Calcio Femminile

Il Vicenza cf ci prova ma vince il Pomigliano

Scritto da Federico Formisano

Vicenza Cf – Pomigliano 0-1

VICENZA CALCIO FEMMINILE: Bianchi, Menon (C), Sossella, Yeboaa, Piovani (80’ Broccoli), Kastrati, Gobbato (46’ Basso) Balestro, Ferrati, Larocca, Fasoli (72’ Dal Bianco) A disposizione: Aliquò, Bauce, Missiaggia, Frighetto, Maddalena, De Vincenzi All. Cristian Dori

POMIGLIANO CALCIO: Balbi, Apicella (C), Dodds (74’ Djurhuus), Pinna (82’ Manno), Moraca, Tudisco, Ferrandi, Kiamou, Schioppo, Lombardi, Massa (62’ Miroballo) A disposizione: Del Pizzo, Russo, Davino, Domi, Parnoffi All. Tesse Manuela

Arbitro: Rizzello di Casarano Assistenti: Dellasanta di Trieste e Dalla Mea di Udine

Marcatrice: Moraca al 24’

Ammonite: Massa e Tudisco

Il Vicenza ci prova fino alla fine, ma non riesce a sfondare. Sotto un diluvio torrenziale, a Tavernelle passa per 1 a 0 il Pomigliano. Una partita di cuore da parte delle Biancorosse, che hanno cercato in tutti i modi di rimettere in carreggiata la partita, senza però trovare il tap-in vincente. Inizia bene il Pomigliano, ma la difesa biancorossa è lesta a resistere agli assalti di Ferrandi e Dodds. Pericolosa Moraca al 9’, ma il suo tiro esce alla destra di Bianchi.

Ci prova il Vicenza all’11’, con il duo Gobbato-Kastrati, che però non sfonda in area. All’12’ occasionissima per il Vicenza: Gobbato riceve palla, entra in area, tira e prende il palo. Sulla respinta, Kastrati non riesce a centrare lo specchio.

Bravissima, al 15’, Fasoli a sgomberare la bella cavalcata di Dodds lanciata in area. Al 18’ bella azione, scambio Kastrati-Yeboaa, ma il cross di quest’ultima esce; al 20’ ci prova ancora Yeboaa in progressione, ma la difesa campana sgombera. Pericolosissimo un minuto dopo il Pomigliano, con Dodds che entra in area e mette in mezzo, ma nessuna compagna è in mezzo ad approfittarne.

Al 24’ arriva il gol del Pomigliano. Cross dalla destra, mischione in area, un continuo rimpallo con il pallone che finisce sui piedi di Moraca, che da due passi insacca.

Al 30’ altro pericolo per il Vicenza: cross di Dodds dalla destra, Pinna non trova il tap-in vincente Al 34’ ci prova Massa, ma il pallone termina fuori di parecchio; un minuto dopo Pinna, da due passi, non riesce a inquadrare lo specchio. Ci prova su punizione Piovani, al 40’: il suo bel tiro a giro esce di poco.

Al 42’ Balbi esce a vuoto e si fa male, restando a terra per qualche minuto. A tempo scaduto, Ferrandi tira dalla distanza: Bianchi riesce a deviare, il pallone colpisce la traversa e rientra in campo. Ferrandi ritenta con un rasoterra, ma Bianchi blocca a terra.

Nel secondo tempo subito pericoloso il Pomigliano: Moraca lanciata a rete è fermata dalla scivolata di Balestro.

È il Pomigliano a fare la partita nei primi minuti, giocando prevalentemente a lanci lunghi e sfruttando la rapidità degli attaccanti. Al 55’ Vicenza ad un passo dal gol: progressione di Larocca, dà palla a Kastrati che da fuori esplode un tiro potente e preciso, che si stampa sulla traversa. Il Vicenza cresce: Piovani va in dribbling per le vie centrali e serve Basso, che però viene bloccata da un’avversaria.

Occasionissima al 59’: Yeboaa, lanciata sulla destra, tenta di sorprendere il portiere, ma Balbi è bravissima e mette in corner. Al 63’ è il Pomigliano ad essere pericoloso: Pinna si gira in area, brava Bianchi a mettere in corner Al 68’ Yeboaa cerca di beccare Piovani in area, ma la difesa campana mette in corner. Al 71’, stesse dinamiche del gol del Pomigliano a parti invertite. Il risultato è però diverso: punizione di Piovani, mischione in area, ma la difesa campana mura in corner la conclusione biancorossa. Continuano ad entrare attaccanti, e il Vicenza è sempre pericolosissimo. L’occasione più ghiotta all’86’, con il tiro potentissimo di Broccoli messo in corner dalla difesa campana.

Le ultime occasioni nel finale: al 93’, un bel tiro dalla distanza di Kastrati, che esce, e quello di Moraca, un minuto dopo, che ha lo stesso esito.

Una sconfitta forse immeritata per le Biancorosse, che ci hanno creduto, ma non sono riuscite a superare la rocca difensiva campana nel secondo tempo. Un risultato che fa scendere le ragazze al quartultimo posto, ma c’è tempo per rimediare: la mentalità c’è, il cuore è da vendere, e sicuramente ci si potrà togliere qualche soddisfazione. Ora testa a Ravenna, domenica prossima.

 

Sull'Autore

Federico Formisano