FUTSAL

FOCUS A2 – CC E ARZIGNANO GODONO NEI CINQUE SECONDI FINALI

Scritto da Omar Dal Maso

Il Carrè Chiuppano scongiura lo scivolone casalingo grazie a Pedrinho a 5” dalle sirena. 
L’Arzignano completa la rimonta verticale dallo 0-4 al 6-5 con un tacco magico di Salamone a 6” dal gong. I titoli di coda sorridono alle due regine del futsal vicentino, anche se il CC viene raggiunto dal Civitella. 

Il sesto gol a meno cinque. Destini paralleli per Carrè Chiuppano e Real Arzignano, che nell’ottava giornata di serie A2 segnano entrambi la rete della gioia a una cinquina di secondi dalla sirena e se la godono, anche se i punteggi – e i punti – non risultano identici. Il CC di Ferraro centro uno 6-6 da etichettare come secondo pareggio stagionale, il Real di Stefano invece torna a vincere e lo fa con una strepitosa rimonta dallo 0-4 del primo tempo al 6-5 conclusivo dopo una ripresa infuocata a dir poco. E da qui parte il… focus di Futsal Vicentino.

QUI PALATEZZE. In pista con la voglia di tornare a vincere ad un mese e mezzo abbondante dall’unico successo casalingo (vittoria di misura nel derby d’esordio con i cugini altovicentini) e riprendere il filo playoff. Di fronte un Ossi S. Bartolomeo per niente beato che annaspa al terzultimo posto, ma proprio per questo con apparente più fame e lo dimostrerà nei primi venti effettivi piazzando quattro sberle in faccia ad un quintetto biancorosso in trance, e non agonistica. Hernandez, Foppa due volte e il forte Silon i quattro “tenores” sardi a segno. Quintetto di casa irriconoscibile, troppo brutto per essere vero contro un team concreto sottoporta, complice anche la (mezza) giornata no di Urbani ed ermetico davanti la propria porta.

Dallo 0-4 in poi la partita è tutta da godere, picconata dopo picconata Marcio e compagni risalgono la china, sospinti da un Tres in formato mondiale. Dopo una traversa colpita è proprio lui a riaccendere la fiammella (7′) d’astuzia sia ora che più tardi, poi il 2-4 firmato dal “monumental” Marcio fa scendere in pista il pubblico del Palatezze e la rimonta diventa possibile. Sempre dal piede magico di Marcio, in giocata parallela con Kokorovic, parte l’assist per Concato presente anzi presentissimo per gonfiare la rete. Ossi disossato ormai, la spinta di casa è un’ondata continua e proprio Tres trova il 4-4 nel più beffardo dei modi, andando in pressing sul portiere Argilli che s’impapera. Nel frattempo Urbani torna se stesso  e salva due-tre palle gol nella ripresa. Non è finita, ormai i grifoni hanno messo la freccia ma sugli sviluppi di un corner i sardi tramutano il regalino ricevuto nel 4 a 5 con Ribeiro, dopo aver sprecato anche un tiro libero ridicolo (un sardo incespica sul proprio portiere e gli arbitri decretano un fallo in attacco all’incredulo Houenou). Di nuovo tutti in avanti, anche con quinto di movimento, sarà per Salamone la casacca bucata, e il numero 7 risponderà con due perle, prima per il 5-5 e poi per il 6-5 con un colpo di tacco e di genio che va a correggere il bel tiro di Kokorovic a 5” dalla fine. Apoteosi per come è arrivata una vittoria che, peraltro doveva per forza arrivare ma che potrebbe segnare davvero la svolta per un Arzignano che aggancia la quinta piazza playoff. Tempo di saluti, poi, in spogliatoio, per alcuni dei biancorossi sul piede di partenza, in attesa dell’ufficializzazione nei prossimi giorni. Gli highlights video.

REAL ARZIGNANO-OSSI SAN BARTOLOMEO 6-5 (0-4 p.t.)

REAL ARZIGNANO: Urbani, Tres, Marcio, Salamone, Amoroso, Houenou, Joao Brancher, Rosa, Concato, Kokorovic, Ranieri, Zambello. All. Stefani.

OSSI SAN BARTOLOMEO: Argilli, Ribeiro, Fiori R., Silon, Foppa, Loriga, Fiori V., Hernandez, Fozzi, Canu, Vagner, Cabras. All. Loriga.

RETI: nel pt 6’41” p.t. Hernandez (O), 12’01” Foppa (O), 15’42” Silon (O), 17’22” Foppa (O); nel st 6’35” (A), 10’01” Marcio (A), 10’17” Concato (A), 12’33” Tres (A), 16’56” Ribeiro (O), 17’50” Salamone (A), 19’55” Salamone (A)

Tutte le immagini del Real Arzignano sono di Roberto Concato

LA CLASSIFICA

 

Foto Elisa Calzati (Carrè Chiuppano) come le seguenti.

QUI INTERCOMUNALE. Dopo il “vola” Carrè Chiuppano ecco l’atterra Carrè Chiuppano, che ritorna al piano terra rischiando grosso contro un’avversaria che, sulla carta, pareva la prossima vittima sacrificale. Doppio 3-3 nei due tempi gioco ma c’è da ringraziare Pedrinho che in “zona Pedrinho” (chiedere a Villorba per informazioni) piazza il 6-6. Un Atlante Grosseto che ha ritrovato la bussola proprio in Altovicentino, abile a rispondere colpo su colpo all’attacco mitraglia del girone A. Zanella a apre lo score e rimane l’unico biancoblu sempre  a segno (il cannoniere di A2 Douglas rimane stavolta a secco) ma l’Atlante mette le puntine con Caverzan e Keko. Primo urlo di Pedrinho ma ancora Caverzan batte e Restaino controbatte inchiodando il pari al break. Si riparte altro botta e riposta (Mielo avanza, Gianneschi riprende) in un amen, poi lo strattone del vulcano Zannoni illude la folta plebe in tribuna prima che i grossetani spostino l’ago della bilancia sul 5-6 su doppia zampata di Gonzalez. Quattro minuti per recuperare ma stavolta il collaudato quinto di movimento non sortisce effetti, il crono scorre inesorabile fino all’ultimo assalto, quello concluso da Pedrinho con il pirotecnico 6-6.

CARRÈ CHIUPPANO-ATLANTE GROSSETO 6-6 (3-3 p.t.)

CARRÈ CHIUPPANO: Tatonetti, Pedrinho, Zanella, Resner, Douglas, Rossi, Masi, Mielo, Buonanno, Zannoni, Restaino, Rebba. All. Ferraro.

ATLANTE GROSSETO: Del Ferraro, De Oliveira, Barelli, Keko, Alex, Villano, Ikoma, Pannaccione, Falaschi, Gianneschi, Caverzan, Izzo. All. Chiappini

RETI: nel pt 3’10” Zanella (C), 5’54” Caverzan (G), 6’16” Keko (G), 15’36” Pedrinho (C), 18’06” Caverzan (G), 19’12” Restaino (C); nel st 5’01”  Mielo (C), 5’26” Gianneschi (G), 10’49” Zannoni (C), 15’12” Alex (G), 16’01” Alex (G), 19’55” Pedrinho (C)

Come d’abitudine al Real Arzignano toccherà l’avversaria del CC del turno precedente – trasferta a Grosseto – mentre Pedrinho e soci saliranno in Alto Adige per fare le spese natalizie a Merano, ospiti del Bubi.

Sull'Autore

Omar Dal Maso