Calcio Femminile

Calciofemminile: finisce con un pari il match clou fra Brescia e Vicenza

Scritto da Federico Formisano

Vicenza Brescia 1 – 1

Finisce in parità il big match del girone B di Serie C. Una buona prova per le biancorosse, che quest’oggi hanno trovato un avversario di altissimo livello, con ottime individualità. Un Vicenza che ha saputo a tratti soffrire, riuscendo a portare a casa un ottimo pareggio, mantenendo a dovuta distanza le rondinelle, in un match che ha raggiunto tratti di intensità altissima.

A.C.F. BRESCIA CALCIO FEMMINILE: Meleddu, Belussi, Massussi (59’ Farina), Ghisi, Locatelli, Brevi, Brayda (C), Mari, Pasquali (85’ Capelloni), Assoni (72’ Pedemonti), Viscardi A disposizione: Cogoli, Madaschi, Verzelletti, Parsani, Bocchi, Fodri All. Bregantini Simone

VICENZA CALCIO FEMMINILE: Bianchi, Sossella, Missiaggia (C), Menon, Yeboaa (46’ Dal Bianco), Carradore, Basso, Rigon, Piovani (81’ Frighetto), Maddalena, Ferrati A disposizione: Dalla Via, Pegoraro, Lazzari, Pomi, De Vincenzi, All. Dori Cristian

Arbitro: Muccignato di Pordenone Assistenti: Ruggeri e Capelli di Bergamo

Reti: 1’ Bianchi (V), 7’ Brayda (B)

Ammonita: Rigoni

Francesco Brun Ufficio Stampa Vicenza Calcio Femminile

La partita inizia con lo spettacolo offerto dalle due tifoserie, con cori e fumogeni, in una splendida cornice di pubblico. Pronti via e il Vicenza è già in vantaggio. Al primo minuto, dopo un’azione offensiva respinta dalla difesa bresciana, Basso trova il pallone al limite dell’area e fa partire un pallonetto millimetrico che non da scampo Meleddu.

Il Vicenza cerca di proporsi ancora in avanti per cercare il raddoppio, ma il Brescia spinge e piano piano cresce. Al 7’ il Brescia pareggia: Brayda viene servita in fascia sinistra, procede, si accentra e esplode un tiro preciso di destro che Bianchi non riesce ad intercettare.

Un minuto dopo è provvidenziale Bianchi che esce su Assoni lanciata a rete. Al 10’ Ferrati si trova in area braccata dai difensori biancoazzurri, il suo tiro è respinto in corner da Maleddu.

La partita si fa spettacolare, con entrambe le squadre molto aperte che lasciano spazio al gioco. Al 20’ Pasquali semina il panico sul lato destro dell’area, ma sul suo cross Viscardi di testa non riesce ad inquadrare lo specchio. Le biancorosse arrancano un po’ davanti ad un Brescia straripante, grazie soprattutto alle spinte sulla fascia di Massussi e Belussi.

Il Vicenza però è bravo ad approfittare dei contropiedi ed arriva sfiorare il vantaggio al 33’: su un pallone lungo Basso brucia Locatelli in velocità ed esplode un tiro dal limite, fuori di poco. Due minuti dopo la difesa biancorossa respinge il doppio assalto di Belussi e Brayda.

Il Vicenza cresce, e al 38’ non arriva al gol per un soffio: stupendo cross in area dalla sinistra di Rigon, Ferrati non riesce ad imbeccare di testa a due passi e la palla finisce tra le mani di Maleddu.

Nel secondo tempo le squadre entrano in campo più prudentemente

Al 52’ bel cross di Dal Bianco dalla sinistra, Ferrati in area non riesce ad agganciare e la palla esce. Al 54’ Basso approfitta di un rimpallo fortunato, entra in area ma viene fermata. L’arbitro giudica regolare l’intervento della stopper bresciana. Al 63’ Il Brescia spreca clamorosamente: sugli sviluppi di una punizione, Assoni si trova a due passi dalla porta, ma manda fuori incredibilmente. Al 69’  paratona di Bianchi sul tiro precisissimo da fuori di Pasquali, indirizzato all’angolino sinistro.

Il ritmo si alza, entrambe le squadre cercano il gol della vittoria al 72’ in contropiede Ferrati serve magistralmente Basso, che entra in area, supera il difensore ma tira alto. Ribaltamento di fronte un minuto dopo: la neoentrata Pedemonti entra in area dalla sinistra e lascia partire un destro rasoterra che si stampa sul primo palo. All’82’ Ferrati mette in area per Dal Bianco, che viene fermata da due difensori: sempre Dal Bianco è fermata in area un minuto dopo. Al 41’ Sossella di testa intercetta il pericoloso cross di Brayda, con due attaccanti appostate dietro di leiFinale incandescente, con il Brescia all’assalto e il Vicenza a cercare di contenere e ripartire: al 92’ un contropiede mette Basso al limite dell’area: il suo tiro è fuori alla destra del portiere; ultimo brivido trenta secondi dopo, quando Bianchi liscia un retropassaggio in area, ma per l’arbitro può bastare così e fischia la fine

RISULTATI

Brescia – Vicenza 1-1
Brixen – Sudtirol 4-1
Cortefranca – Padova 0-3
Gordige – Trento Clarentia 1-3
Isera – Venezia 0-5
San Paolo – Atletico Oristano RINVIATA
Unterland Damen – Accademia Spal 5-2

CLASSIFICA: Vicenza 26 (1 partita in meno), Brixen Obi 24, Unterland Damen (1 partita in meno) Brescia 21 (1 partita in meno), Padova 21, Trento Clarentia 20, Venezia 20, Cortefranca 19, Gordige 15, Accademia Spal 10 Isera 7, Sudtirol Damen 6, Atletico Oristano 1 (1 partita in meno), San Paolo 0 (2 partite in meno)

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano