Calcio Femminile

Yebooa sul palo e la Roma batte il Vicenza cf

Scritto da Federico Formisano

Roma – Vicenza cf 0-1

ROMA CALCIO FEMMINILE: Di Cicco, Mangrang, Natali (54’ Mushtaq), Polverino (83’ El Bastali), Di Fazio, Sclavo, Filippi, Glaser, Maroni, Silvi (C), Martinez A disposizione: Casaroli, Bartolini, Crapanzano, Farnesi, Pisani, Peri, Visconti All. Roberto Piras

VICENZA CALCIO FEMMINILE: Bianchi, Missiaggia (C, 80’ Balestro), Sossella, Yeboaa, Piovani (87’ Bauce), Basso (73’ Broccoli), Kastrati, Ferrati (46’ Dal Bianco), Larocca, Maddalena, Fasoli (87’ Gobbato) A disposizione: Dalla Via, Bauce, De Vincenzi

All. Cristian Dori

Arbitro: Mirabelli di Napoli Assistenti: Chianese di Napoli e Ferraro di Frattamaggiore

Marcatrici: Martinez all’83’ Ammonite: Margrang, El Bastali

Questa partita non s’ha da vincere. Potrebbe essere questo il titolo del match che il Vicenza ha disputato a Roma, terminato 1 a 0 per le Capitoline. Non una brutta partita da parte delle Biancorosse, che sono riuscite ad esprimere un bel gioco, mettendo spesso sotto le avversarie, ma non hanno saputo trasformare in rete le belle azioni, alcune pericolosissime, create nei 90’ minuti. Per non farsi mancare nulla, nel finale è arrivata anche l’occasione di pareggiare, su calcio di rigore, ma il tiro di Yeboaa ha solamente fatto tremare il palo.

Il Vicenza parte subito forte, grazie alla spinta sulle fasce: il lavoro di Basso e Kastrati da una parte e di Yeboaa e Ferrati dall’altra è encomiabile ma le Biancorosse non riescono ad arrivare al tiro. Paradossalmente la prima occasione, all’8, è giallorossa: Bianchi sbaglia un rinvio, ma la difesa biancorossa è attentissima nello sgomberare il pericolo. Al 18’ Ferrati è bravissima e recuperare un pallone e a servire Basso in profondità: la difesa riesce a bloccare il pallone in extremis; su ribaltamento di fronte, Glaser arriva al tiro: Bianchi vola e la toglie da sotto la traversa. Altra occasione al 21’, quando la difesa della Roma non riesce a sgomberare bene: il pallone arriva a Ferrati, che si accentra e tira, ma la sua conclusione è sbilenca ed esce di parecchio.

Ci prova da fuori Maddalena, al 24’: la sua bella conclusione finisce tra le braccia di Di Ciocco; dall’altra parte, al 26’ ci prova Filippi, ma il suo tiro al volo esce altissimo Maddalena ci riprova su punizione, al 29’, dal margine sinistro dell’area: il suo tiro a spiovere esce di poco. Al 32’ scambio a centrocampo tra Yeboaa e Ferrati, con quest’ultima che serve Basso: la nove entra in area e mette in mezzo, ma il portiere intercetta; contropiede, ed è Bianchi a salvare in uscita su Martinez lanciata a rete.

Al 37’ lancio spettacolare di Ferrati per Basso, che davanti al portiere sfonda la rete, ma il guardialinee aveva la bandierina alzata. Sugli sviluppi di un corner, al 39’, Fasoli mette in mezzo: il colpo di testa di Basso esce di un niente. Allo scadere, Martinez entra in area dalla sinistra e mette in mezzo per Glaser, ma la difesa Biancorossa è ben posizionata e sgombera.

Si chiude un primo tempo decisamente equilibrato, con dei bei cambi di fronte, anche se nessuna delle due squadre è mai riuscita ad essere veramente pericolosa.

Il primo tiro del secondo tempo è di Glaser, al 50’, ma la sua conclusione murata finisce in corner. Al 54’ Yeboaa è lesta a rubare il pallone a Silvi al limite dall’area: la 7 serve Basso, ma la sua conclusione dalla sinistra finisce alta sopra la traversa. Brividi al 59’, quando un colpo di testa di Sossella rischia di finire in rete. Da corner, la Roma non riesce a concludere. Al 60’, occasionissima biancorossa. Yeboaa è lesta è serve in profondità Basso, che avanza e viene a trovarsi a tu per tu con il portiere: il suo tiro è potente, ma finisce rovinosamente sopra la traversa.

La Roma è pericolosissima al 64’, con l’asse Martinez- Graser lanciata a rete. Provvidenziali gli interventi di Missiaggia prima, in contrasto su Martinez e Larocca poi, che anticipa Glaser. Bell’azione Biancorossa al 72’, nata da un recupero di Dal Bianco, ma la conclusione da posizione defilata di Yeboaa non è abbastanza potente. Al 73’ ancora pericolosa la Roma, sempre con Glaser, ma è bravissima Missiaggia a metterci una pezza. Altra occasionissima Biancorossa al 74’. Yeboaa semina il panico in area, saltando mezza difesa giallorossa, e da due passi arriva al tiro: straordinaria la reazione di Di Ciocco, che riesce a mettere in corner.

Più il tempo passa, più la Roma guadagna terreno. All’83’ passa: pallone lungo per Martinez, appostata nella parte destra dell’area, che stoppa è va al tiro, un siluro potente e preciso che non dà scampo a Bianchi.

All’87’ però la neo entrata Bauce è lesta, entra in area e viene a contatto con un’avversaria: l’arbitro Mirabelli concede il calcio di rigore. Su dischetto si presenta Yeboaa: il suo tiro è potente, fa tremare il palo e torna in campo, dove la difesa sgombera.

Negli ultimi minuti è un parapiglia, con continui cambi di campo, ma nessuna delle due squadre trova la via del gol.

Si conclude un match che lascia solo l’amaro in bocca. Il Vicenza ha costruito parecchio, arrivando per due volte vicinissimo al vantaggio, e ha addirittura avuto l’occasione di rigore. Viceversa, la Roma, che ha disputato un ottimo match, è riuscita a capitalizzare l’unica vera occasione maturata nei secondi 45’ minuti. Una sconfitta pesante in chiave salvezza, che dà la possibilità alle Giallorosse di avvicinare il Vicenza in classifica. Ora, c’è però tempo per recuperare le forze e mettere in ordine le idee: la prossima partita sarà dopo le festività pasquali, il 10 aprile, in casa con il Pomigliano.

 

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano