Redazionali Serie D

Arzignano: da Levico una vittoria non adatta ai deboli di cuore

Scritto da Federico Formisano

Nonostante una gara sempre propositiva, vicentini sotto a metà secondo tempo col gol di Marku. Ma nel finale un cuore grande così porta in dono tre punti preziosi: pareggio su rigore di Maldonado, e in pieno recupero Ibe fa esplodere di gioia il popolo gialloceleste. Ora testa al match casalingo con la Clodiense

LEVICO TERME – ARZIGNANO VALCHIAMPO 1-2

LEVICO TERME: Costa, Demian, Acka (42’ st Equizi), Pellielo (11’ st Bertoldi), Bagatini, Dall’Ara, Guatieri, Castellan, Di Benedetto (11’ st Biscaro), Masia (23’ st Cariello), Marku, (A disposizione: Cafagno, Salvaterra, Rinaldo, Esposito, Stark). All. Vitali

ARZIGNANO VALCHIAMPO: Tosi, Spaltri, Panzani, Munaretto, Bigolin, Maldonado, Valenti (26’ st Fracaro), Hohxa (41’ st Burato), Odogwu, Lombardi, Forte (33’ st Ibe). (A disposizione: Dani, Rigodanzo, Vanzan, Dentale, Antoniazzi, Serroukh). All. Di Donato

ARBITRO: Stefano Nicolini di Brescia (Assistenti: Zanellati di Seregno e Marseglie di Milano)

RETI: 28’ st Marku (L), 36’ st rig. Maldonado (A). 48’ st Ibe (A).

NOTE: 300 spettatori circa. Campo in buone condizioni. Giornata calda e soleggiata. Ammoniti: Masia, Guatieri, Bagatini, Demian (L); Spaltri (A). Al 42’ pt allontanato per proteste Di Donato (A). Al 48’ espulso per doppia ammonizione Guatieri (L).

ARZIGNANO (VI) – Che cuore questo Arzignano Valchiampo, che anche a Levico conferma di avere sette vite come i gatti! Sotto nel punteggio in maniera incredibile dopo la gran mole di gioco espresso e la marea di occasioni da gol create, la truppa di Daniele Di Donato ha reagito in maniera rabbiosa nel finale, e così come accaduto la settimana scorsa con l’Adriese ha rimesso in sesto una partita che sembrava stregata. Ma la cosa più importante è che finalmente sono arrivati i tre punti, la prima vittoria del campionato. E da qui bisogna ripartire.

Foto dal sito del Levico

Rispetto alla sfida del Dal Molin coi rodigini, mister Di Donato schiera dal primo minuto Hoxha e Lombardi. Fin dai primi minuti di gioco è un Arzignano intraprendente quello che comincia a prendere d’assedio la porta difesa dal vicentino Costa. Ma la palla non ne vuole sapere di entrare. Passano i minuti, il pallino del gioco è sempre in mano ai giallocelesti, che sfiorano ripetutamente un vantaggio che non arriva.

Si va alla ripresa, e il copione non cambia, con l’Arzignano sempre impegnato a fare la partita e a creare chance. Purtroppo però manca il guizzo vincente, e come spesso capita l’avversario ne approfitta. Il Levico, infatti, alla prima occasione utile, al 28’ della ripresa, sblocca clamorosamente il risultato con la giocata di Marku. Potrebbe essere una mazzata per il morale dei vicentini, che però non demordono e continuano a prendere d’assalto la porta trentina; la strenua resistenza dei padroni di casa cade al 36’ su rigore conquistato da Odogwu e realizzato da un freddo Maldonado. Ma questo Arzignano non si accontenta mai, e infatti al 48’, in pieno recupero, è Ibe a mettere a segno il gol partita, un gol che fa esplodere di gioia tutta la panchina e tutto il pubblico vicentino presente.

Ibe

Prima vittoria stagionale, conquistata con le unghie e con i denti. C’è da migliorare, senza dubbio, ma da qui si deve ripartire con ottimismo e convinzione nei propri mezzi. Anche perché adesso si inizia un mini ciclo di due incontri casalinghi consecutivi contro Clodiense e Sandonà da cui cercare di racimolare più punti possibili.

Nicola Ciatti Ufficio Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo


Sull'Autore

Federico Formisano