Redazionali Serie D

Serie D: il punto con l’intervista a mister Italiano

Domenica alle 14.30 si torna al Dal Molin per un testa coda ricco di insidie per i ragazzi di Vincenzo Italiano, che vuole cancellare il ricordo del ko di Verona e chiama a raccolta i tifosi. Out Maldonado per squalifica

ARZIGNANO (VI) –* E’ fin troppo facile trovare il titolo per presentare al meglio la partita che aspetta al varco l’Arzignano Valchiampo nella ventunesima giornata del Campionato Nazionale di Serie D. “Voglia di riscatto”. Da parte di tutti! A Verona si è interrotta la serie positiva di tredici risultati utili consecutivi, ma il gruppo ha reagito da subito con una settimana di lavoro molto intenso e determinato. I giallocelesti hanno tanta voglia di tornare in campo, per dimostrare di essersi lasciati alle spalle la partita di Verona, e voler riprendere il filo del discorso. Un incidente di percorso ci può stare in una stagione così positiva, l’importante è rialzare subito la testa. Domenica alle 14.30 al Dal Molin arriverà l’Abano, squadra che nonostante l’ultimo posto in classifica
domenica scorsa vincendo con il Noale ha dimostrato di essere in salute e di continuare a credere nel sogno salvezza. Partita da non sbagliare dal punto di vista mentale dunque, davanti ad un pubblico che è pronto a sostenere la squadra con affetto e calore. Nella partita di andata l’Arzignano vinse in trasferta per 3-0, e stavolta mancherà per squalifica Maldonado.

Maldonado assente contro l’Abano

INTERVISTA CON IL TECNICO VINCENZO ITALIANO

Vincenzo Italiano, nell’ultimo turno di campionato l’Arzignano Valchiampo ha perso per 3-1 lo scontro diretto con la Virtus Vecomp. Come ha risposto sul campo la squadra a questo stop?

“Domenica non è stata una delle nostre migliori prestazioni; abbiamo perso qualche duello, commesso errori evitabili, che alla fine ci hanno penalizzato e indirizzato Il match a favore dei nostri avversari. É stato un incidente di percorso che ci può stare nell’arco di un campionato, ovviamente avremmo preferito continuare la nostra striscia di risultati utili, ma fortunatamente questo sport ci ripresenta l’opportunità di poterci riscattare sin da subito. Il campionato è ancora lungo, ci sono 42 punti a disposizione e può accadere ancora qualsiasi cosa. Continuiamo a lavorare e a credere in quello che proponiamo, poiché finora ci ha permesso di mantenere i vertici alti della classifica e duellare con le prime della classe”.

Arzignano Clodiense foto di Elisa Calzati

Nel prossimo turno sarete impegnati al Dal Molin contro l’Abano fanalino di coda in una partita che può nascondere più insidie di quello che direbbe la classifica. Che partita dobbiamo aspettarci?

Le insidie le nasconde qualsiasi avversario, se non affronti l’impegno con la massima attenzione e il dovuto rispetto. L’Abano verrà ad Arzignano con il coltello fra i denti, è in piena corsa per il raggiungimento del proprio obiettivo, arriva da una vittoria e farà di tutto per portarci via punti. Li abbiamo già affrontati sia in coppa che in campionato all’andata, conosciamo i loro pregi e i loro difetti, e faremo di tutto per metterli in difficoltà”.

Che invito lanciare alla gente di Arzignano per essere vicina alla squadra in questo incontro casalingo?

“Mi sento di dire che la sconfitta di Verona non placherà la nostra voglia di lottare e di dimostrare l’attaccamento alla maglia che indossiamo. Durante l’anno la presenza dei tifosi è stata sempre numerosa; mi auguro lo sia anche domenica. Forza Arzignano”.

*Ufficio Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo*

I cannonieri della Serie D

13 reti: Madiotto (Union Feltre)

12 reti: Corbanese (Belluno)

11 reti: Kabine (Campodarsego), Maccan (Tamai);

10 reti: Pereira (Ambrosiana),  Rocco (Belluno), Vuthaj (Delta Rovigo), Danti (Virtus Vecomp);

9 reti: Fioretti (Este);

8 retiCecconello (Abano), Baido (Clodiense),  Correa (Mantova);

7 reti: Raimondi e Odogwu (ArziChiampo), Pietribiasi e Aliu ( Campodarsego), Alessandro (Delta Rovigo), Florian (Este), Zanetti (Legnago),  Manarin (Virtus Vecomp).

Prossimo turno

Adriese – Ambrosiana
Arzignano – Abano
Calvi Noale – Legnago
Este – Virtus Ve Comp
Liventina – Delta Rovigo
Mantova – Belluno
Tamai – Clodiense
Union Feltre Cjarlins Muzane

 

 


Sull'Autore

Federico Formisano