Calciomercato Presentazioni Promozione

Presentazioni (12) Il Longare cerca sonni tranquilli ma anche qualche soddisfazione

Scritto da Giacomo

E’ l’agriturismo “Al Contadino” il luogo scelto dal sodalizio di Prosdocimi & co. per la serata di presentazione della prima squadra che si appresta a disputare il campionato di Promozione per il 10° anno consecutivo.

Sono molti i volti nuovi, a partire dal mister, l’ex fantasista del Vicenza Alessandro Sgrigna, e dall’intero staff tecnico, passando per il Direttore Sportivo, con il ritorno di Bottazzi dopo tre stagioni ed arrivando alla rosa della squadra, dove solo cinque sono i giocatori confermati dalla precedente stagione: un evidente segnale di voler dimenticare in fretta le ansie e i patemi d’animo vissuti fino all’ultima gara della scorsa stagione e cacciare via i fantasmi di una retrocessione che, per parola del vice-presidente Matteo Cabrellon, avrebbe potuto minare il futuro del calcio a Longare.

La scorsa stagione” esordisce il Presidente, da nove stagioni al comando della società “per più di 20 domeniche non ho chiuso occhio la notte dopo la partita, quest’anno confido nel ritorno di Antonio (Bottazzi ndr) per dormire sonni tranquilli”. Ed in effetti quello del D.s. è un ritorno importante e va a coprire un ruolo che, sostanzialmente, è rimasto scoperto nelle scorse stagioni, con i due massimi dirigenti Prosdocimi e Cabrellon a darsi da fare per allestire le squadre.

Il massimo dirigente, che ad inizio serata ci ha confidato di puntare almeno ai playoff, ha tenuto a precisare come, in un momento di difficoltà per molte società, il rigore e la compattezza con cui il consiglio direttivo garantisce di continuare ad esprimere calcio a buoni livelli a Longare sia stato determinante anche nell’allestimento della squadra per questa nuova stagione sportiva.

La presentazione dei singoli calciatori è toccata a Bottazzi, rientrato in società dopo un’importante esperienza triennale nel Leodari Vicenza, caratterizzata da due promozioni consecutive e dalla tranquilla salvezza in Eccellenza.

Il dirigente si è detto soddisfatto della rosa che ha messo a disposizione di mister Sgrigna, convinto che prima ancora di aver scelto validissimi giocatori, ha scelto uomini, che saranno fondamentali nei momenti di difficoltà che si incontreranno durante l’anno, e ha dichiarato di voler puntare al salto di categoria “se non quest’anno, l’anno prossimo”, premio meritato sia per l’ambiente che per il paese.

Importanti anche le parole del vice-presidente Cabrellon, da sempre molto vicino ai ragazzi della prima squadra ed al settore giovanile, che ha tenuto a ringraziare tutti coloro che orbitano nella società e contribuiscono a far navigare in acque tranquille la barca gialloblu verde, oltre alle Amministrazioni Comunali di Longare e Castegnero, preziosi partner per la crescita della società, soprattutto del settore giovanile.

Settore giovanile che fornisce quest’anno il 20% della rosa, segno tangibile dell’importante lavoro svolto da Pierangelo Masiero nel gestire l’intero bacino dei ragazzi della società.

A margine della serata abbiamo intervistato il neo allenatore, Alessandro Sgrigna:

-Mister, è fresco di corso allenatore e patentino, si sente pronto?

“Prontissimo! E’ la mia prima esperienza da allenatore ma non vedo l’ora di iniziare. Ci sono tutti i presupposti per fare bene.”

-Quali sono state le prime impressioni dell’ambiente?

“Molto buone; con il Presidente Prosdocimi abbiamo trovato subito l’accordo. Conoscevo già il Direttore Bottazzi, che mi ha portato qui, oltre ai componenti del mio staff.”

-E’ soddisfatto della rosa che le è stata messa a disposizione o si aspetta ancora qualche arrivo?

“La rosa è completa e molto competitiva, non credo servano altri giocatori, le uniche valutazioni che ci riserviamo di fare sono sui giovani, sui fuori quota, dopo il primissimo periodo vediamo se è il caso di fare qualche altro inserimento.”

-La società che obiettivo le ha chiesto di raggiungere?

“Obiettivi prefissati non ce ne sono, solo la Juventus è obbligata a vincere, le altre se la giocano. Poi strada facendo ci fisseremo gli obiettivi man mano che passano le gare. Il primo senz’altro è quello di far felice il Presidente e l’ambiente tutto”

Giacomo Carollo

La rosa:

Portieri: Nicola Carli (97 dal Leodari), Pietro Poletto (97) Difensori: Ruben De Filippi (89), Michele Marchioron (97 dal Camisano),  Mattia Colombara (96 dal Leodari), Pierre Zanandrea (96 dalla Marosticense), Bressan, Caron Davide (98). Centrocampisti: Kevin Bordin (96), Andrea Bruttomesso (95), Andrea Caron (99), Andrea Cisco (84), Luca Fortunato (88 dal Leodari)), Marco Leodari (89 dal Leodari)), Francesco Pellizzari (98 dall’Este) Attaccanti: Gianluca Fasolo (95), Giacomo Moresco (83 dal Leodari), Andersson Piva Moralez (94, dal Thermal Teolo), Gian Marco Padovan (99), Luca Sparelli (97), Angelo Tugnoli (2000 dal Vicenza).

Staff tecnico:

Dir. Sportivo: Bottazzi Antonio

Allenatore: Sgrigna Alessandro

Vice allenatore: Bedin Stefano

Allenatore Portieri: Bocchese Fabio

Team Manager: Marchioretto Nicolò

Massaggiatore: Carta Marco

Per visionare la galleria clicca sulla prima foto e poi clicca sulle frecce.

Sull'Autore

Giacomo

Lascia un commento