Eccellenza

Petronijevic salva la Marosticense. Team S.Lucia beffato al 97’. 1-1 al Maroso

Scritto da Marco Marra

Un punto a testa tra Marosticense e Team S.Lucia, al termine di una partita povera di emozioni e non di certo memorabile. Dopo lo 0-0 del primo tempo, i veronesi rientrano più agguerriti e sbloccano il punteggio con Sbuciumelea. Rossoneri salvati prima da De Carli, decisivo due volte ad evitare lo 0-2, e poi da Petronijevic che trova il pareggio all’ultima azione del match.

MAROSTICENSE – TEAM S.LUCIA 1-1 (Primo tempo 0-0)

MAROSTICENSE: De Carli; Rossi, Toniolo, Trevisan, Palermo (86’ Farronato); Tomasi, De Filippo (70′ Parise); Lunardon (62’ Topparelli), Petronijevic, Minato; Camparmò (70’ Zottino)    All. Guido Belardinelli

TEAM S.LUCIA: Marini; Mantovanelli, Angelico, Oliveri, Arduini; Agazzani (78’ Savoia), Tomelleri, Badu, Bellamoli; Sbuciumelea, Brunazzi    All. Marco Tommasoni

MARCATORI: 61’ Sbuciumelea (TSL), 90+7’ Petronijevic (M)

AMMONIZIONI: 9’ Bellamoli (TSL), 29’ Petronijevic (M), 30’ Minato (M), 38’ Mantovanelli (TSL), 39’ Palermo (M), 72’ Arduini (TSL)

Allo stadio Virgilio Maroso di Marostica va in scena la gara tra Marosticense e Team S.Lucia, valida per la settima giornata del Girone A di Eccellenza. Partita importante per entrambe le formazioni: la Marosticense cerca una vittoria per provare ad allontanarsi dalla zona calda della classifica, il Team Santa Lucia cerca punti per inseguire le zone alte della classifica e dare continuità al suo sorprendente avvio di stagione. I veronesi si ritrovano infatti al quarto posto a -3 dalla capolista Villafranca Veronese e, pensando al tredicesimo posto dell’anno scorso, parliamo senza dubbio di un ottimo avvio di stagione. La Marosticense ha 5 punti in meno rispetto ai biancoblu e oggi una vittoria potrebbe dare la svolta al campionato dei rossoneri.

Giornata di tempo molto instabile con diversi nuvoloni a minacciare il campo di Marostica e temperature non di certo elevate. La Marosticense scende in campo in classica maglia rossonera, il Team Santa Lucia in tradizionale maglia azzurra. Il direttore di gara è il Signor Riccardo Castellin di Este.

LA CRONACA

Fin da subito si può notare come le due squadre preferiscano contenere e tener palla a centrocampo piuttosto che tentare subito degli affondi. E le emozioni della partita ne risentono e non poco. Gli ospiti costruiscono la prima palla gol con il tiro di destro dal limite di Sbuciumelea, alto sopra la traversa. Risponde la Marosticense con il tentativo di Rossi su punizione: destro dai trenta metri, alto non di molto; nuovamente pericoloso il Team Santa Lucia anch’esso su punizione. Calcia Olivieri da posizione defilata col destro e trova pronto De Carli.

Fin qui veramente poco da segnalare: le due squadre si stanno annullando a vicenda e non riescono ad affondare il colpo decisivo, giocando prevalentemente a centro campo.

Per vedere una nuova occasione bisogna attendere il 28’ quando Petronijvic viene imbeccato tra le linee e col destro calcia dai venti metri, ma la sua conclusione è troppo schiacciata e bloccata agevolmente da Marini. Altra ghiotta chance per i rossoneri un minuto più tardi quando Camparmò si gira in area e trova al centro De Filippo che col destro costringe Marini ad una gran parata per salvare la sua porta.

Sembra essere un buon momento per la Marosticense, che nonostante l’equilibrio generale riesce a creare qualche occasione nitida.

Come al 36’ quando le viene annullato un gol: Trevisan stacca di testa sulla punizione di Palermo e mette la palla in rete, ma la bandierina dell’assistente ferma tutto per fuori gioco. Ma in campo c’è anche il Santa Lucia che torna all’attacco al 42’ con il sinistro da fuori area di Rossi, che sfiora il palo con De Carli comunque in controllo.

Prima della fine del primo tempo chance anche per Palermo che recupera palla all’altezza della bandierina, va via ad un paio di uomini e calcia col sinistro sul primo palo, non trovando però la porta.

Ultima chance di un primo tempo non sicuramente esaltante: partita fin qui caratterizzata da parecchie ammonizioni, varie interruzioni, poche occasioni nitide e un pioggia a tratti scrosciante. Le due squadre dovranno trovare la svolta nel secondo tempo, se vorranno portare a casa la piena posta in palio.

Il secondo tempo inizia però sulla falsariga del primo, con due squadre poco ispirate, che faticano a produrre gioco offensivo. La Marosticense ci prova al 49’ con il destro dal limite di De Filippo, di poco alto sopra l’incrocio dei pali. Risponde il Santa Lucia con l’azione di Bellamoli che vince un contrasto al limite con Rossi e calcia col destro chiamando De Carli all’intervento con la gamba. Ancora pericolosi i veronesi con Sbuciumelea che si inserisce in area su suggerimento di Arduini e impegna nuovamente De Carli con il destro.

Il Team Santa Lucia sembra aver trovato la giusta quadra di gioco e le varie trame offensive create negli ultimi minuti portano i frutti sperati: al 61’ un disimpegno sbagliato da Palermo consente a Brunazzi di servire al centro Sbuciumelea il cui tiro col destro si insacca all’angolino alle spalle dell’incolpevole De Carli. I biancazzurri sbloccano quindi una partita piuttosto difficile e serrata, approfittando di un episodio al loro favorevole.

La Marosticense sembra aver accusato il colpo e nei minuti successivi rischia anche di capitolare per la seconda volta, prima al 66’ quando Bellamoli riceve un lancio dalle retrovie e calcia di controbalzo ma trova De Carli pronto alla respinta; poi al 70’ quando Sbuciumelea entra in area finta due volte su Trevisan e calcia col destro addosso allo stesso difensore rossonero guadagnandosi il corner. Cinque minuti più tardi è ancora Bellamoli a rendersi pericoloso, approfittando di una corta respinta in mischia, per calciare dal limite, ma il suo destro è troppo debole e fatto preda da De Carli. Sul ribaltamento di fronte calcia il neo entrato Parise col sinistro dal limite, Marini respinge e sulla ribattuta l’altro neo entrato Zottino non trova la porta fallendo una grande occasione.

Negli ultimi minuti la Marosticense sembra non riuscire a trovare gli spunti giusti per trovare il gol del pareggio e anzi si espone alle azioni e alle ripartenze degli avversari: all’86’ Arduini recupera palla a centrocampo, arriva al limite dell’area e calcia costringendo De Carli all’intervento in tuffo, un minuto dopo ci prova anche Badu con un tiro da fuori area che viene deviato da un difensore e bloccato senza problemi da De Carli. Grande protagonista nel finale il portiere rossonero, decisivo nell’evitare il colpo del K.O. ai suoi, come al 89’ quando con un’uscita tempestiva dall’area di rigore ferma Brunazzi lanciatissimo in campo aperto. Poi al 90’ pericoloso il neoentrato Savoia con un dribbling tra tre avversari e un gran tiro dal limite su cui De Carli è ancora pronto a deviare il pallone in tuffo.

L’arbitro concede ben cinque minuti di recupero, che poi, per varie interruzioni, diventano sette. E proprio all’ultimo pallone giocabile, all’ultimissima azione della partita, quando la Marosticense sembrava ormai condannata alla sconfitta, accade quello che non ti aspetti: lancio in area per Petronijevic che in allungo riesce a colpire il pallone e a insaccarlo alle spalle di Marini. I rossoneri, al termine di una partita sicuramente non esaltante, trovano nel modo più incredibile il gol del pareggio, lasciano la squadra ospite con l’amaro in bocca.

Finisce quindi 1-1 al Virgilio Maroso con molti rammarichi per gli ospiti visti i due punti persi in modo a dir poco beffardo. Nel complesso nonostante il sostanziale equilibrio e le poche trame offensive prodotte da entrambe le squadre, il Santa Lucia è aumentata d’intensità ed è migliorata nel secondo tempo, con varie buone occasioni per il raddoppio che avrebbe sigillato la vittoria. Se i biancazzurri avessero fatto bottino pieno non avrebbero rubato assolutamente nulla. Per la Marosticense invece si può considerare a tutti gli effetti un punto guadagnato visto come è arrivato, ma di certo la prestazione complessiva del team di Belardinelli non è stata delle migliori. I rossoneri hanno però ancora molto tempo e molte partite in cui esprimere il proprio potenziale e in cui fare punti per salire in classifica.

LA CLASSIFICA E I PROSSIMI IMPEGNI

Doppio rimpianto per il Team S.Lucia visto che quei due punti persi quest’oggi sarebbero valsi il -1 dalla capolista Provese (vittoriosa per 2-0 quest’oggi nello scontro per la vetta con il Villafranca). I biancazzurri restano invece così al quarto posto insieme al Cartigliano, a -3 dalla vetta. La Marosticense invece si consola visto che in caso di sconfitta si sarebbe ritrovata a pari punti con Pozzonovo e Bardolino, in piena zona retrocessione. Con questo punto la squadra di Belardinelli resta invece ancorata in zona salvezza e nelle prossime giornate cercherà punti per allontanarsi dai bassifondi e mettersi in salvo il prima possibile.

A seguire sulla pagina Facebook “calciovicentino.it” troverete il video highlights della partita

Marco Marra

Sull'Autore

Marco Marra