Prima Categoria

Grisignano sfortunato, Monteviale prosegue nella striscia positiva

Scritto da Antonio Martinello

Monteviale- Grisignano  1-0

MONTEVIALE: Erba F., Busuioc, Porcellato, Penzo (dal 61’ Callegaro), Cantarello, Perrucca, Menegon (dal 77’ Zausa), Erba, Belloni (dal 93’ Zenere), Cisco, Arcaro (dal 64’ Maiova). A disposizione: Rosario, Zaupa, Costa, Zaupa. Allenatore: Denis Lazzaron.

GRISIGNANO: Gavasso, Sinico, Sartorato (dal 44’ Lotto) , Bortoletto (dal 87’ Lovato), Marin, Giacomazzi, Zanon (dal 87’ Perdon) , Dori (dal 64’ Vatamanu), Scanferla, Masiero (dal 80’ Zuin) , Pescante. A disposizione: Burlin, Semolini, Dalla Riva, Ceron. Allenatore: Marco Rosin

Rete: Menegon al 10’

Ammoniti: Busuioc, Porcellato, Penzo, Belloni (MV), Marin, Zanon, Lotto (GR)

Arbitro: Alessandro Geremia di Bassano.

Cronaca e foto di Antonio Martinello

La gara tra il Monteviale e il Grisignano oggi al comunale di Via Pascoli a Vicenza ha sorriso ai padroni di casa che hanno sfruttato un calcio piazzato per trafiggere il portiere Gavasso. Certamente il Grisignano ha cercato in tutti i modi di recuperare, ma vuoi per l’imprecisione dei propri avanti che per alcune decisioni arbitrali non è riuscito a raggiungere il pari, che per la mole di gioco sviluppato avrebbe certamente meritato. Con questa vittoria, la quinta consecutiva dopo quattro pareggi, il Monteviale rimane imbattuto in questo girone di ritorno e prosegue nella affannosa rincorsa ai play-off, ora a 42 punti ha raggiunto il Le Torri, sconfitto in casa dalla Pedemontana. Altro motivo di orgoglio è l’imbattibilità del proprio numero 1 Filippo Erba, che con i 90 minuti odierni arriva a oltre 600 minuti senza raccogliere la palla dalla propria rete.

La partita comincia con una decisione arbitrale contestata da capitan Cantarello al 3’ di gioco, quando su lunga rimessa laterale di Porcellato, la palla raggiunge Busuioc appostato a pochi passi dalla porta, il portiere Gavasso in uscita travolge il numero 2 locale. Fischio del signor Geremia che assegna un calcio di punizione a favore degli ospiti. Sinceramente non si è capito cosa abbia portato l’arbitro a tale decisione. (off side, fallo sul portiere?). Comunque pochi minuti dopo, al 10’ su calcio di punizione indiretto dai 20 metri, la palla toccata da Cisco e calciata da Menegon, passa vicino alla barriera per terminare alle spalle di Gavasso vanamente proteso in tuffo sulla propria destra.

La rete ha avuto l’effetto di scuotere la formazione di Mister Rosin, mentre i padroni di casa hanno arretrato il proprio raggio d’azione operando prevalentemente di rimessa. La partita a questo punto è condotta dalla squadra ospite che con l’ex Dori, con Bortoletto, e il capitano Masiero prendono in mano la zona nevralgica del campo e si prodigano per fornire palloni giocabili alle proprie punte. Ma è Marco Erba, il fratellone del portiere Filippo, al 30’ che sfiora il raddoppio in azione di contropiede, mentre al 33’ una triangolazione in area del Monteviale permette al numero 9 Scanferla di concludere a rete, ma l’arbitro annulla per fuori gioco, come accadrà al 13’ della ripresa anche qui, l’operato dell’arbitro viene molto contestato da tutta la squadra del Grisignano. Da rilevare che al 44’ Sartorato in un contrasto di gioco riceve un colpo alla testa deve lasciare il campo, per precauzione viene trasportato al vicino ospedale “San Bortolo” per le verifiche del caso. Tanti auguri al giovane difensore rosso/blu.

La ripresa vede al 7’ Menegon che dai 20 metri impegna in una parata volante il portiere Gavasso, con un tiro a mezza altezza. Ma aldilà delle due reti non convalidate il Grisignano deve fare mea culpa per la colossale palla gol sprecata dal proprio numero 7 Zanon al 22’ della ripresa quando una discesa molto positiva del laterale destro, il giovane del 2000 Sinico, in scivolata riesce a mettere al centro un pallone che chiede solo di essere calciato in porta, la mira non è una dote di proprietà di Zanon e la palla si perde seppur di poco sopra la traversa, permettendo al portiere locale di mantenere anche per questa domenica la propria imbattibilità. Altra contestazione ospite per un fallo da rigore al limite dell’area nei minuti finali, ma che onestamente il cronista non ha rilevato, e si può capire lo scoramento a fine gara dell’entourage e dei giocatori ospiti che oggi non hanno avuto la dea bendata dalla propria parte.

Sull'Autore

Antonio Martinello