Serie B

Vicenza batte il Cosenza: decisive le mosse di Baldini !!

Scritto da Federico Formisano

Lr Vicenza- Cosenza 1-0

LR VICENZA (3-4-2-1): Contini; Brosco, De Maio, Bruscagin; Maggio, Cavion (Giacomelli dal 88′), Bikel, Lukaku (Dalmonte dal 72′); Ranocchia (Meggiorini dal 74′), Da Cruz; Diaw. A disposizione: Grandi, Confente, Pasini, Padella, Cappelletti, Boli, Zonta, Greco, Cester,   Teodorczyk Allenatore Baldini

COSENZA (3-5-2): Matosevic; Rigione,Camporese, Vaisanen; Bittante, Kongolo,  Venturi (Palmiero dal 73′), Boultam (Vallocchia dal 6′), Liotti; Larrivey, Caso (Zilli dal 73′) A disposizione: Vigorito, Sarri, Hristov, Di Pardo, Gerbo, Voca, Arioli, Laura. Allenatore Bisoli

ARBITRO: Fabio Maresca della sezione di Napoli

Maggio al 91′

Ammoniti: Liotti (C) al 55′, Matosevic (C) al 65′ Vallocchia (C) e Maggio (V) al 93′ Giacomelli al 94′

Note: 11.000 spettatori, 1500 circa cosentini

Baldini conferma la formazione di Alessandria: chi dava per probabile l’ingresso dall’inizio di Giacomelli è stato smentito: gioca ancora Da Cruz che con Ranocchia assiste l’unica punta Diaw.

Nel Cosenza ci sono molti indisponibili ma i big Rigione, Camporese, Liotti, Larrivey e Caso sono tutti al loro posto.

Parte bene il Cosenza che va al tiro due volte con Caso e nel secondo caso Contini deve parare a terra.  Il Cosenza perde un giocatore per infortunio dopo 4′ :  Esce Boultham per un problema muscolare ed entra Vallocchia. Proprio Vallocchia calcia da molto distante e Contini para a terra.

Il nervosismo si avverte e Maresca applica il suo metro fischiando poco.  Caso litiga con i tifosi dei distinti dopo un entrata di Maggio al limite. Il Cosenza punta molto sui lanci lunghi con Caso che taglia da sinistra verso destra creando qualche apprensione ai biancorossi.

Brosco ci prova da fuori area con la palla che va alta sulla traversa.  Al 16′ un cross di Bruscagin impattatato da Ranocchia che manda fuori di testa.  Il Vicenza rispetto all’inizio sta prendendo campo e guadagna alcuni calci d’angolo con Lukaku che spinge molto sulla sinistra.

Al 24′ ci prova Cavion  liberato sul limite dell’area e Matosevic para  non senza qualche difficoltà. Su calcio d’angolo Cavion prepara bene il tiro e scheggia la traversa Ma il Vicenza è cresciuto rispetto alla partenza

Al 30′ però passa il Cosenza:  De Maio commette una leggerezza, Caso raccoglie il regalo si infila fra Brosco e Bruscagin e va in porta 1-0  Ma Maresca va al Var e annulla.  Diciamo che la discussione riguarda se De Maio ha giocato il pallone o meno. Le proteste della panchina sono vibranti e un componente viene espulso.

Al 44′ una punizione di Vallocchia  termina a lato.  L’arbitro concede 5′ di recupero per gli infortuni e l’intervento del Var: Il Cosenza chiude con due calci d’angolo consecutivi e un occasione per Rigione.

Finisce 0-0: il bilancio è una traversa colpita da Cavion e un gol annullato dal Var a Caso.

Si riprende senza cambi.   Al 46′ Caso si muove in mezzo alla difesa del Vicenza e cerca la conclusione rimpallata.

Al 50′ due occasioni sui due fronti: Prima il solito Caso si libera e tira a giro obbligando ad una bella parata Contini; sul capovolgimento di fronte errore di Vaisanen, Da Cruz dà a Diaw  che tira alto da buona posizione.

Al 54′ crosss di Diaw ma Cavion non riesce a colpire bene di testa e la palla arriva a Matosevic. Al 56′ Da Cruz perde palla viene servito Caso che cerca la conclusione a giro che finisce a lato

Al 62′ Cavion si libera bene e tira con Matosevic che devia in angolo.  Al 64′ ci prova Ranocchia con tiro a giro ma il portiere calabrese non ha difficoltà a parare. Al 67′ è Cavion a tentare il pallonetto che finisce alto.  E il Vicenza passa: Lukaku fa il cross da sinistra e Diaw ci arriva per segnare il gol del vantaggio.  Anche in questo caso c’è una lunga lettura al Var.  E il Var annulla per fallo di mano di Diaw

Al 77′ cross di Bruscagin e Diaw salta di testa anticipando Maggio e mandando fuori in precario equilibrio. Baldini cerca di potenziare l’attacco con Meggiorini e Dal Monte al posto di Lukaku e Ranocchia.  E proprio il tandem Dalmonte – Meggiorini confeziona una buona opportunità al 80′ con la conclusione dell’attaccante parata a terra.

Non succede granchè con ulteriori cambi e perdite di tempo insistite del Cosenza. E al primo minuto di recupero Dalmonte inventa una cosa fantastica saltando Palmiero e centrando il palo Maggio è più rapido di Liotti e insaccca. 1-0 e stadio impazzito.

Aumenta il nervosismo in campo per giocare gli ultimi istanti di gara.  Finisce 1-0 e il Vicenza andrà a Cosenza con due risultati favorevoli.

 

Sull'Autore

Federico Formisano