Prima Categoria

Una rete di Fasolo a 5′ dalla fine regala al Le Torri il successo sul Summania

Scritto da Redazione1

Summania 1 – Le Torri Bertesina 2  (6’ st Zanotto (LTB), 37’ st Basso (S), 40’ st Fasolo (LTB))

SUMMANIA: Toniollo, Benetti (15’ st Cocco), Grotto, Brunelleschi, Zuliani (45’ st Andreetto), Traoré, Stefani, Saccardo (28’ st Clementi), Calgaro (44’ st Dal Prà), Vaccari (C), Basso. All. Fontana.

LE TORRI BERTESINA: Nardon, Carrassi, Pegoraro, Turetta (C), Salvato, Zaimi, Zanotto, Baggio (29’ st Monye), Donadello (35’ st Dal Lago), Masiero, Fasolo (44’ st Dell’Aquila). All. Lelj.

Nella quindicesima giornata di campionato il Le Torri Bertesina è chiamato a difendere il primato in classifica nella delicata trasferta di Piovene contro il Summania. Mister Lelj gioca con il giovane Zaimi in difesa e con Donadello e Fasolo di punta.

Al 2’ buona costruzione dei padroni di casa che si conclude con un destro di Stefani che spara addosso a Nardon. Al 9’ azione del Le Torri Bertesina che termina con un filtrante per Pegoraro, ma la difesa del Summania chiude bene. Al 10’ occasione per i padroni di casa: cross dalla destra, Zuliani stacca di testa, la palla colpisce l’interno del secondo palo e poi finisce tra le braccia di Nardon. Al 14’ Stefani da posizione defilata: il portiere ospite devia in calcio d’angolo. Due minuti dopo punizione dai 25 metri di Masiero: di poco a lato. Al 17’ contropiede del Le Torri Bertesina: Masiero allarga per Donadello che da solo controlla, entra in area e spara addosso a Toniollo.

Al 18’ i padroni di casa conquistano palla a metà campo e allargano per Stefani: il suo destro finisce oltre il secondo palo. Al 19’ cross dalla destra, Calgaro impatta di prima ma non centra lo specchio. Al 28’ punizione di Masiero dai 20 metri: barriera piena. Al 32’ ci prova Calgaro dalla distanza: alto. Al 34’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo mischia in area ospite e due giocatori del Summania finiscono per terra: per l’arbitro è rigore. Sul dischetto si presenta Vaccari che calcia a sinistra di Nardon che si tuffa dalla parte giusta e para. Al 37’ bel cambio di gioco di Fasolo per Pegoraro: il difensore sbaglia l’uscita e Pegoraro si invola verso la porta, entra in area e calcia addosso a Toniollo. Al 40’ Carrassi in area salta due uomini, vince un rimpallo e calcia dalla linea di fondo: il portiere di casa devia in corner. Un minuto dopo Baggio dal limite: fuori. Al 43’ Fasolo appoggia a sinistra per Masiero che in area controlla e calcia: alto. Al 45’ punizione di Fasolo dalla destra: Toniollo la fa sua senza problemi.

Il tempo di chiude sullo 0-0 con qualche recriminazione sopratutto da parte del Summania che ha colpito il palo con Zuliani e sprecato un rigore con Vaccari.

Al 6’ vantaggio del Le Torri Bertesina: Carrassi riconquista palla sulla linea di fondo e mette in mezzo dove Zanotto da solo devia agevolmente in porta di coscia. 0 a 1.

Al 16’ dal limite Masiero con una gran palla serve Fasolo che tenta di controllare di petto senza riuscirci e poi Toniollo esce e la fa sua. Al 22’ Masiero da lontano tenta di sorprendere il portiere avversario: di poco alto. Al 27’ Nardon esce e chiude bene su Basso. Al 33’ punizione di Masiero che sfiora l’incrocio dei pali.

Al 37’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il pareggio del Summania: la palla viene respinta dalla difesa ospite e arriva sul vertice sinistro dell’area dove Basso si coordina bene e trafigge Nardon sul secondo palo con un rasoterra angolato. 1 a 1.

Al 40’ però il Le Torri Bertesina si riporta subito in vantaggio: palla messa in area, Brunelleschi colpisce di testa scavalcando il suo portiere Toniollo in uscita e Fasolo, che aveva proseguito la corsa, è lesto ad appoggiare in porta. 1 a 2.

Negli ultimi minuti il gioco si fa abbastanza confuso, con il Le Torri Bertesina che non riesce a tenere la palla su e i padroni di casa che vanno alla ricerca del pareggio. Cinque minuti di recupero, ma il risultato non cambia. Finisce 1 a 2 per il Le Torri Bertesina che soffre la velocità del Summania in contropiede nel primo tempo, ma poi nel secondo impone il suo gioco.

 

 

Sull'Autore

Redazione1