Calcio Femminile

Le biancorosse del Vicenza salutano la B con una prestazione maiuscola

Scritto da Federico Formisano

Vicenza cf – Lazio 0-1

VICENZA CALCIO FEMMINILE: Bianchi, Broccoli (46’ Gobbato), Missiaggia (C), Menon, Sossella (72’ Maddalena), Yeboaa, Piovani (60’ De Vincenzi), Basso (74’ Bauce), Balestro (46’ Dal Bianco), Ferrati, Fasoli A disposizione: Dalla Via, Kastrati, Galvan, Frighetto All. Cristian Dori

S.S. LAZIO WOMEN: Natalucci, Savini, Cuscheri, Martin, Santoro (C, 74’ Lipman), Castiello, Di Gianmarino, Pittaccio (82’ Palombi, Gambarotta, Labate (51’ Clemente), Visentin (82’ Lukijsk) A disposizione: Guidi, Colini, Berarducci Sara, Berarducci Martina, Falloni All. Carolina Morace

Arbitro: Djurdjevic di Trieste Assistenti: Mamouri di Tolmezzo e Monfragola di Gradisca D’Isonzo

Marcatrice: Martin al 19’

Ammonita: De Vincenzi

Francesco Brun Ufficio Stampa Vicenza Calcio Femminile Foto: Camilla Tresso

Cuore, grinta e passione non sono bastate. Con l’applauso dei pochi presenti al Menti si conclude una prestazione maiuscola delle Biancorosse contro la Lazio di Carolina Morace, e anche il sogno salvezza. Nonostante ci abbia provato per tutta la partita, il Vicenza non è riuscito a recuperare il gol dello 0-1 di Martin che, dopo pareggio della Roma col Chievo, condanna le Biancorosse alla matematica retrocessione.

Novità nel 4-4-3 di Dori: per la prima volta in questo campionato dal primo minuto, gioca Broccoli al posto dell’acciaccata Kastrati.

Vicenza pericoloso già al 2’, con il cross dalla destra di Basso, diretto verso la testa di Broccoli: Santoro libera. Pericolosissima un minuto dopo Visentin in cavalcata, ma la difesa Biancorossa recupera; pochi secondi dopo prova Pittaccio a entrare in area, ma la difesa mette in corner. Al 7’, è il turno di Piovani: dopo uno scambio con Broccoli, si avvicina all’area in progressione e prova il tiro, che esce alto; un minuto dopo Basso, ben lanciata, arriva a scartare il portiere, ma l’assistente alza la bandierina. Occasionissima per la Lazio al 14’, quando Castiello arriva al tiro in area: splendida reazione di Bianchi, che respinge coi pugni.Sul fronte opposto, al 17’, Sossella mette un pallone delizioso in area: al volo ci prova Ferrati, ma Natalucci afferra.

Al 19’ la Lazio va in vantaggio: pallone perso maldestramente dalle Biancorosse nei pressi dell’angolo destro, Pittaccio prende il pallone e mette al centro, dove Martin arriva come un falco e trafigge Bianchi.

Da applausi, al 27’, l’intervento di Missiaggia in scivolata, per sventare l’offensiva di Visentin lanciata in rete. Spettacolare azione della Lazio, al 30’, iniziata dal tacco di Martin a lanciare Visentin, ma Fasoli sventa l’azione; il minuto successivo Pittaccio entra in area dalla destra, si porta palla sul sinistro e conclude: il pallone esce di poco. Lazio vicinissima al raddoppio al 41’, con uno splendido tiro da fuori di Cuscheri, che si stampa sul palo; al 43’ è Pittaccio, di sinistro, a provarci: ottima reazione di Bianchi. Al 44’, secondo palo della Lazio: questa volta è Labate, da distantissimo, a provarci, ma il legno sorride ancora al Vicenza.

Si conclude un primo buon tempo del Vicenza, alle prese con la seconda in classifica, terminato proprio nel momento di grazia delle biancocelesti.

Nel secondo tempo, subito pericoloso il Vicenza: punizione di Piovani che nessuna riesce ad agganciare, al tiro ci va Missiaggia, ma il pallone esce alto. Il Vicenza ci crede, aumenta il ritmo, dettando il gioco e dando parecchio filo da torcere alle laziali, senza tuttavia riuscire mai a sfondare in area. Bravissima Dal Bianco al 62’: ruba palla sulla trequarti destra e tira al volo: Natalucci blocca in presa bassa. Al 67’ pericolosissimo il Vicenza: bella ripartenza biancorossa che si conclude con il cross in area, dalla destra, di Basso. Dal Bianco, in tuffo, non ci arriva per un soffio. Al 69’, su un mischione in area in seguito a un corner, De Vincenzi salva sulla linea; sul contropiede che ne nasce, la difesa biancoceleste riesce a sventare la progressione in area di Basso. Al 74’, su corner, Maddalena prende la traversa.

Bell’occasione, al 76’, per le Biancorosse: contropiede splendido del Vicenza, con Ferrati che serve Bauce in area, che si accentra e tira di destro: Natalucci para a terra. Il Vicenza vuole il pareggio: al 79’ Bauce, lanciata sulla sinistra, serve Menon che entra in area, e la passa a Yeboaa al centro, se si smarca e tira: bella conclusione della bomber Biancorossa, e il pallone esce di poco. Con il Vicenza all’attacco, la Lazio ci prova in contropiede: all’86’ Martin prova a sorprender Bianchi con un pallonetto, ma la 17 si fa trovare pronta; all’88’ un retropassaggio sbagliato di Menon porta al tiro Martin, ma Bianchi e Maddalena rimediano.

Al’90, in seguito a una rimessa laterale, Dal Bianco arriva al tiro, ma Natalucci blocca. Gli ultimi minuti sono un vero e proprio parapiglia, ma le Biancorosse non riescono a riacciuffare la partita.

Finisce così la stagione del Vicenza, con una partita che ne è la metafora perfetta: cuore, tenacia, e anche bel gioco, ma non c’è stato verso. Un peccato perché le Biancorosse hanno mostrato, in tutto il campionato, di non essere assolutamente inadeguate alla categoria, anzi, se la sono giocata anche con le prime della classe. Il Vicenza ora sarà di scena a Como, domenica prossima, per l’ultima di campionato.

Risultati 25^ giornata di Serie B

Pomigliano – Brescia 0-1
Roma – Chievo 0-0
Vicenza
– Lazio 0-1
Cittadella – Ravenna 1-2
Orobica – Cesena 1-1
Pontedera – Perugia 4-0
Tavagnacco – Riozzese Como 1-1

 Classifica

Lazio 50, Pomigliano 49, Ravenna 41  Tavagnacco 40, Riozzese Como 39, Cesena 39, Cittadella 37, Brescia 36, Chievo 34, Roma 31, Orobica 30, Vicenza 27, Pontedera 20 Perugia 5

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano