sono apparse squadre meglio attrezzate per competere nel campionato di serie B.  tuttavia la stagione è ancora molto lunga e non sarà semplice stabilire da questo momento in poi le corrette gerarchie di questa stagione. Mancano all’appello anche squadre come Spal e soprattutto come il Parma, che a inizio campionato era stata data come una delle probabili protagoniste per un pronto ritorno in massima divisione. Lo stesso può dirsi anche per Ascoli, Perugia, Cittadella e per il Monza. La formazione lombarda non ha mai nascosto le proprie ambizioni, già durante la passata stagione. Servirà però una certa continuità in termini sia di risultati che di prestazioni, anche se al momento non c’è stata ancora nessuna squadra, in termini di vertice che ha staccato in modo netto le dirette rivali, dato che con 4-5 punti di vantaggio è ancora presto poter parlare di fuga solitaria per un campionato ancora aperto e lungo davanti.

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano