Redazionali

Che cosa sta succedendo al Vicenza: sembra di essere su scherzi a parte.

Scritto da Federico Formisano

In copertina la Baitina, l’hotel che ospita i biancorossi

Oggi alcuni tifosi sono saliti ad Asiago per cercare di seguire il ritiro del Vicenza. Ci hanno riferito di un atmosfera particolarmente depressa: i giocatori sono scesi in campo in numero ridotto con Giacomelli che ha svolto allenamento a parte. Molti i giovani. E nessuno che sappia dire chi sono i giocatori che si stanno allenando.  Ieri addirittura in nove più tre portieri, oggi qualche giocatore in più.  Stamattina si è vista la signora Franchetto, vero cuore di appassionato, da sola, ha raggiunto il ritiro e salutato uno per uno i giocatori. Nel pomeriggio ci riferiscono di una visita lampo dell’Avvocato Polato.

Ma la decisione abbastanza astrusa della società di imporre il silenzio stampa ha  fatto si che a parte Giacomelli e Bianchi nessuno dei 16 giocatori che nel pomeriggio di oggi si allenavano con lo staff biancorosso sia stato riconosciuto. Sembra assodato che i tre portieri presenti fossero Valentini, Fortunato e Costa; sembra abbastanza probabile che Magri e Barbosa, Sciacca e Giusti, Alimi e qualche primavera dello scorso anno (Anzolin, Sbrissa, Paiolo) siano stati pure in campo a lavorare. Ma poi ? oggi l’orgia di nomi rimbalzata sul web dava per vicino all’acquisto Milesi e Malomo, Andrade, Pederzoli e Housem Ferchichi, ecc.

Il Vicenza è un cantiere e probabilmente sarà così per un bel po’ di tempo: prendiamo due casi abbastanza particolari. Si è fatto il nome dell’attaccante Bruno Andrade uno che ha girato fra Olanda, Belgio, Brasile, ecc. Viene a Vicenza e ci pare per lo meno doveroso il metterlo alla prova,  visto che Wikipedia riferisce che nell’ultima stagione ha giocato 7 partite nella seconda divisione israeliana (campionato che non è certo indicativo di complessità o difficoltà particolari). Il secondo caso è quello di Fabio Sciacca che dopo aver giocato qualche partita nel Vicenza nel lontano 2014 è stato fermo per tre anni e solo a marzo ha trovato un accordo con il Castrovillari che gli ha fatto giocare 2 spezzoni di partita in D.

Nessuno dei giocatori finora accostati al Vicenza può scaldare i cuori. Certo non Ferchichi che a Livorno (in lega pro) è entrato in campo dall’inizio solo 10 volte.  Forse avrebbe potuto creare almeno un po’ di attesa e di attenzione l’ex Modena Stanco, ma sembra proprio che abbia deciso di non venire a Vicenza.

In queste condizioni possiamo pensare forse che i meravigliosi tifosi vicentini si facciano convincere a farsi l’abbonamento? Meravigliosi Si , ma tonti proprio No.

Ma non era proprio possibile rinviare un raduno così ?

E’ meglio lavorare con un gruppo ridotto, dovendo riprendere il lavoro tattico e tecnico all’arrivo degli altri giocatori o è meglio attendere qualche giorno e partire solo quando il gruppo è abbastanza vicino a quello che affronterà il campionato.

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano

Lascia un commento