Calcio Femminile

La rimonta del Trento stronca il Vicenza cf alla prima sconfitta stagionale.

Scritto da Federico Formisano

  Vicenza Calcio Femminile  – Trento Calcio Femminile 1-2 (1-0)  

  

VICENZA CALCIO FEMMINILE  1 Palmiero Herrera, 3 Fasoli, 18 Maddalena (dal 70′ 16 Sule), 4 Missiaggia ©, 8 Cattuzzo, 6 Battilana, 10 Kastrati, 7 Montemezzo, 9 Basso, 11 Dal Bianco, 14 Bauce (dal 87′ 2 Broccoli) A disposizione: 12 Dalla Via, 19 Scaroni, 5 Penzo, 2 Broccoli, 16 Sule, 17 Lugato, 20 Frighetto, 15 Gobbato, 13 Balestro   All. Dalla Pozza Moreno    

TRENTO CALCIO FEMMINILE   1 Valzogher ©, 2 Varrone (dal 75′ 21 Antolini), 19 Tonelli L., 25 Chemotti (dal 80′ 13 Tononi), 3 Ruaben, 8 Fuganti, 10 Rosa (dal 88′ 20 Gastaldello), 18 Poli, 17 Tonelli A., 9 Erlicher, 5 Lucin A disposizione: 22 Callegari, 27 Lenzi, 20 Gastaldello, 13 Tononi, 21 Antolini, 14 Torresani All. Spagnolli Massimo

 Marcatrici: 40′ Bauce (V), 46′, 82′ Rosa (T) 

Ammonite: 72′ Cattuzzo (V)

Arbitro: S. Re Depaolini Assistenti: A. Piran, F. Pilon

Il Vicenza lascia per la prima volta i 3 punti ad una propria avversaria, peggiorando la sua situazione nella corsa al titolo. Nonostante la squadra biancorossa abbia dominato il primo tempo e giocato bene il secondo è mancato qualcosa nella concretizzazione delle numerose occasioni offensive, chiudendo il primo tempo con un fragile vantaggio per 1-0. Nella ripresa il Trento è sceso in campo in modo diverso, alzando il proprio baricentro e attaccando con più coraggio. Arrivata la rete del pareggio il Vicenza inizia ad andare in confusione, regalando il pallino del gioco alle avversarie che non riescono a sfruttare tante buone possibilità. Sul più bello, quando le ragazze di mister Dalla Pozza sembrano essersi riprese e ricominciano a farsi sentire sotto porta, arriva la doppietta di Rosa che porta avanti il Trento, doccia fredda per le vicentine che sancisce il termine del match.

 

Infuocato l’attacco vicentino: dopo soli 3′ Bauce da centrocampo avanza in progressione, si accentra e scarica su Kastrati sulla fascia opposta, la kosovara entra in area con un dribbling e calcia rasoterra, sfiorando il secondo palo. Kastrati guadagna una buona punizione da 23m, si incarica essa stessa della battuta, ma calcia alto. Difesa trentina già in difficolta dopo pochi minuti, il giro palla non va a buon fine e Basso fa sua la sfera in mezzo all’area, prova col mancino di prima intenzione, ma non va. Al 18′ il Vicenza ha una buona occasione in seguito ad un buon giro palla quando Kastrati spalle alla porta scarica su Cattuzzo a pochi passi, mancino sul primo palo che finisce fuori di poco. Missiaggia delizia i tifosi con un altro dei suoi cross al bacio da punizione, trovando Kastrati dietro al mucchio che di testa sfiora la traversa. Altra occasione d’oro per le Biancorosse: Basso danza sul pallone in fascia, si smarca con una naturalezza disarmante e con un cross rasoterra trova Dal Bianco in area piccola, si gira la 11, ma trova il difensore pronto a spazzare poco prima della conclusione.

Scatta il 40′ ed è gol per il Vicenza: Missiaggia effettua un lancio lungo millimetrico per Bauce a tu per tu col portiere, giocata di fino della giovane numero 14 che salta Valzogher con un pallonetto. 1-0.

Missiaggia prova ancora da capitano a portare le sue compagne alla vittoria, sta volta con un tiro da lontano che non si abbassa quel tanto che sarebbe bastato e finisce alto di poco.

Appena inizia la ripresa è subito pareggio Trento: gol fotocopia di quello del Vicenza che vale l’ 1-1, con un lancio lungo che scavalca la difesa e trova Rosa, stesso pallonetto che inganna Palmiero Herrera e tifosi biancorossi zittiti.

Prova la reazione il Vicenza che con una serie di passaggi spettacolari mette Basso in condizione di tentare il tiro dentro l’area, l’attaccante invece cerca e trova Bauce nonostante ci fossero 3 difensori sulla traiettoria, manca però l’appuntamento con la doppietta la giovane. Difesa serrata del Trento che costringe Montemezzo a calciare da fuori, palla alta di poco.

Sulla trequarti Rosa parte in velocità, Cattuzzo la ferma irregolarmente e rimedia un cartellino giallo, la giocatrice non accenna una protesta vista la chiara volontarietà. Basso lancia benissimo Sule in contropiede, dopo lo stop la 16 non tira forse perché impaurita, così facendo permette però al portiere di uscire e quando la neo-acquistata tenta il tiro è troppo tardi, blocca Valzogher.

All’ 80′ Basso in area riesce a girarsi di forza, incrocia il tiro, ma non riesce a far girare il pallone che finisce largamente sul fondo. 82′ sul cronometro quando la doppietta di Rosa sancisce la sconfitta del Vicenza: passaggio al limite del fuorigioco giudicato regolare dalla terna arbitrale che mette la numero 10 in condizione di saltare il portiere e di appoggiare nella porta vuota.

RISULTATI DAGLI ALTRI CAMPI 

Atletico Oristano 2:6 Venezia Calcio Femminile
Bologna Women -:- Jesina
Isera 0:1 Padova Femminile
Portogruaro Calcio Femminile 2:1 Mittici
VFC Venezia Calcio 0:2 Triestina Calcio Femminile

Femminile Riccione -:- Vis Civitanova
SPAL Calcio Femminile -:- Brixen Obi

 CLASSIFICA

  1. Venezia Calcio Femminile 31 pt.
  2. Trento Calcio Femminile 27 pt.
  3. Vicenza Calcio Femminile* 26 pt.
  4. Brixen Obi** 23 pt.
  5. Femminile Riccione* 21 pt.
  6. Triestina Calcio Femminile* 18 pt.
  7. Bologna Women* 15 pt.
  8. Padova Femminile 15 pt.
  9. VFC Venezia Calcio* 13 pt.
  10. Jesina* 13 pt.
  11. Portogruaro Calcio Femminile 11 pt.
  12. Isera 9 pt.
  13. Atletico Oristano** 8 pt.
  14. Spal Calcio Femminile** 7 pt.
  15. Mittici 7 pt.
  16. Vis Civitanova** 7 pt.

Sull'Autore

Federico Formisano