Prima Categoria

S’infrange il sogno del Monteviale ed il Chiampo va avanti

Scritto da Antonio Martinello

CHIAMPO: Pellizzari, Carassi, Stefani, Zoccante (dal 87’ Saccozza), Jotic, Montagna, Vicentin (dal 86’ Parise), Diquigiovanni, Dalla Riva (dal 90’ Vaccaretti), Centomo, Dal Maso (dal 68’ Carmucci G.). All.: Fabio Nicolè

MONTEVIALE: Cattani, Porcellato, Radosavljevic, Zausa (dal 69’ Tadiotto), Cantarello, Perucca, Penzo (dal 46’ Maran), Erba(dal 59’ Carmucci), Maiova, Belloni, Menegon. All.: Denis Lazzaron

Reti: Zoccante al 4’, Centomo al 41’, Cantarello al 86’

Arbitro: Anna Frazza di Schio Assistenti: Gobbo di Mestre, Rappo di Verona.

A Chiampo il Monteviale chiude la propria stagione sportiva con la odierna partita dei Play Off. Il sogno dei ragazzi di mister Lazzaron si infrange al cospetto di un buon ma non trascendentale Chiampo. Un Chiampo che ha avuto l’abilità di sfruttare la prima occasione capitata. Calcio di punizione dal limite per un fallo molto contestato dagli ospiti. Lo specialista Zoccante posiziona la palla poco prima della linea bianca. Calcia a scavalcare la barriera e la palla nonostante il balzo di Cattani termina la sua corsa in fondo al sacco.

Siamo solo al 4’ minuto e per i giallo rossi la gara si fa subito in salita. Dopo alcuni momenti di giustificato scoramento Perrucca & C. cercano di alzare il ritmo e il Chiampo arretra la propria area di azione. Significativo in questo momento sono i sei calci d’angolo che Menegon batte nel giro di circa 10 minuti. Ma al di la di una chiara prevalenza a centro campo la porta di Pellizzari non corre seri pericoli se non quando Menegon di testa anticipa l’uscita del portiere e di testa mette in rete. L’assistente però alza la bandierina per un millimetrico fuori gioco, e non essendoci la Var ci dobbiamo fidare dell’operato del collaboratore della signorina Frazza.

Come spesso succede dopo tanto attaccare, al 41’ il Chiampo in azione di contropiede trova il gol del raddoppio. L’azione si sviluppa sulla destra del fronte d’attacco giallo/verde con Vicentin che guadagna la linea di fondo e mette un pallone invitante all’altezza del disco di rigore, Centomo raccoglie e trova l’angolo alla destra di Cattani. Certamente un gran bel gol, che porta sul due a zero il Chiampo, che ha saputo sfruttare a dovere le proprie chanches.

Il secondo tempo si apre con l’ingresso in campo di Maran al posto di Penzo mentre Nicolè presenta la stessa formazione del primo tempo. I giallo/rossi a questo punto non avendo più nulla da perdere cercano di recuperare le due reti per arrivare almeno ai tempi supplementari. Gli attacchi si susseguono ma la porta di Pellizzari non capitola. Prima al 28’ Belloni di testa colpisce a colpo sicuro ma la traversa respinge la sua conclusione. Poi Carmucci entrato nel secondo tempo al posto di Erba, trova la deviazione vincente ma anche la bandierina alzata al vento dal secondo assistente anche qui sarebbe interessante rivedere ma non si può. Con il passare del tempo gli attacchi si fanno sempre più pressanti e finalmente Cantarello lasciate le retrovie trova la deviazione vincente. Siamo ora al 41’ del secondo tempo e di tempo ne rimane ancora poco. Il Chiampo grazie anche ai grandi spazi lasciati nelle retrovie costruisce un paio di ottime occasioni, ma la bravura di Cattani si esalta nel togliere dai piedi degli attaccanti la palla al momento della conclusione.
I ragazzi di Lazzaron si lanciano ancora in avanti ma il risultato non cambia, si giocano anche quattro minuti di recupero concessi per i numerosi cambi e al fischio finale sono i ragazzi di Fabio Nicolè ad alzare le mani al cielo per lo scampato pericolo e naturalmente per la vittoria.

 

Sull'Autore

Antonio Martinello