FUTSAL

DNA PER DUE TERZI VICENTINO IN SERIE A2: OGGI CC AI BOX, REAL IN SARDEGNA

Scritto da Omar Dal Maso

Torna la sconfitta in casa CC a chiudere la striscia di otto partite a punti consecutive: il Città di Sestu approfitta delle assenze per squalifica di Resner e Douglas. In un turno equilibratissimo spicca la cinquina del Real che affossa il Bubi.

Foto Elisa Calzati (dalla pagina CC)

Il Real Arzignano sale sul podio e medita il clamoroso sorpasso. Questo l’esito della decima (e penultima) giornata di andata che decreta il titolo platonico di campione d’inverno a favore dell’imbattuto Civitella e certifica il momento super degli Grifo versione 2.0, che dopo essersi tolto i panni inzuppati dalle sabbie mobili – l’emblema è il patatrac interno con l’Orte (1-7) un mese fa ha incamerato 10 punti in un poker di gare con la quarta vittoria consecutiva. Flessione ora più evidente del Carrè Chiuppano, che dopo due pareggi interlocutori mastica amaro dopo aver ingoiato il secondo ko stagionale perdendo il braccio di ferro con i sardi del Sestu (prossimo avversario di Stefani e banda Arzignano nel big match assoluto al giro di boa), complice la “gabbia dei cattivi” affollata in tribuna. Vicentine tutte sul podio in ogni caso, con il CC che rischia di scivolare giù dal secondo gradino visto il confronto diretto tra le inseguitrici, salvo esca un pareggio tra loro. Turno di riposo infatti per i biancazzurri di Ferraro, bacchettati in maniera decisa dalla pagina ufficiale Facebook della società nel corso della settimana. Un monito a reinserire la marcia in più in inizio stagione, segno che la società non si vuole accontentare della salvezza nell’anno da matricola.

Foto Elisa Calzati (dalla pagina CC)

COMUNICATO SOCIETARIO (11.12.2017 ore 19.10)

Alla luce delle ultime prestazioni sportive, nelle quali la Prima Squadra del Carrè Chiuppano ha rimediato due soli punti su un totale di nove a disposizione, la società ha deciso suo malgrado di mettere sotto esame l’intera rosa e lo staff tecnico. Approfittando della sessione di mercato ancora aperta, non è escluso che la società intervenga sia in entrata che in uscita”.

Guardando al campo di gioco, Carrè Chiuppano che si presenta all’importante appuntamento di campionato con i postumi dei raffreddore di Merano. Bollori caldi in realtà che hanno portato alla doppia espulsione del bomber del torneo Douglas e della roccia arretrata Resner, entrambi brasiliani. Due pilastri che solo in parte sono stati “compensati” dalla rotazione in pista dei compagni di squadra, comunque sconfitti solo di misura per 3-2. Quintetto di personalità il Città di Sestu che però va sotto grazie alla zampata rocambolesca di Mielo, poi doppio black out su altrettante punizioni di Ruggiu che trafiggono impietosamente Tatonetti, sostituito con Josic nella ripresa. Si va al break sul 2-1 pro sardi, botta e risposta immediato in apertura di ripresa e poi non succederà più nulla fino alla sirena: a Rafine risponde Pedrinho con una staffilata rasoparquet, poi Erbi para quanto basta per sigillare la porta ospite e contribuire a regalare tre punti pesanti al Sestu, che si scopre come la corregionale “quartu” in classifica.

Foto Roberto Concato (da pagina Real Arzignano)

Per il Real Arzignano, in forma smagliante, parlano le immagini “vive” (clicca qui)

Delitto perfetto a spese del Bubi Merano, con cinque pugnalate (5-1) e il killer Amoroso sempre più spietato in zona gol con una tripletta da dna bomber. Completano la cinquina l’eurogol di Tres e l’olè di uno dei nuovi spagnoli ingaggiati nel mercato invernale, tale Murga, che insieme a Galan detto Pichi si sono subito presentati al Palatezze. Oggi alle 16 biancorossi di Stefani impegnati in casa del Città di Sestu appostato appena un punto alle loro spalle. Gara difficile già di per sè, resa ancora più ardua dalla doppia assenza di Kokorovic (espulso sabato scorso) e proprio di Amoroso che ha raggiunto la soglia dei gialli comulativi.

Sull'Autore

Omar Dal Maso