“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del lunedì: Calidonense che delusione.. Ricciardi che frenata…

Scritto da Federico Formisano

Le voci che abbiamo raccolto ieri, confermate anche dalle indicazioni di alcuni comitati regionali  (Eccellenza che inizia il 6 marzo con gli altri campionati in campo dal 20 dello stesso mese)  si scontrano pesantemente con le ultime affermazioni di Walter Ricciardi del Comitato Tecnico Scientifico. A questo punto sulle date di inizio, vista l’attuale situazione epidemiologica non ci scommetterebbe chiaramente nessuno, anzi diciamo pure che  ci vorrebbe una palla di vetro….

E al riguarda ci sembrano indicative anche le valutazioni del Football Valbrenta che completa il quadro sulla promozione.

Sul caso Caldogno con le dimissioni di Piccoli abbiamo una verità da raccontarvi e purtroppo anche una delusione sul come sia andata veramente la vicenda.

 

Le notizie pubblicate ieri

https://www.calciovicentino.it/2021/02/14/ledicola-della-domenica-il-6-marzo-riparte-leccellenza-intanto-in-liguria/  Si tratta di voci da verificare ma che provengono da fonti vicine alla Federazione: Secondo questi sussurri. l’Eccellenza sarebbe destinata a  partire il 6 marzo, mentre gli altri campionati dovrebbero riprendere il 20 marzo, tutti.  Ovviamente molte condizioni sono da verificare.   Interessante nel frattempo la decisione del Crv Ligure che decide si per la ripartenza ma con le retrocessioni.  

https://www.calciovicentino.it/2021/02/14/i-risultati-di-domenica-14/ I risultati dei posticipi di B, delle gare di D e della partita di calcio femminile.

https://www.calciovicentino.it/2021/02/14/tra-il-freddo-e-il-caldiero-esce-solo-un-risultato-in-bianco/   Arzignano – Caldiero di Nicola Ciatti

https://www.calciovicentino.it/2021/02/14/il-cartigliano-passa-sul-campo-del-montebelluna/ Montebelluna – Cartigliano

https://www.calciovicentino.it/2021/02/14/vicenza-cf-rimonta-il-ravenna-e-porta-a-casa-un-punto-importante/   Vicenza cf- Ravenna Ufficio Stampa Calcio femminile.

A

Aia: Alfredo Trentalange è il nuovo presidente dell’Associazione italiana arbitri fino al 2024. L’ex fischietto internazionale ha battuto il numero uno uscente Marcello Nicchi, in carica da tre mandati consecutivi, con 193 voti . Nicchi ha ottenuto 125 voti, 2 schede bianche.

 

Almanacco:  Torniamo alla seconda categoria con le due pagine dedicate al Sossano.  Nel nostro Almanacco, edizione 2020/21, potete trovare i dati sullo staff, sulla società; inoltre per ogni giocatore riportiamo la carriera con le presenze e le reti nell’ultima annata;  Ovviamente sarà cura aggiornare le foto di giocatori e squadra non appena riprenderanno i campionati o non appena verranno fornite dalla società.

Finora abbiamo pubblicato la bozza in miniatura delle pagine di queste squadre: Vicenza (Serie B) , Vicenza calcio Femminile (Serie B femminile), Arzignano e  Cartigliano (Serie D), Bassano, Camisano, Montecchio,  Schio (Eccellenza), Calidonense, Chiampo, Marosticense, Eurocalcio, La Rocca, Longare, Monteviale,  Rivereel,  Sarcedo,  Trissino, Virtus Cornedo (Promozione) ,  Brendola, Montecchio San Pietro,  Sovizzo (Prima Categoria B),  Alto Astico Cogollo, Arcugnano,  Azzurra Sandrigo, Berton Bolzano, Due Monti, Dueville,  Grisignano,  Le Torri, Malo, Summania, Valdagno (Prima Categoria C),  Carmenta, Galliera, Virtus Romano (Prima categoria F) Altavilla,   Alte,  Castelgomberto, Sossano,  Union Olmo Creazzo(Seconda Categoria C),  Breganze, Grumolo, Lampo, Maddalene, Novoledo, Pedezzi, Quinto,  Telemar(Seconda Categoria E),  Azzurra Maglio, Colceresa,  Molina, Santomio,  Silva (Seconda Categoria F),  Arsenal,  Città di Asolo, Longa, Mottinello, Nove, Real Stroppari, San Pietro Rosà, Santa Croce (Seconda Categoria G),  Spes Poiana, Nova Gens (Seconda Categoria M), Altair , Barbarano, 7 Mulin (Terza Categoria Vicenza),  i, Fellette e Lamonese (terza categoria Bassano)

B

Bangu: l’ex centrocampista del 1997  del Vicenza Andy Bangu di proprietà del Gubbio, potrebbe presto essere annunciato dal Bra, formazione del girone A di Serie D.

 

Bollettino Covid:   Attualmente positivi: 402.783 (+1370) Deceduti: 93.577 (+221) Dimessi/Guariti: 2.225.519 (+9.469) Ricoverati: 20.534(-28) di cui in Terapia Intensiva: 2.085 (+23) Tamponi: 36.168.581(+205.642) Totale casi: 2.721.879 (+11.068)

Il rapporto fra tamponi e positivi sale al 5,3 per cento.  Scendono di poco i positivi ma  con un minor numero di tamponi, scendono i ricoveri e salgono di poco le terapie intensive.  Il Veneto ha 515 casi.  La Lombardia guida la graduatoria ancora con quasi 2000 positivi secuito da Campania, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Toscana. Curva in caduta libera. Ormai questo calo sempre più veloce non fa più notizia. In tutto il Vicentino, fra le due Ulss Berica e Pedemontana, solo 33 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Sabato si erano registrati 61 positivi, e venerdì 149, fra i 62 contagi dell’Ulss Berica e i 87 dell’Ulss Pedemontana. Come sempre, nelle giornate prefestive e festive, si esegue un minor numero di tamponi, per cui, sabato e domenica, si trovano meno casi, ma la grande frenata del Covid è evidente, anche se la minaccia resta sempre dietro l’angolo e la paura è che, dopo le riaperture, l’infezione torni a salire. Le prossime due settimane saranno cruciali per capire se ci sia da temere la terza ondata, un nuovo, violento ritorno del Covid.

 

C

Calidonense: Così non va!      Con la Calidonense abbiamo avuto sempre un ottimo rapporto e non a caso negli ultimi anni siamo sempre stati presenti alla presentazione ufficiale di Prima squadra e degli Juniores.  Dopo il cambio di dirigenza con personaggi importanti (come Paoli, Rizzato, Ebene e c. ) persone che di calcio ne sanno e ne masticano da anni ci saremmo aspettati un comportamento diverso nei confronti di un allenatore bravo e preparato come Antonio Piccoli anziché il classico comunicato stampa “Di comune accordo  s’è deciso di concludere il rapporto con Antonio; colgo l’occasione per ringraziarlo pubblicamente per il suo operato svolto sempre con passione, competenza, dedizione e grazie al quale ha dimostrando di possedere qualità sia tecniche che umane” .   Soprattutto quando si sa benissimo perché Piccoli si è dimesso. Lui non  lo dichiara pubblicamente perché è una persona corretta ma in realtà il motivo delle sue dimissioni (e non di comune accordo) risiede nel fatto che si sia stancato di farsi riferire da altre campane voci che riguardano la Calidonense su presunti contatti per la prossima stagione spendendo il nome di un allenatore che sarà poi quello destinato (da subito o dal momento della ripresa ) a prendere il suo posto. Il nome del nuovo mister noi lo sappiamo ma a Caldogno lo sanno anche le tribune dello Stadio. Ci saremmo in sostanza aspettati che una nuova dirigenza formata da persone giovani e certamente motivate,  si  muovesse in maniera diversa.   Infine stiamo ancora aspettando che il ds Ebene risponda alle nostre domande sulla ripresa della stagione, ma visto che la tendenza ormai è consolidata, possiamo anche farne a meno.

La dirigenza della Calidonense con mister Piccoli

 

Carraro: Patrik Carraro, ex giocatore e attuale vice allenatore del Chiampo è diventato papà di una bimba a cui è stato dato il nome Vittoria. .Il regalo più bello della nostra vita… una partita durata 9 mesi e portata a casa all’ultimo minuto, all’ultimo punto… Risultato?!?! Scontato… Poteva essere solo una Vittoria . A Patrik e alla mamma Alessandra le congratulazioni della nostra redazione!!

Carraro Patrik


Cartigliano:
Il dolore non si dimentica e un dolore così non si può dimenticare… non si deve dimenticare. Quando una persona ci lascia, quando non è più qui e non possiamo più toccarla, o sentire la sua voce… sembra scomparsa per sempre. Ma un affetto sincero non morirà mai. Il ricordo delle persone che ci sono state care vivrà per sempre nei nostri cuori: più forte di qualsiasi abbraccio, più importante di qualsiasi parola.

Un anno fa ci lasciava Mirko Pelizzer, il suo sorriso non lo dimenticheremo mai… è il sorriso di chi lotta, di chi ama la vita e di chi l’ha amata fino all’ultimo giorno!
Oggi con noi gioca Stefano, fratello di Mirko… ma è un pò come se giocassero entrambi: Cartigliano è la casa di Stefano e di Mirko!  Il sito del Cartigliano pubblica poi la lettera della famiglia di Mirko di cui ieri abbiamo pubblicato ampi stralci.

Cartigliano: le dichiarazioni di mister Ferronato a fine partita: https://www.facebook.com/ssdarlcartiglianocalcio/videos/5335422363165133

Corbanese: Lui è un bellunese purosangue,classe 1988 e tranne un paio di parentesi con Sacilese e Montebelluna,ha sempre giocato con il suo amato Belluno,con il gol di ieri nel pareggio interno con l’Este ha raggiunto i 200 gol in carriera !!! Scontata la maglia rievocativa che ricorda il soprannome di Corbanese (il Cobra)

F

Fuori gioco:  Questa sera alle 17.30 su Tva Vicenza andrà in onda una puntata di Fuorigioco con la presenza di un altro graditissimo ospite: Jimmy Maini, ex giocatore del Vicenza. Maini con il Vicenza ha giocato 62  partite da centrocampista realizzando 7 gol tra il 1995 e il 1997.   Con i biancorossi ha vinto la Coppa Italia e suo è stato il gol nella gara di ritorno che aveva pareggiato la rete realizzata dal Napoli nella gara d’andata.  Il Vicenza lo ha ceduto al Milan per 6 miliardi di lire. Successivamente ha giocato con Bologna, Parma e Venezia. Ha giocato una gara in Nazionale contro l’Inghilterra.

L

 

Liste: A questo link potete trovare le schede aggiornate del  Valdagno https://www.calciovicentino.it/list/valdagno-vicenza/   Come quella di Filippo Prenzan nel nostro sito ci sono oltre 4000 schede di giocatori con indicate le squadre dove hanno giocato, le presenze e le reti realizzate. Per visionarle è sufficiente indicare il cognome del giocatore nello spazio scrivi qui cosa cercare.

P

Pescara: Salta un’altra panchina in B: a Pescara dopo Oddo la mancanza di risultati colpisce anche l’ex mister biancorosso Roberto Breda.  Il terzo allenatore della stagione sarà Gianluca Grassadonia che lo scorso anno aveva allenato il Catanzaro.  Il Pescara è ultimo in classifica a parità di punti con l’Entella.

Promozione:  Il Football Valbrenta – ci scrive il dirigente ed ex presidente Paolo Dalla Zuanna –  si è espressa per il no alla ripresa del campionato. Il perchè, per noi, è semplice. Non c’era il 30 gennaio, come non ci sono ora le condizioni per iniziare. La situazione sanitaria in questa ultima settimana lo dimostra in modo inequivocabile. Le regioni dopo un periodo di “Giallo” passano “arancio”. Alcune scuole hanno evidenziato focolai di infezione e le fanno chiudere. Già questo è più che sufficiente. Se poi vogliamo andare oltre dico che già il protocollo imposto per l’inizio del campionato era insufficiente, che fare calcio senza pubblico è una cosa piuttosto avvilente, che gli allenamenti individuali e senza l’uso di spogliatoi e docce è una stupidaggine che fai fatica ad applicare al settore giovanile, che da noi è sempre rimasto attivo, figurati con prime squadre con giocatori che a fine allenamento hanno 30/40 km di strada per rientrare a casa a lavarsi. Protocollo serie “D” per iniziare? Neanche commento ma invito a leggere bene il documento della FMSI (protocollo per atleti non professionisti post Covid). Intervento economico per tamponi? rispondo: ma siamo in pandemia o no ?  Per ultimo evidenzio una cosa. L’indagine conoscitiva sull’attività che il CRV ha inviato alle società per avere “nero su bianco” il numero dei SI e dei NO alla ripartenza, riportava nelle “condizioni per la ripartenza” la ripresa di tutte le categorie agonistiche, anche del SGS. Il nostro settore giovanile conta 120/130 ragazzi dagli Juniores Reg. in giù. Con il costo super agevolato dei tamponi a 3 euro, per atleti, mister, dirigenti e collaboratori che sono a contatto settimanalmente con i ragazzi, compreso il giusto compenso al medico, la sanificazione giornaliera almeno dello spogliatoio, il Valbrenta avrebbe speso, compresa la prima squadra, minimo 800 euro la settimana. Insostenibile. Chiedere agli sponsor per conferma.  Infine ai genitori e pseudo dirigenti sportivi che sui social insultano e offendono chi si impegna da anni a gestire una società sportiva, dico che se i loro figli vanno in depressione per colpa del Covid o passano ore al telefonino o ai video giochi, possono/devono prendersi il tempo da passare assieme a loro invece che delegare agli altri tali incombenze !

Paolo Dalla Zuanna

Le dichiarazioni di Dalla Zuanna fanno seguito a quelle già espresse da Luca Bertollo dell’Eurocalcio, Antonio Mandato del Longare, Spes Geremia del Rosà, Davide Santagiuliana della Virtus Cornedo, Silvio Tombolato del Tombolo, Francesco Verlato del La Rocca, Claudio Giarolo del Montebello. Marco Aleardi del Monteviale e Stefano Mabilia della Marosticense.

R

Ricciardi: È “urgente cambiare subito la strategia di contrasto al virus SarsCov2: è necessario un lockdown totale in tutta Italia immediato, che preveda anche la chiusura delle scuole facendo salve le attività essenziali, ma di durata limitata”. Lo afferma all’Ansa Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute. Oltre a ciò, “va potenziato il tracciamento e rafforzata la campagna vaccinale”. Ricciardi prosegue: “È evidente – avverte – che la strategia di convivenza col virus, adottata finora, è inefficace e ci condanna alla instabilità, con un numero pesante di morti ogni giorno”.

S   

Serie B: Risultati e classifica

Monza – Pisa  0-2 Palombi (2)
Cremonese – Lecce 1-2 Gaetano (C ), Autogol e Rodriguez (L)
Pescara – Venezia 0-2 Autogol e Modolo (V)
Pordenone – Cittadella 0-1 Beretta
Salernitana – Lr Vicenza 1-1  Aya (S) GIacomelli (V)
Spal – Empoli 1-1 Mancuso (E) Esposito (S)
V. Entella – Frosinone 2-3  Maiello (F), Ariaudo (F), Curado autorete, Schenetti (E), Iemmello (F)
Reggiana – Ascoli  1-0  
Ardemagni
Brescia – Chievo  1-0
 Aye

Stasera: Cosenza – Reggina  Marinelli Livio Tivoli (ore 21.00)

Classifica: Empoli 44, Monza 39, Chievo 39, Cittadella 39,  Salernitana 38, Venezia 38, Spal 36,  Lecce 35, Pordenone  35, Frosinone 32, Pisa 31, Vicenza 26,  Brescia 26, Reggina 25, Reggiana 24,  Cremonese 23,Cosenza 22,  Ascoli 21,  Entella 17,  Pescara 17

Il punto: vanno a punti Reggiana (successo sull’Ascoli) e il Brescia che raggiunge il Vicenza in classifica battendo il Chievo. Nell’alta classifica giornata favorevole al Cittadella e al Venezia che hanno vinto nella giornata delle sconfitte di Monza e Chievo e dei pareggi di Empoli, Salernitana e Spal.  Le ultime tre della graduatoria perdono tutte e perde anche la Cremonese. Mentre il Cosenza gioca stasera il derby calabrese.

Serie D: Risultati e classifica

Luparense-Virtus Bolzano 3-2  Menato,  Baccolo,Florian (L)  Kaptina  A. (B) autogol di Beccaro
Trento-Ambrosiana 3-2  Belcastro, Galazzini, Aliu (T)  Metlika e Giordano (A)
Union Clodiense-Cjarlins Muzane 2-0 Gioè e Melandri
Arzignano- Caldiero  0-0 per questa partita abbiamo pubblicato la cronaca della gara.
Belluno- Este 1-1 Cardellino 21’ Corbanese 76’
Manzanese- Adriese 0-2 Marangon e Kabine (A)
Mestre – Campodarsego 0-2  Scapin Akammadu  per questa partita abbiamo pubblicato la cronaca della gara.
Montebelluna- Cartigliano 0-2 Gobbetti 21’  Boudraa 34’
Union Feltre – Delta 2-0  Benedetti e Antenucci
Union San Giorgio Sedico – Chions 0-1  Torelli su rigore al 51’

Classifica: Trento 37 (18), Manzanese 37(19), Clodiense Chioggia 34 (18), Belluno 34 (19), Mestre 33 (19), Luparense  27 (19),  Caldiero 27 (19), Este 26 (18), Adriese 26 (20), Cartigliano 25 (19), Arzignano 24 (18),  Cjarlins Muzane 23 (18), Montebelluna 22 (19) , Union Feltre 22 (20), Virtus Bolzano 20 (19),   Delta Porto Tolle  19 (11), San Giorgio Sedico 19 (20), Ambrosiana 15 (19),   Campodarsego 15 (16), Chions 13 (19)

Il punto: La Manzanese perde in casa con l’Adriese, rimane al comando in coabitazione con il Trento che ha una gara da recuperare. Il Belluno non va oltre il pari con l’Este e spreca la possibilità di avvicinare le prime. Perde il Mestre con il Campodarsego che vendica la sconfitta nel recupero di mercoledì scorso. Si accorcia la classifica in fondo per i successi del Campodarsego e soprattutto del Chions che vine in casa del Sedico e mette in carniere 7 punti in una settimana, più di quanti ne aveva raccolti nelle 16 gare precedenti. Anche l’Union Feltre ha cambiato passo e vincendo contro il Delta (che è tornato in campo dopo 9 gare saltate) si porta a metà classifica. Il Cartigliano supera l’Arzignano fermato sul pari dal Caldiero.

Serie D: mercoledì di nuovo in campo
Queste le gare in programma mercoledì nel girone C
Luparense-Unione Clodiense Chioggia
Trento-Montebelluna
Virtus Bolzano-Delta Porto Tolle

  

V

Vicenza:   La società LR Vicenza desidera congratularsi con la Migross Asiago Hockey per aver portato il territorio vicentino per la settima volta sul tetto d’Italia! Congratulazioni alla società, al Presidente Mantovani, allo staff e a tutti i ragazzi!

Il difensore Barlocco intervistato dopo la gara di Salerno:  “Il loro goal è arrivato nel nostro momento migliore è stato un peccato perché siamo andati sotto per una palla inattiva, per un dettaglio che sicuramente dovremo sistemare, però abbiamo pensato che bisognava continuare a giocare come stavamo facendo per trovare il prima possibile il pareggio. Era una partita troppo importante che stavamo giocando comunque molto bene e siamo stati bravi quindi a rimetterla subito in piedi e a portare a casa un punto importante per noi sul campo di una squadra che sta lottando per vincere il campionato. Io credo che oggi il Vicenza abbia fatto una partita davvero importante in entrambe le fasi, peccato davvero per il gol, un dettaglio che comunque come dicevo dobbiamo sistemare ma abbiamo disputato una partita di grandissimo livello contro una ottima squadra. Il rigore? Diciamo che sul rigore è stato molto bravo Tutino a farlo sembrare molto più fallo di quello che in realtà poteva essere. Meno male che l’ha sbagliato. Troppe reti su palla inattiva? Bisogna migliorare in settimana, dobbiamo allenarla ancora meglio forse di quello che stiamo facendo perché comunque nell’ultimo periodo, soprattutto, abbiamo concesso qualcosa di troppo sulle palle inattive e sono una situazione troppo importante nella quale si decidono le partite quindi sicuramente dobbiamo migliorarci. Con le big sempre alla pari, in cosa si deve migliorare per non soffrire fino alla fine? Dobbiamo sicuramente curare i dettagli, ogni singolo dettaglio della partita, ed essere concentrati per 95 minuti, dobbiamo magari certe volte cercare di concretizzare un po’ più le situazioni in avanti per poter magari andare in vantaggio anche noi qualche volta. L’alternanza con Beruatto? L’alternanza fa sempre bene perché comunque la competitività in allenamento tiene alti i ritmi, tiene alto il livello della squadra quindi non può che fare bene ad entrambi. Noi comunque siamo soddisfatti del campionato che stiamo facendo però siamo consapevoli del fatto che devono sempre fare meglio per poter raggiungere il nostro obiettivo. La Spal? Ora recuperiamo dalla fatica di oggi e lunedì ci metteremo subito a testa bassa a lavorare per prepararci al meglio per un’altra partita contro una delle squadre più forti del campionato”.

 

Recapiti     del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

 

Sull'Autore

Federico Formisano