FUTSAL

Reazione biancazzurra nel segno di Liberti: travolta l’Olympia Rovereto

Scritto da Marco Marra

Una prestazione monstre del laterale romagnolo guida il Carrè Chiuppano alla vittoria sull’Olympia Rovereto. Un 9-2 griffato dalla tripletta del Diablo, oltre alle doppiette di Lari ed Epp e alle firme di Senna e Mello. Di Frisenna e Bazzanella le marcature ospiti. Ottime notizie gli stop di Pordenone ed Altamarca, i biancazzurri sorridono e sperano!

CARRÈ CHIUPPANO – OLYMPIA ROVERETO 9-2

(PRIMO TEMPO 7-1)

CARRÈ CHIUPPANO: Massafra, Epp, Leo Senna, Juanfran, Pedrinho; Caretta, Sbicego, Fritsch, Lari, Liberti, Josic, Mello   All. Valter Ferraro

OLYMPIA ROVERETO: Ceschini, Cristel, Salvador, Moufakir, Frisenna, Fasanelli, Tenca, Tita, Granello, Bazzanella, Onzaca, Tonini   All. Massimo Cristel

MARCATORI: 4’ PT Epp (C), 6’ PT Lari (C), 7’ PT Liberti (C), 11’ PT Lari (C), 11’ PT Epp (C), 13’ PT Frisenna (O), 15’ PT Liberti (C), 19’ PT Mello (C); 2’ ST Bazzanella (O), 6’ ST Leo Senna (C), 20’ ST Liberti (C)

Sulla carta non il più arduo dei compiti, seppur sia sempre un guaio sottovalutare qualsiasi tipo di avversario. La situazione nell’ambiente biancazzurro non è delle più rosee in seguito alla debacle nel big match di martedì. Seppur possa persistere qualche strascico, Mister Ferraro ha ordinato ai propri uomini una pronta reazione di carattere, ha predicato fame di vittoria e coesione di gruppo, quest’oggi occorrerà mettere in pratica tutti i buoni propositi del caso e tornare a ruggire!

Ottime notizie sul piano rientri: torna titolare Donato Massafra, accolto dall’affetto inevitabile dell’intera piazza; sarà Maikel Epp a far da schermo dinanzi alla sua porta, completano il quintetto titolare Senna e Juanfran sulle laterali e Pedrinho come pivot. Dalla parte opposta un’Olympia Rovereto priva del neo acquisto Chavi Montes, ma comunque desiderosa di ben figurare alla palestra intercomunale.

In avvio di gara è botta e risposta, prima Pedrinho scarica un missile senza centrare lo specchio, dalla parte opposta Bazzanella risponde sfiorando il palo alla sinistra di Massafra. Un bolide di Leo Senna deviato in corner da Ceschini è solo il preludio alla rete biancazzurra: Epp borseggia il pallone ai danni di Moufakhir e scarica un destro micidiale all’incrocio dei pali. Il gol galvanizza i ragazzi di Ferraro, ospiti in apnea per una manciata di minuti: al 4’ Lari coglie il palo dal limite dell’area, al 5’ Liberti detta il triangolo allo stesso Lari e impegna Ceschini con il destro, un minuto più tardi Filippo Lari non fallisce andando a rifinire il contropiede propiziato da Juanfran; 2-0 e ventuno in campionato per il bomber ex Città di Massa.

Ma se c’è un momento da incorniciare è il ritorno alla rete del diablo Francesco Liberti, per altro in bello stile: serpentina palla al piede per vie centrali e palla in fondo al sacco per le lacrime del laterale romagnolo. Autentica liberazione, al termine di un mese vissuto interamente in tribuna a causa di un infortunio, dopo aver fatto i conti con una lunga astinenza da gol. Segna e piange abbracciato dai compagni, un momento commuovente per tutti gli amanti dello sport!

Cerca e trova gloria personale anche il neo arrivato Mello, all’11’ è lui con un pregevole slalom a liberare sotto porta Lari per il più comodo dei tap-in. A far da eco la doppietta personale di Maikel Epp, rete per altro condita da una pregevole azione personale. Un cenno di speranza per l’Olympia Rovereto deriva dai piedi di Frisenna, abile ad addomesticare il lancio lungo di Ceschini e a beffare Massafra in caduta col sinistro. Ma è decisamente la giornata di Liberti: al 15’ sigla la sesta rete su suggerimento di Juanfran battendo Ceschini di potenza, mentre ad 1’ dalla pausa una sua azione palla al piede propizia la prima gioia in biancazzurro per Jean Henrique Mello. La gioia del classe ’99 ex Cosmos Nove, un diablo Liberti da dieci in pagella in questo primo tempo!

Il secondo tempo ha ben poco da raccontare, un’Olympia Rovereto comunque volenterosa, aggressiva e nuovamente a segno con Bazzanella (bel sinistro dalla distanza). Ci pensa però Leo Senna all’8’ a ristabilire le sei reti di vantaggio segnando su punizione col mancino. Ospiti anche sfortunati: brividi per Massafra sui tentativi di Granello e Frisenna, in entrambi i casi la palla coglie il palo; solo sfiorata dunque la terza rete, sebbene il risultato sia ormai ampiamente in ghiaccio. All’appello manca solo bomber Pedrinho, tenterà ad iscriversi al referto con un assolo personale, ne uscirà però soltanto un assist per Liberti che a porta vuota fa tripletta.

Termina dunque 9-2 per un ottimo Carrè Chiuppano, score tutt’altro che scontato al cospetto di un avversario tenace e sicuramente penalizzato oltremisura dal passivo finale. È comunque festa per Ferraro e i suoi ragazzi, specie vedendo gli scivoloni di Pordenone e Sporting Altamarca, una bella boccata di ossigeno alla classifica dei biancazzurri: vincendo entrambi i recuperi rimasti, i biancazzurri si porterebbero a -1 dalla vetta. Progetti di rimonta da pianificare passo per passo, partendo dalla trasferta di sabato prossimo a Vazzola sul parquet del Miti Vicinalis.

Marco Marra

Sull'Autore

Marco Marra