Redazionali

Giavenale rilanciato dal successo sul già retrocesso Monte di Malo

Scritto da Federico Formisano

Giavenale – Monte di Malo 3-0 Chiumento al 30′, Ballardin al 40′, Panebianco al 64′

Giavenale: Sartore, Albanelli, Miraglia, Amofa (Panozzo dal 81’), Zaltron F., La Spisa, Panebianco (Cogo dal 80’), Mioni (De Vicari dal 75’), Ballardin (Zanella dal 80’) , Bonato (Zaltron Matteo dal 70’), Chiumento. A disposizione:  Martini, Sella; allenatore  Andrea Terragin

Monte di Malo: Valente, Cantele, Dal Balcon, Marangoni, Marchioro R., Carlotto, Marku (Comberlato dal 65’), Mondin (Brazzale dal 33’), Meneguzzo, Sheguni, Romere. A disposizione: Zio, Matijevic, Menara, Xotta. Allenatore Spillare Andrea

Arbitro: Marco Cazzavillan di Vicenza

Espulsi: Carlotto al 74′, Comberlato al 80′

Il Monte di Malo è già spacciato da un paio di domeniche con appena 9 punti  raccolti nelle 27 gare giocate con appena due vittorie ottenute. Il Giavenale è in corsa per i play-out: aveva un margine rassicurante sulle ultime fino a tre quarti di stagione. Poi il Novoledo ha innestato il turbo cogliendo una serie impressionante di successi e superando in classifica gli scledensi che si ritrovano  nelle secche della classifica.  Per questo per la squadra di Terragin è importante vincere con il Monte di Malo sperando che la vena del Novoledo si esaurisca per consentire almeno di giocare i play-out da posizione di vantaggio.

Mister Terragin conferma il trio d’attacco Panebianco, Ballardin, Chiumento con Bonato rifinitore affidando le chiavi del centrocampo ad Amofa e Mioni.

Andrea Spillare schiera il suo Monte di Malo senza timori riverenziali con la difesa a tre ( Cantele, Dal Balcon e Carlotto) con Marchioro che agisce davanti alla difesa e Marangoni e Romere a coprire le fasce. Meneguzzo e Sheguni si schierano in prima linea.

La mancanza di particolari apprensioni per il risultato serve al Monte di Malo che si dimostra in palla e pronto a rilanciare il contropiede impostato soprattutto sulla velocità di Sheguni.

Nel Giavenale si coglie qualche apprensione anche se la pressione è fin dall’inizio continua: già al 2’ Chiumento porge a Ballardin che manda alto.

Il fondo del campo tiene bene ma i giocatori lamentano qualche gibbosità e spesso i passaggi risultano imprecisi: la squadra di casa, tuttavia spinge maggiormente e al 10’ e al 15’ con due azioni fotocopia Bonato si libera sul limite dell’area ma calcia fuori o alto.

Al 25’ si affaccia in avanti il Monte di Malo con un tiro di Meneguzzo fuori non di molto.

Il gol arriva alla mezzora con Chiumento che calcia bene dal limite dell’area superando il portiere Valente.  La reazione del Monte di Malo è abbastanza sterile e si concentra in un paio di punizioni dal limite che non sortiscono effetto.

Al 32’ potrebbe raddoppiare il Giavenale ma il colpo di testa di La Spisa finisce alto.

Il raddoppio arriva al 40’: Chiumento parte da centrocampo resistendo alla carica di Marangoni, supera in velocità un paio di avversari e mette in mezzo un tiro cross che sembra destinato al fondo; Panebianco è bravo a crederci e arriva a recuperare la palla centrandola sottomisura per Ballardin che non può esimersi dal realizzare.

Il Monte di Malo appare colpito dalla seconda rete e non reagisce.

Nel secondo tempo la gara segue il filone del primo tempo. Adesso anche il Giavenale ha perso l’assillo del risultato ad ogni costo e cerca di distendersi per cercare la rete della sicurezza che arriva al 64’ con Panebianco.   A questo punto gli ospiti si innerviscono e al  75’ viene espulso Carlotto. Il Giavenale ha due grosse opportunità per ampliare il vantaggio ma Chiumento e il neo entrato Zanella si fanno parare la conclusioni a tu per tu con Valente.  Al 80’ il Monte di Malo resta in nove per l’espulsione di Comberlato neo entrato in campo. Finisce così con un 3-0 che rilancia il Giavenale nella lotta per la salvezza grazie anche alla sconfitta del Novoledo contro lo Stoccareddo. Il Monte di Malo cercherà di chiudere dignitosamente un campionato sempre in salita.

Sull'Autore

Federico Formisano