Promozione

Verso lo spareggio: anche la scaramanzia vuole la sua parte

Scritto da Federico Formisano

Il menu di stasera dopo l’allenamento di rifinitura è già scritto: tornerà per la terza settimana consecutiva lo spezzatino con polenta ed il cuoco della Seraticense lo sa già: fin che si vince il menu è destinato a non cambiare.

Domenica la Seraticense si gioca la gara più importante della sua storia recente andando a Belfiore per lo spareggio con il Garda.

E la società ha fatto tutto a puntino per preparare l’evento:  ” Abbiamo messo a disposizione un pulmann per i tifosi, anche se già sappiamo che molti si muoverranno in auto – dichiara il direttore generale della società Demetrio Antonello  – la trasferta a Belfiore non è impegnativa e sappiamo che molti si muoveranno autonomamente. Inoltre doteremo tutti i nostri tifosi di una maglia arancione e la società ha anche deciso di devolvere la propria parte di incasso ad una Scuola di Belfiore “.

Demetrio Antonello (nell’intervallo di Longare- Seraticense, foto Formisano)

Si prevede un afflusso abbastanza massiccio di tifosi e anche di molti osservatori per questa gara. Secondo Antonello almeno 400 persone. E l’incasso sarà ripartito in tre (alla Federazione che paga le spese di organizzazione dell’evento e alle due società) per cui la fetta che spetta alla Seraticense potrebbe essere superiore ai 1000 euro: un bel regalo in tempi di vacche magre che la società intende devolvere ad una buona causa.

Ingresso in campo della squadra con la terna arbitrale (foto inedita di Federico Formisano)

Le due squadre arrivano a questo appuntamento con spirito diverso: la Seraticense è caricata a molla dalla incredibile sequela di risultati favorevoli (con otto successi consecutivi ed un imbattibilità che dura da mesi) mentre il Garda ha perso lo smalto di qualche tempo fa e un pò di sicurezza dopo la sconfitta casalinga rimediata proprio con la formazione di Cortellazzi. Ma una gara secca come questa contiene sempre degli elementi di imprevedibilità e nessuno si azzarda a fare pronostici.

La squadra è a posto – dice il dg seraticense – recuperiamo Borriero che ha scontato la giornata di squalifica e cerchiamo anche il pieno recupero di Borotto che lamenta ancora qualche conseguenza dopo la gara con il Longare.

In questi casi anche la scaramanzia vuole la sua parte ed in effetti non c’è solo la questione menu a tenere banco ” Non abbiamo concordato alcun premio particolare – spiega ancora Antonello – perchè lo scorso anno quando la squadra sembrava poter arrivare ai play-off venne stabilito un incentivo con i giocatori in caso di approdo alle finali post campionato. Una volta concordata questa decisione la squadra perde quattro gare consecutive. Allora d’accordo tutti quest’anno non abbiamo mai nemmeno accennato alla questione…non si sa mai !

Certo che la squadra ha compiuto una vera impresa ed in effetti la società ha già deciso di puntare sulla conferma di mister Cortellazzi.  “Si e probabilmente rimarrà anche tutto il suo staff – afferma il direttore – anche se in questo momento non abbiamo ancora avuto il tempo materiale per incontrare le persone che con il mister hanno fatto veramente un ottimo lavoro!

Cortellazzi (foto Formisano)

Adesso tutta la concentrazione è rivolta al match clou di domenica che vale una promozione in Eccellenza non pronosticabile ma comunque gradita a tutto l’ambiente: per un piccolo centro come Sarego la prospettiva di rinverdire i tempi della serie D è dietro l’angolo. Amuleti permettendo !


Sull'Autore

Federico Formisano